Correre il rischio. Ciambellone al cacao senza glutine con ciliegie e cioccolato fondente

Mi fido di te. E’ come dire mi affido a te. Mi metto nelle tue mani. Ho fede in te. Credo in te.

Pronunciare queste parole significa compiere un atto di coraggio. Significa lasciarsi andare. Significa abbracciare il rischio. Significa buttarsi all’indietro, perché tanto so che mi prenderai. 

Mi fido di te. Perché voglio farlo. Nonostante la paura. Nonostante il rischio di rimanere delusa di nuovo. E se lo farai, non so se questa volta potrò superarlo. Non so se potrò riprendermi.

Mi fido di te.

E’ come decidere se arrampicarsi o no su un albero: potrei arrivare al ramo più alto e guardare un panorama mozzafiato, ma se mettessi un piede in fallo, se mi aggrappassi al ramo sbagliato, potrei anche rischiare di cadere. E farmi molto male. Eppure, vale la pena. Non è possibile farne a meno. E’ inevitabile.

Mi fido di te.

E’ come dire: spero sarai al mio fianco. Spero che avrai il coraggio di rimanere.

Anche la cucina è una questione di fiducia. Ci sono ingredienti che usiamo da sempre e che non sono affatto una scommessa, ma una vera sicurezza. Ci fidiamo e li utilizziamo ad occhi chiusi.

Personalmente, mi fido al 100% della farina di grano saraceno integrale, una farina a basso indice glicemico, che adoro sia nelle frolle che nei dolci soffici. Mescolata alla farina di riso integrale, rappresenta un ottimo compromesso tra gusto e proprietà nutritive.

E sono esattamente queste due farine che ho scelto di utilizzare per la ricetta di oggi, una ricetta che non è mia, ma di Andante con gusto, un blog che seguo e ammiro. Ovviamente, la ricetta è con il glutine, quindi io l’ho riadattata secondo le esigenze alimentari di mia sorella. Eh sì, perché se mi seguite su Instagram, saprete che ho da poco iniziato una nuova dieta, seguita da un nutrizionista, per risolvere un problemino che mi affligge da un po’. Nulla di grave, ma devo risolverlo. E, dunque, per ora, mi tocca la colazione salata… è dura, non lo nascondo, ma tenete le dita incrociate per me… nel frattempo, cucino per mia sorella: non posso farla morire di fame 😀

E quindi, ecco il Ciambellone al cacao senza glutine con ciliegie e cioccolato fondente:

 

Ciambellone al cacao senza glutine con cioccolato e ciliegie

 

Non ho potuto assaggiarne neppure una briciola, ma mia sorella lo ha approvato a pieni voti e mi ha assicurato che è buonissimo ^.^  Lo ha definito un ciambellone al cacao soffice, profumato e goloso.

Nella ricetta originale di Andante con gusto, il Ciambellone al cacao era già senza burro, quindi non ho avuto alcuna difficoltà a riadattarlo e a trasformarlo senza glutine. Ho messo poco cioccolato, lo confesso, ma voi potete anche abbondare 😀

Basta chiacchiere, vi lascio alla ricetta del Ciambellone al cacao senza glutine con ciliegie e cioccolato fondente, perfetto per celiaci e intolleranti…perchè Senza è buono 😀

Ciambellone al cacao senza glutine e senza latticini con ciliegie e cioccolato fondente

 

Ciambellone al cacao senza glutine con cioccolato e ciliegie

 

Ricetta riadattata dalla Ciambella di cioccolata amara di Andante con gusto

Dosi per uno stampo a ciambella da 20 cm

Cosa serve?*

  • 130 grammi di farina, ovvero 100 grammi di farina di grano saraceno e 30 di farina di riso integrale [oppure, 130 gr di mix di farine naturali senza glutine di Un cuore di farina senza glutine]
  • 3 cucchiai di liquore [io ho usato Ratafià home made, un liquore a base di ciliegie]
  • 150 gr di zucchero [per me 90 gr di zucchero di cocco integrale o zucchero di canna integrale]
  • 60 gr di cacao [per me 20 gr di cacao amaro + 40 di cocco]
  • 120 gr di olio di riso o di mais
  • 120 gr di acqua
  • cioccolato fondente
  • 300 gr di ciliegie
  • 3 uova grandi [peso totale 172 gr]
  • 8 grammi di polvere lievitante già dosata e composta da cremor tartaro e bicarbonato [oppure 4 gr cremor tartaro e 4gr bicarbonato]

*In caso di celiachia, tutti gli ingredienti devono essere certificati senza glutine

Come si fa?

Dopo aver snocciolato le ciliegie, mettetele a macerare nel liquore e aggiungete 30 grammi di zucchero prelevando la quantità dal totale indicato. Mescolate per bene e lasciate riposare. Tritate il cioccolato in modo grossolano e spolveratelo con farina di riso altrimenti andrà tutto sul fondo.

Setacciate il cacao e versatelo in una ciotola grande.

Scaldate l’acqua in un pentolino, non fatela bollire e versatela sul cacao e mescolate con una frusta per eliminare eventuali grumi.

Utilizzando la planetaria oppure le fruste elettriche, montate le uova con lo zucchero a velocità elevata per almeno 10 minuti: dovranno diventare una massa chiara e sostenuta. Continuando a montare, aggiungete l’olio poco alla volta, poi il cacao sciolto precedentemente nell’acqua. Abbandonate fruste o planetaria e unite le farine, la farina di cocco e la polvere lievitante, mescolando dal basso verso l’alto con un cucchiaio per non smontare il composto. Aggiungete le ciliegie e il cioccolato fondente tritato al coltello e spolverato con farina di riso. Mescolate con delicatezza sempre dall’alto verso il basso.

Cottura del Ciambellone al cacao senza glutine

Preriscaldate il forno a 180 gradi.

Ricoprite uno stampo per ciambella da 20 cm con carta da forno oppure oliate per bene le pareti dello stampo e spolverate con farina di rio e versate il composto.

Inserite la teglia nel forno e cuocete per almeno 50 minuti. Controllate la cottura con uno stecchino.

Lasciate raffreddare il Ciambellone al cacao, sfornatelo delicatamente e versatelo su un piatto da portata. Conservate in frigo e consumate il Ciambellone al cacao entro 4 giorni al massimo.

 

Ciambellone al cacao senza glutine con cioccolato e ciliegie

 

Ciambellone al cacao senza glutine con cioccolato e ciliegie

 

 

creative wordpress theme

Commenti (8)

  • E qui oltre alla fiducia si sente anche l’amore. Ciao!

    Rispondi
    • Grazieee <3 un abbraccio cara :-*

      Rispondi
  • Cara Lety.. passare a trovarvi è sempre più difficile.. come cucinare e mantenere il blog aperto.. che faticaccia!!!!! Il caldo poi non aiuta per nulla… a Roma sembra di morire proprio! Mi consolerebbe una fetta del tuo dolce.. sono sicura della sua bontà!!! Un bacio e buona settimana :-*

    Rispondi
    • Carissima Claudia, quanto ti capisco… anche io non riesco a star più dietro a certe cose… e poi, ci è voluto coraggio ad accendere il forno e a preparare questo ciambellone, ma alla fine, la soddisfazione è stata grande. Una fettina virtuale a te <3 un abbraccio

      Rispondi
  • Ho sempre trasmesso fiducia alle persone, ho sempre avuto molti amici che hanno ritrovato in me un punto di riferimento e ciò mi fa piacere. Ma io invece ho sempre vissuto secondo il detto “fidarsi è bene, non fidarsi è meglio” … non sono affatto un tipo diffidente dalle cose e/o dalle persone, ma sempre di più tendo a fare selezione … la tua ricetta la trovo supertopyummi! 🙂

    Rispondi
    • E fai bene. Grazie per il commento e per la visita

      Rispondi
  • buonooooooooooo!!! quando ci vediamo me lo devi preparare!!!
    un abbraccioooooo

    Rispondi
    • Ma certo amica mia <3 un abbraccio speciale :-*

      Rispondi