Il sapore della felicità

Essere felici è un diritto universale e un dovere verso noi stessi e verso gli altri. E’ una medicina efficace senza effetti collaterali.

Essere felici significa possedere una forza incontrollabile e per nulla ordinaria. Significa vivere un istante in grado di coglierci di sorpresa.

Quando siamo felici, i nostri sensi sono amplificati. Tatto, udito, vista olfatto, gusto. Per questo la felicità a volte è legata a un sapore. Il sapore di un piatto mangiato in un momento felice. E il palato non dimentica.

Anche anni dopo, mangiando quel piatto, riusciremo a ricordare perfettamente la sensazione di euforia, di leggerezza tipica di quel preciso momento.

A me succede soprattutto quando mangio una torta particolare, il Bianco e nero, l’unica torta che mia madre abbia mai preparato. Perchè lei i dolci preferisce mangiarli e non prepararli :-D. Ricordo che me la preparava quando ero una bambina ed era una torta semplice, riservata alle merende speciali. Capitava che riportassi un 10 in italiano e mamma, con l’orgoglio negli occhi e la felicità nel cuore, correva in cucina a mescolare uova, zucchero, farina, cacao, olio e lievito e, dopo mezz’ora, il suo Bianco e nero era pronto. La casa era invasa dal profumo di vaniglia e di cacao. E io correvo in cucina e la osservavo mentre con le presine liberava la torta dal suo stampo. Mi versava il latte in un bicchiere e tagliava una fetta ancora calda di quella torta soffice, di una semplicità unica, eppure così buona. Era proprio il sapore della felicità.

E ancora oggi, quando vogliamo festeggiare un momento felice, io preparo sempre una torta simile a quella sua, bianca e nera. Simile perché ultimamente, per ovvie ragioni, non posso replicare la sua ricetta a base di farina di frumento. E allora opto per ricette diverse, come la famosissima Torta all’acqua di Adelaide Melles, la torta più soffice del mondo, che riesce perfettamente con le farine naturali.

Sul blog trovate già la mia personale rivisitazione del ciambellone soffice di Adelaide. Oggi, come dicevo, vi propongo un’altra versione, un Bianco e nero super soffice e profumato:

Torta all'acqua senza glutine bicolore

 

La preparazione della Torta all’acqua senza glutine è semplicissima: bastano due ciotole [per separare i due impasti] e una frusta elettrica o la planetaria.

E’ una torta che rimane soffice per giorni, inoltre è profumata grazie anche al miele, un dolcificante naturale e non raffinato. Esistono tanti tipi di miele, ciascuno con proprietà particolari e un sapore diverso: ve ne ho parlato recentemente sul portale Gluten free Travel & Living 😀 Che altro dirvi di più? Provate questa torta <3

 

Torta all'acqua senza glutine bicolore

Con la Torta all’acqua bicolore partecipo al #GFCalendar di febbraio di Gluten Free Travel & Living, con la partecipazione di ” Cristina di … Per Incanto“:

 

E al 100% Gluten  free (fri) Day:

 

Inoltre, con la Torta all’acqua senza glutine sono felice di partecipare a al contest Di cucina in cucina ospitato questo mese dalla mia dolcissima amica Serena di CucinaSerena:

 

Ora vi lascio alla ricetta della Torta all’acqua senza glutine adatta a celiaci e intolleranti…perchè Senza è buono 😀

Torta all’acqua bicolore senza glutine e senza latticini

 

Torta all'acqua senza glutine bicolore

Cosa serve?*

  • 3 uova bio [peso totale: 160 grammi]
  • 120 grammi di farina di riso integrale
  • 30 grammi di amido di tapioca
  • 80 grammi di fecola di patate
  • 8 grammi di polvere lievitante già dosata e composta da cremor tartaro e bicarbonato
  • 100 grammi di miele di acacia bio
  • 130 ml di olio di riso [o di mais bio]
  • 130 ml di acqua naturale
  • 15 grammi di cacao amaro in polvere, per l’impasto nero
  • i semi di una bacca di vaniglia, per l’impasto bianco

*in caso di celiachia, tutti gli ingredienti a rischio di contaminazione devono essere certificati senza glutine

Come si fa?

Rompete le uova in una ciotola capiente, unite il miele e iniziate a montare con le fruste elettriche: ci vorrà un po’ ma alla fine, otterrete un composto gonfio, chiaro e spumoso. In un’altra ciotola setacciate le farine con la polvere lievitante.

Unite l’olio al composto di uova montate e azionate nuovamente le fruste elettriche. Aggiungete anche l’acqua naturale e montate- A questo punto, potete aggiungere le polveri un paio di cucchiai per volta, continuando sempre a montare.

Separate l’impasto in due ciotole: in una aggiungerete il cacao setacciato, nell’altra i semi di una bacca di vaniglia.

Preriscaldate il forno e portatelo a una temperatura di 170 gradi.

Foderate una teglia con carta da forno e iniziate a versare qualche cucchiaio di impasto bianco e qualche cucchiaio di impasto al cacao. Inserite la teglia nel forno e lasciate cuocere la Torta all’acqua bicolore per 45-50 minuti. Vale la prova stecchino.

Lasciate raffreddare la Torta all’acqua, poi aprite lo stampo a cerniera e mettete la torta su un piatto da portata. E’ buonissima e semplice 😀

Consumate la Torta all’acqua entro 3-4 giorni.

 

Torta all'acqua senza glutine bicolore

 

Torta all'acqua senza glutine bicolore

 

Torta all'acqua senza glutine bicolore

 

creative wordpress theme

Commenti (10)

  • Anche per me questa torta all’acqua risveglia mille ricordi … la tua è ancora più preziosa perchè “senza” e quindi ha una marcia in più. Buon fine setitmana tesoro

    Rispondi
    • Grazie Terry <3 la torta all'acqua è sempre una garanzia. Un abbraccio amica mia :-*

      Rispondi
  • Dolce Leti, grazie di aver condiviso con me un tuo ricordo felice tradotto in questa torta cfatto con il metodo all’acqua che io tanto adoro. E’ vero il ciambellone bianco e nero è un dolce tipico da mamma che fa pensare ai loro caldi abbracci e ai profumi di famiglia, bella la ricetta centrato il tema bravissima. Ti abbraccio

    Rispondi
    • Grazie a te Serena: con il tuo contest mi hai dato la bellissima opportunità di ricordare certi sapori e certi profumi che fanno parte del mio passato <3 un abbraccio grandissimo

      Rispondi
  • Grazie x averci regalato questi teneri ricordi…mia mamma, invece, preparava sempre la torta rovesciata all’ananas 🙂 ogni volta che la vedo su una rivista o in un blog, ho un tuffo al cuore ed ho la sensazione che mi si sciolga in bocca 🙂
    Bellissima la tua versione rivisitata con le esigenze di oggi ma mantenendo intatte le emozioni di ieri <3

    Rispondi
    • Buona la torta rovesciata all’ananas 😀 grazie dolcissima Consu per essere passata e per il tuo dolce commento <3 un abbraccio grandissimo e speciale a te

      Rispondi
  • Ti ho già detto che è meravigliosa? Adoro le torte bicolore! 💗

    Rispondi
    • Grazie tesorino <3 sei sempre dolcissimaaa :-*

      Rispondi
  • Ahh siii come hai ragione.. a me capita con la torta con yogurt di banana e pinoli che faceva mia mamma… Mi piace questa tua versione del ciambellone di Adelaide.. Viene sempre bene.. anche bicolore e con farine diverse.. Un abbraccione e buona domenica!!!

    Rispondi
    • E’ vero, cara, il ciambellone di Adelaide è sempre una garanzia 😀 un abbraccio grandissimooo

      Rispondi

Rispondi