Biscotti alla zucca senza glutine: la ricetta vegan

I biscotti alla zucca sono un classico intramontabile dell’autunno: morbidi dolcetti a base di zucca arricchiti con tanta cannella e gocce di cioccolato. Sono buonissimi per accompagnare un cappuccino caldo o un caffè e rappresentano la perfetta colazione senza glutine o la merenda.

Per preparare questi biscotti avrai bisogno solo di un frullatore. Quindi sono biscotti da colazione rapidi e facili da realizzare. E sono a base di una sola farina naturale senza glutine proteica a basso impatto glicemico, sono senza amidi e senza zuccheri raffinati.

In questo post ti svelerò un trucchetto indispensabile  del quale non potrai più fare a meno.

Scopriamo insieme qualche dettaglio in più.

Biscotti alla zucca: la ricetta per celiaci e vegani

biscotti alla zicca e cioccolato

Anche questa volta mi sono fatta ispirare da una delle mie amiche blogger. Oggi è la volta di Federica, conosciuta come Dolci senza burro. I suoi biscotti alla zucca con gocce di cioccolato mi hanno conquistata subito, tanto che ho voluto riproporli anche qui, ma ho cambiato diversi ingredienti.

Quindi sono partita da un’idea e poi ho combinato insieme ciò che avevo in dispensa.

Il primo ingrediente di questi biscotti alla zucca senza burro è ovviamente la zucca, che ho cotto al vapore e ho frullato insieme alla bevanda vegetale.

Poi ho aggiunto della farina senza glutine. Questa volta, ho scelto la farina di quinoa, una farina che non vedi spesso nelle mie ricette, ma mi sono ripromessa di utilizzarla di più.

Quali sono le proprietà della farina di quinoa?

Prima di tutto, devi sapere che si tratta di una farina “esotica”, tipica del Sudamerica. Inoltre, è una farina che non deriva -come molti possono pensare -da un cereale, ma da uno pseudocereale, ovvero una pianta che appartiene alla stessa famiglia degli spinaci, non delle graminacee. I semi di questa pianta contengono amido, per questo hanno una conformazione simile ai cereali. Inoltre, la quinoa è ricca di proteine e naturalmente senza glutine, per questo chi soffre di celiachia o sensibilità al glutine può consumarla.

Oltre a carboidrati e proteine, la quinoa contiene sali minerali (fosforo, potassio e manganese) e lipidi, ha un basso indice glicemico e un alto potere saziante.

Ecco perchè è importante inserirla nella propria dieta.

Tuttavia, devi sapere che non amo molto il sapore di questa farina, ha un retrogusto quasi amaro.

Come rendere più gradevole e meno amaro il sapore della farina di quinoa?

Qualche giorno fa, navigando in rete e facendo le mie ricerche, ho scoperto che esiste la farina di quinoa termotrattata, ovvero una farina che non solo ha un sapore più gradevole, ma è anche molto più lavorabile.

Purtroppo però è molto più costosa rispetto alla classica farina di quinoa. Quindi sai cosa ho fatto? Ho provato a tostarla in padella per 10 minuti a fuoco bassissimo, proprio come di solito faccio con la farina di ceci, Ecco alcune ricette con farina di ceci tostata che puoi trovare sul blog:

 

Anche nel caso della farina di quinoa, è la soluzione giusta! Il sapore divventa molto gradevole.

Quindi, il procedimento è semplice:

utilizza una padella/pentola e un cucchiaio in silicone se la padella è antiaderente. Setaccia la farina di quinoa nella padella, accendi il fornello al minimo e mescola spesso. Dopo 10-12 minuti spegni e lascia raffreddare. Ovviamente, non otterrai una farina termotrattata, ma una farina tostata.

In alternativa, puoi metterla in una teglia e in forno a 90 gradi per un paio di ore.

Entrambi i procedimenti miglioreranno il gusto della farina di quinoa.

Vorresti avere in dispensa la farina di quinoa, ma trovi che sia troppo costosa?

Fai così: acquista i semi (più economici), sciacquali abbondantemente, lasciali asciugare e poi tritali in un frullatore potente o in un tritaspezie/macinacaffè elettrico. Conserva in frigo. 

Ma torniamo ai biscotti di zucca.

Biscotti morbidi di zucca con pochi ingredienti

Come dolcificante per la ricetta di questi biscotti vegan senza glutine ho scelto lo sciroppo di acero, che ha conferito a questi biscotti un gusto caramellato. E come componente proteica e grassa, ho scelto il burro di arachidi che io preparo in casa, senza zuccheri aggiunti. Le arachidi, come sai, sono legumi, non frutta secca.

Il tocco del cioccolato ha reso questi biscotti morbidi alla zucca ancora più golosi. Sembrano dei cookies alla zucca, non credi? E sono anche senza frutta secca (le arachidi sono legumi!).

Quindi questi dolcetti sono senza glutine, a base di una sola farina naturale senza glutine, vegan ovvero senza uova e senza latticini e senza zuccheri raffinati. E sono anche senza frutta secca.

Per una merenda golosa, accompagna i biscotti di zucca e cioccolato con il succo di pera Santal senza zuccheri aggiunti:

succo di pera Santal

Ho trovato questo succo nella Degustabox del mese.

Se anche tu volessi acquistarla, usa il mio codice sconto:

6S7N3

(non affiliato- prodotto fornito da Degustabox)

Ora ti lascio alla ricetta dei biscotti morbidi alla zucca senza glutine e vegan, perchè Senza è buono 🙂

Biscotti morbidi alla zucca senza glutine con gocce di cioccolato

biscotti alla zucca senza glutine vegan (con una sola farina naturale)

Ingredienti per 6-7 biscotti alla zucca

  • 90 g di farina di quinoa
  • 135 g di zucca cotta (peso dopo la cottura)
  • 40 g di sciroppo di acero
  • 25 g di bevanda vegetale
  • 45 g di burro di arachidi
  • cannella in polvere

Per decorare: gocce di cioccolato fondente

Procedimento per preparare i biscotti alla zucca senza glutine

Qualche ora prima cuoci la zucca al vapore e lasciala raffreddare. Contemporaneamente, tosta la farina di quinoa in una padella per 10 minuti a fuoco bassissimo mescolando spesso. Fai raffreddare.

Versa la zucca cotta nel frullatore, aggiungi la bevanda vegetale e frulla. Poi unisci lo sciroppo di acero, la cannella in polvere, il burro di arachidi e infine la farina di quinoa. Frulla ancora per amalgamare.

Aggiungi le gocce di cioccolato e mescola con un cucchiaio.

Accendi il forno regolandolo a una temperatura di 180 gradi.

Con l’aiuto di un porzionatore per gelato (o di un cucchiaio) forma i biscotti e disponili in una teglia foderata di carta da forno. Appiattisci con il dorso del cucchiaio e decora con altre gocce di cioccolato.

Cuoci in forno per 15-20 minuti (tempi indicativi perchè dipendono dal proprio forno).

Consigli e sostituzioni

Al posto dello sciroppo di acero puoi usare agave o sciroppo di riso.

Al posto del burro di arachidi, puoi usare un burro di frutta secca o un burro di semi di zucca/girasole.

Puoi usare la bevanda vegetale che preferisci: riso, mandorle o soia.

Conserva questi biscotti alla zucca in una scatola di latta e consumali entro 3-4 giorni. Puoi congelarli.

Hai un account Instagram che fatica a decollare? Vuoi ottenere collaborazioni con le aziende? Scopri “Scatta, scrivi e persuadi” il webinar di visual e social copywriting Instagram che ho organizzato insieme a Lorenza di @the_red_gourmet. Clicca sull’immagine per scoprire il programma completo e fermare ora il tuo posto:

webinar di visual e social copywriting per Instagram

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

2 Commenti

  • Rispondi
    Raggio di Sole in Valigia
    21 Ottobre 2021 a 7:13

    Letizia, questi biscotti sono da provare assolutamente, l’aspetto è davvero molto invitante e godurioso! 😋 Non ho mai adoperato la farina di quinoa, un po’ perché, come dici tu, è piuttosto costosa e un po’ perché più volte avevo letto del suo sapore forte e amaro. Ora però sono davvero curiosa. 🙈 Grazie per le dritte! 😘😘

    • Rispondi
      Senza è buono
      21 Ottobre 2021 a 18:32

      Cara! Grazie a te! Fammi sapere! Un abbraccio

    Rispondi

    - Disclaimer -

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001

    Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.

    0
    Your Cart
    • No products in the cart.