Torta di cachi vegan senza farina: la ricetta glutenfree facile e veloce

Qualche giorno fa, ho aperto il frigo e mi sono imbattuta nei cachi, il frutto autunnale che preferisco. Immediatamente mi è venuta in mente l’idea di preparare una torta di cachi. Ma non la solita torta. Volevo sperimentare una ricetta speciale, insolita.

Un dolce di cachi che fosse anche senza uova, vegan e senza farina. E quindi, che ingredienti avrò usato per preparare questa ricetta?

Scopriamoli insieme.

Torta di cachi vegan senza glutine: un dolce speciale senza farina da cereali

torta di cachi vegan senza glutine

Quando decido di preparare una torta con tanti senza, mi diverto sempre troppo. Mi piace sperimentare in cucina, scoprire nuove combinazioni, abbinamenti e nuove consistenze. Anche in questo caso, la torta di cachi vegan senza farina non mi ha delusa. Ha una consitenza morbida, molto piacevole. L’ingrediente principale è appunto questo frutto autunnale, che contiene molte proprietà.

Il cachi, detto anche “cibo degli dei”, proviene dalla Cina e contiene fibre, vitamine del guppo B e pectina. Su quest’ultima caratteristica mi vorrei soffermare. La pectina è un addensante naturale, che si attiva a caldo.

Ecco, quindi, che i cachi sono frutti perfetti per le nostre ricette senza glutine e vegan, perchè svolgono la funzione importante di addensante.

Ma, quando i cachi non sono di stagione, come fai a preparare un dolce senza glutine e vegan?

La più grande difficoltà risiede, appunto, nella mancanza di addensanti. In un dolce unicamente vegano, infatti, abbiamo la farina di frumento che contiene glutine, una sorta di “colla” che si attiva quando aggiungiamo acqua. Ma con i dolci senza glutine, che si fa? Come possiamo sostituire la funzione legante e addensante dell’uovo?

Per preparare dolci vegan senza glutine a base di farine naturali esistono molte alternative.

Aggiungere 20-25 g di amidi (maizena o fecola) all’impasto dei dolci soffici potrebbe essere una buona soluzione, ma come la mettiamo con la consistenza finale del dolce, oltre che con l’aspetto nutrizionale?

Per esperienza posso dirti che aggiungere fecola o maizena nell’impasto di un dolce soffice renderà il dolce morbido, dalla consistenza quasi “pastosa”. Insomma, poco piacevole. A livello nutrizionale, la scelta è pessima, perchè gli amidi sono carboidrati. Insomma, mancherebbero totalmente le proteine.

Le mie due soluzioni preferite per un dolce soffice sono:

  • 15-20 g di farina di ceci tostata
  • 2-3 grammi di guar in polvere

Per la pasta frolla vegan senza glutine, invece:

15 grammi di farina di semi di lino (ottenuta dalla macinazione casalinga dei semi di lino)

 

Vuoi preparare una ricetta senza farina?

Per “senza farina” io intendo “senza farina da cereali“. Esistono molte alternative senza glutine:

  • farina di legumi
  • farina di frutta secca
  • farina di castagne
  • farina di quonoa, amaranto, grano saraceno
  • farina di cocco

In questo caso, se userai le uova, o gli albumi, sarà abbastanza semplice preparare una ricetta senza farina da cereali.

Scopri qui tutte le mie ricette senza farina da cereali.

Vuoi preparare una ricetta vegan e senza farina?

Se invece avessi deciso di sperimentare dolci senza farina e vegan, è bene ragionare sul tipo di farina senza glutine usato.

1.Farina di ceci: in questo caso, non sarà necessario alcun addensante, perchè già di per sè la farina di legumi ha un alto potere addensante.

Scopri le mie ricette con farina di ceci:

2.Frutta secca: diverse sono le caratteristiche delle farine di frutta secca, che contengono grassi e oli, ma difficilmente da sole possono riuscire a “tenersi insieme”. Nel caso, ad esempio, di una crostata di pasta frolla con sola farina di mandorle, è consigliabile usare la farina di semi di lino, che non modifica il sapore della preparazione e ha un buon potere addensante.

Guarda questa crostata salata vegan con sola farina di mandorle.

3.Farina di castagne: ricca di carboidrati, è una farina molto saporita, che da sola ti consente di preparare dolci vegan, come il castagnaccio, oppue un ottimo brownie vegan senza glutine 🙂

4. Farina di quinoa, amaranto grano saraceno: sono tutti pseudocereali, ovvero semi naturalmente senza glutine che hanno proprietà nutrizionali simili ai cereali. Con queste farine risulta piuttosto semplice preparare un dolce vegan, perchè hanno tutte un buon potere addensante. In particolare, la farina di grano saraceno è davvero ottima per la preparazione di dolci soffici e crostate senza glutine.

Molto tempo fa ho preparato queste crostatine con grano saraceno vegan senza glutine.

 

5.Farina di cocco. E se volessi preparare un dolce vegan senza glutine a base unicamente di farina di cocco? Te lo sconsiglio, per esperienza. La farina di cocco-da non confondersi con il cocco rapé- è una farina dalla consistenza impalpabile (molto profumata) che assorbe molto i liquidi. Quindi va usata con parsimonia, (massimo 15-20 grammi) e mescolata con altre farine, come quella di mandorle.

Per la ricetta di oggi, ho scelto di usare i cachi, ai quali ho aggiunto farina di mandorle e farina di cocco. Quest’ultimo è un ingrediente fondamentale, perchè mi ha aiutato ad assorbire l’umidità della polpa di cachi.

Ho aggiunto un po’ di zucchero di cocco e della cannella che si sposa benissimo con il sapore dei cachi.

Ho decorato questi dolcetti ai cachi con gocce di cioccolato e granella di frutta secca.

Come vedrai, non contiene lievito, proprio perchè è un dolce senza farina di cereali, quindi non risulta necessario.

Questa torta vegan di cachi è molto semplice da preparare. L’esecuzione prevede solo un frullatore. Quindi è un dolce perfetto anche per chi è meno esperto. Inoltre, contiene pochissimi ingredienti.

La torta senza glutine, una volta uscita dal forno, risulta bassa e molto morbida. Quindi, è importante farla raffreddare alla perfezione.

Ora ti lascio alla ricetta della torta di cachi vegan senza glutine…perchè Senza è buono 🙂

 

Dolce ai cachi senza farina vegan: la ricetta

torta di cachi vegan

Ingredienti

(dosi per una tortiera quadrata da 16 cm)

  • 400 g di polpa di cachi maturi (pesata al netto degli scarti)
  • 90 g di farina di mandorle (o mandorle frullate)
  • 20 g di farina di cocco
  • 40 g di zucchero di cocco
  • cannella in polvere

Per decorare:

  • gocce di cioccolato
  • granella di frutta secca

Procedimento

Se non hai a disposizione la farina di mandorle, versa le mandorle intere nel frullatore e riducile in farina sottile. Metti da parte.

Sbuccia i cachi e versa la polpa nel frullatore. Frulla per qualche istante. Aggiungi poi la farina di mandorle, la farina di cocco, zlo zucchero di cocco e la cannella in polvere. Frulla ancora. Otterrai un impasto denso. Se così non fosse, aggiungi ancora 5-10 grammi di farina di cocco.

Accendi il forno e lascialo preriscaldare a 180 gradi.

Fodera la tortiera con carta da forno, versa l’impasto e livella per bene.

Decora a piacere con granella e gocce di cioccolato.

Cuoci per 20-25 minuti. Vale la prova stecchino (tempi di cottura indicativi, perchè dipendono dal proprio forno).

Lascia raffreddare e disponi su un piatto. Taglia a quadrotti.

Consigli e sostituzioni

Conserva la torta di cachi in frigo e consumala entro 3-4 giorni. Puoi congelarla. Con queste dosi ricaverai 9 quadrotti.

Se ami i sapori più dolci, aggiungi altri 30 grammi di zucchero.

Se non sei vegana, puoi aggiungere all’impasto 1 uovo medio.

La farina di cocco non può essere sostituita.

Al posto della farina di mandorle, puoi usare farina di nocciole.

Sostituisci lo zucchero di cocco con il dolcificante che preferisci, purchè sia in polvere (eritritolo, zucchero di canna…)

Sei in cerca di idee per una sana colazione? Vuoi scoprire come preparare le tue merende o la colazione senza glutine e senza latticini? Scopri i miei e-book di ricette INEDITE dedicati alla colazione e alla merenda:

Ciascun fascicolo è in formato pdf ed è caratterizzato da foto in alta risoluzione.  Dopo l’acquisto, potrai scaricarlo/i immediatamente e stamparlo/i per averlo/i sempre a disposizione e preparare le tue ricette sane e bilanciate.

In alternativa, puoi acquistare i bundle: ho raccolto per te 3 e-book con lo stesso tema, a un prezzo molto vantaggioso rispetto agli e-book singoli:

Acquista ora sul mio shop online! Il procedimento è semplicissimo (Come acquistare?)

 

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Non ci sono commenti

Rispondi

- Disclaimer -

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001

Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.

0
Your Cart
  • No products in the cart.