Finta pizza light proteica, senza glutine, vegan: la ricetta facile e veloce

Mi perdoneranno i puristi, ma oggi ti propongo la ricetta della finta pizza light proteica. Ecco perchè l’ho chiamata finta pizza. Perchè della pizza ha solo il sapore.

Si tratta, ovviamente, di una versione molto rivisitata di un classico piatto italiano, il nostro simbolo all’estero. Lo so, la pizza è tutt’altra cosa. Ma se sei a dieta e ti venisse un’improvvisa voglia, magari non puoi mangiare glutine e sei intollerante al lievito, che si fa?

Io opto per la finta pizza, una versione leggera, proteica e a basso contenuto di carboidrati.

Finta pizza light: la ricetta facilissima e veloce da preparare

 

La finta pizza light è una vera scoperta. Se mi segui da un po’ conoscerai la mia passione per la farifrittata, sulla quale ho anche scritto un artoicolo tempo fa. Ebbene, questa finta pizza è proprio una farifrittata, ma dalla forma di pizza, condita proprio come una pizza 🙂

Solo 2 accorgimenti per realizzare questa finta pizza:

  • cuoci la pastella in forno non condita per 15 minuti
  • a parte cuoci il condimento e dopo che la superficie della farifrittata si sarà cotta, condisci a piacere e inforna di nuovo per qualche minuto.

Questa finta pizza è:

  • proteica
  • low carb
  • vegan
  • senza glutine
  • senza lievito, quindi adatta anche a chi non lo tollera
  • preparata con una sola farina facilmente reperibile
  • non contiene proteine artificiali.

E’ inoltre molto veloce da preparare, perfetta quindi per le voglie imporovvise di pizza. Puoi personalizzarla a seconda dei tuoi gusti e condirla con polpa di pomodoro oppure optare per un condimento in bianco, con della purea di ortaggi di stagione.

Ora ti lascio alla ricetta della finta pizza light, senza glutine, low carb, senza lievito e vegan…perchè Senza è buono 🙂

Finta pizza light low carb proteica senza glutine vegan

finta pizza proteica vegan

Dosi per una teglia da pizza rotonda da 30 cm

Ingredienti

  • 100 gr di farina di ceci
  • 290 gr di acqua
  • sale  q.b.
  • la punta di 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 filo di olio evo per ungere la teglia

Per condire:

  • polpa di pomodoro**
  • sedano, carota, cipolla
  • olio evo q.b.
  • basilico fresco
  • sale q.b.

*In caso di celiachia, tutti gli ingredienti a rischio di contaminazione devono essere certificati senza glutine

Procedimento

Setaccia la farina di ceci in una ciotola, aggiungi il sale e il bicarbonato e mescola. Poi l’acqua e mescola con una frusta per eliminare eventuali grumi. Lascia riposare in frigo la pastella ottenuta in frigo per 2-3 ore (è un passaggio non indispensabile, ma rende la pastella più digeribile).

Prepara il sugo con il quale condirai la finta pizza: trita cipolla, sedano e carota e mettili in una casseruola con un filo di olio e un cucchiaio di acqua (così non friggeranno), dopo qualche minutoi aggiungi la polpa di pomodoro e il sale e lascia cuocere per 12-15 minuti. Infine, aggiungi qualche fogliolina di basilico fresco. Spegni e fai raffreddare.

Riprendi la pastella e versala in uno strato sottile su una teglia per pizza unta di olio. Cuoci in forno preriscaldato a 190 gradi per 15 minuti. Se la superficie sarà cotta, condisci la finta pizza con il sugo che hai preparato in precedenza (se ti piace, puoi anche aggiungere della mozzarella senza lattosio o del formaggio vegano) e rimetti in forno ancora per 5 minuti.

Consigli e varianti

Vuoi rendere la finta pizza light ancora più proteica? Aggiungi sostituisci 100 gr di acqua con altrettanto albume (ovviamente, in questo caso non sarà più vegan).

Puoi variare il ripieno della finta pizza a seconda dei tuoi gusti:

  • pomodoro e carciofi
  • pomodoro, funghi e olive
  • pomodoro e olive

Provala anche in bianco:

  • purea di asparagi e mozzarella
  • purea di zucca e funghi
  • zucchine grigliate e mozzarella
  • pesto al basilico e verdure grigliate

Insomma, spazio alla fantasia!

**per questa ricetta ho usato la polpa di pomodoro Mutti, una polpa corposa, profumata, dal gusto bilanciato, non acidulo e dalla consistenza perfetta, senza semini nè bucce. Ottima per preparare la pizza o per condire la pasta, la polpa Mutti è ottenuta da pomodori italiani, rossi, dolci, maturi. 

Ho trovato la polpa di pomodoro Mutti nella Degustabox di aprile. Se anche tu vuoi ricevere la Degustabox per la prima volta, utilizza il mio codice sconto:

6S7N3

La Degustabox è una foodbox in abbonamento (puoi interromperlo quando vuoi) che ogni mese arriva a casa e contiene dai 12 ai 14 prodotti di grandi marchi, molte novità e alcuni prodotti certificati senza glutine.

polpa di pomodoro Mutti

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Non ci sono commenti

Rispondi

- Disclaimer -

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001

Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.

0
Your Cart
  • No products in the cart.