Il mio Gluten Free Expo 2017

Sveglia prestissimo. Bagaglio alla mano. Sono pronta. Si parte per Rimini. Destinazione: Gluten free Expo, la fiera del senza glutine giunta alla sua sesta edizione. Quest’anno sono blogger ufficiale.

Ricordo di quel giorno la voglia di staccare dalla quotidianità e dal lavoro, che in questo periodo è diventato un impegno particolarmente intenso.

Era sabato 18 novembre e ricordo anche che non c’era bel tempo. Le nuvole non lasciavano spazio neppure a un raggio di sole. Eppure, dentro di me, il sole c’era. E brillava intensamente.

Ricordo di quel giorno l’emozione più grande. Rivedere di persona la mia amica più cara. L’ultima volta, l’avevo riabbracciata a febbraio, in una circostanza particolare. Lei c’era, anche allora. Lei c’è sempre stata. E sapevo già che vivere la fiera del Gluten free Expo con lei sarebbe stata un’esperienza da ricordare. E così è stato.

Appena entrate, immediatamente siamo state accolte da profumi intensi di pizza, pane appena sfornato e pasta. Di espositori ce n’erano così tanti che girava la testa e c’era da perdersi. Probabilmente, non ho neppure visto tutti i prodotti in fiera. Un po’ per mancanza di tempo, un po’ perchè, a dirla tutta, mi sono voluta godere questa giornata. Non ho voluto pensare a niente.

Se mi conoscete da un po’, sapete che non sono interessata al lato commerciale, mi interessa ben altro. Mi interessa incontrare volti nuovi, abbracciare -finalmente- di persona amiche fino a poco prima ancora virtuali, annusare nuovi profumi, provare nuovi cibi glutenfree di qualità e informarvi sulle novità. Il resto conta poco, almeno per me.

Gluten free Expo: sapori, scoperte, chiacchiere e tante novità

Cosa ho notato? Quest’anno la novità più grande sarebbe stata lo spazio dedicato agli espositori non solo senza glutine ma anche senza lattosio. Purtroppo ho constatato che la scelta era scarsa. Ed è un peccato, anche perchè, si sa che la celiachia è spesso associata a intolleranze come quella al lattosio. E poi, rispetto a due anni fa, la fiera quest’anno era piena di grandi marchi. Quelli importanti. E non c’era molto spazio per quelli piccoli, di nicchia, come piacciono a me. Peccato, davvero un peccato.

Cosa ho mangiato? Ho provato molte cose buone, scegliendo come sempre con cura. Ho letteralmente adorato questi cracker dell’azienda Sempreverde Biogermogli:

Gluten free Expo 2017

 

Si tratta di cracker crudisti a base di miglio pregerminato o grano saraceno germogliato. La stessa azienda vende anche granola, barrette e mix di semi. Inutile dirvi che sono letteralmente impazzita per questi prodotti.

Poi ho provato le piadine. Ottima quella della Natur Pan, 100% vegetale e a base di quinoa. Buonissima quella FreeG senza lattosio.

 

Gluten free Expo 2017

 

Ma ora passiamo al dolce, la mia vera passione ^.^ ho avuto il piacere di provare i nuovi biscotti senza glutine e vegan di Forneria Venezianaottimi quelli al cocco, speciali quelli alla cannella. Ma quelli che mi hanno sorpreso di più sapete quali sono stati? I biscotti con semi di chia e mirtilli.

 

Gluten free Expo 2017

 

Altro dolce che mi ha mandato letteralmente in estasi è lo spumone salentino di Arneo, una cremeria artigianale salentina che offriva questi meravigliosi dessert vegetali a base di materie prime selezionate, senza glutine e 100% vegan: date un’occhiata alla galleria di foto in fondo al post 😀 . A scelta, c’erano il sorbetto al cioccolato con cuore di confettura al peperoncino, lo spumone al limone con cuore di zenzero, quello di fichi secchi ripieno di marmellata di fichi e torrone alle mandorle e quello al caffè con cuore di cioccolato. Io ho provato gli ultimi due ed erano pazzescamente buoni. Disponibili nei ristoranti e nei bar più forniti.

Chi ho incontrato? In primis, le mie amiche dell’associazione Gluten free Travel & Living 😀 Fabiana e Simonetta erano presenti presso il loro stand a dispensare consigli. Hanno anche organizzato un incontro in collaborazione con la birra Peroni senza glutine:

 

Gluten free Expo 2017

 

E poi ho abbracciato per la prima volta tante colleghe blogger, che non starò qui ad elencarvi. C’è stato il tempo per le chiacchiere, per lo scambio di numero e per tante risate in loro compagnia. C’è stato il tempo per buttar giù qualche idea di collaborazione insieme, per progetti futuri bellissimi. E’ stato bello conoscere di persona ragazze che scrivono e che curano il proprio blog con attenzione e amore.

Ed è stato bello sentirmi parte di un network, di una rete di persone meravigliose che hanno una visione del blogging molto in linea con la mia. Il blogging è condivisione, è progettare insieme iniziative, con il piacere viverle con serenità e amicizia. Il blogging non è arrivismo, non è egoismo, nè invidia. E noi, sedute a quel tavolo dell’area ristoro, quel pomeriggio ci siamo sentite legate a filo doppio da una grande passione.

Ecco, la passione. E’ forse stato questo il filo conduttore di tutta questa esperienza. Passione per il cibo, passione per gli ingredienti, quelli davvero buoni.

La fiera, ovviamente, è stata anche foriera di incontri con aziende interessate al mio blog. Ma di questo ve ne parlerò presto.

Concludo ringraziando di cuore Sara– il mio tramite dell’organizzazione della fiera in questi mesi- che è sempre stata gentile e disponibile nei miei confronti e che ho avuto il piacere di incontrare di persona.

 

creative wordpress theme

Commenti (2)

  • Mitica Leti! Grazie per aver condiviso questa avventura con noi!❤️

    Rispondi
    • Vale graziee <3 sei un tesoro :-*

      Rispondi