Piadina senza glutine: la ricetta facile e veloce

La piadina preparata con una sola farina naturale senza glutine

da Senza è buono
piadina romagnola senza glutinefarcita con crema di nocciole, pesche e granella

La piadina senza glutine è la versione per celiaci a base di farine naturali di una ricetta italiana tipica e famosissima. Si tratta anche di una ricetta vegana a base di pochissimi ingredienti. In Emilia Romagna, la piadina è una vera istituzione, un comfort food ma anche un cibo della tradizione che si può trovare sia in versione salata sia in versione dolce. 

Per questa ricetta senza glutine, devo ringraziare la mia carissima amica Alice del blog Ricette Vegolose, romagnola doc. Io te la propongo in versione dolce, ma per vedere anche la versione salata, corri a guardare la video ricetta che abbiamo pubblicato qualche tempo fa su Instagram 🙂

Piadina senza glutine (dolce)

Come già sai, sul mio blog troverai sempre e solo ricette a base di farine naturali, come riso, quinoa, miglio, mais, ovvero non uso miscele pronte. Quindi anche per preparare una buonissima piadina senza glutine, avrai bisogno di partire da una farina naturale, ovvero la farina di riso, l’unica presente nella ricetta. Si tratta di una farina senza glutine di facile reperibilità. Poi se vorrai arricchire la tua piadina con fibre, potrai usare anche la farina di riso integrale (come ho fatto io).

Oltre alla farina di riso, è indispensabile aggiungere un addensate, per conferire all’impasto la giusta elasticità. Infatti l’impasto dellla piadina va steso abbastanza sottile.

Noi abbiamo preferito usare la cuticola di psillio, l’addensante più naturale che possa esistere, Inoltre la cuticola di psillio contiene probiotici, veri alleati dell’intestino, quindi è consigliabile introdurre questo ingrediente nella tua dieta. 

Nelle miscele pronte troverai già gli addensanti utili per avere ottime performance, ma con le farine naturali funziona così: bosogna conoscerle, amarle e “aiutarle” per ottenere un buon prodotto finale. 

Ma è possibile sostituire lo psillio?

Sì, è possibile, Puoi usare lo xantano, ma il risultato non sarà esattamente come quello che abbiamo ottenuto noi.

Oltre a questi due ingredienti, dovrai aggiungere acqua, olio evo e sale. Niente lievito.

So che la piadina romagnola autentica si prepara con lo strutto ma è un ingrediente che personalmente non uso. E poi l’utilizzo dell’olio evo rende queste piadine senza glutine adatte a tutti, anche ai vegani. Quindi le piadine senza glutine all’olio evo sono un’ottima alternativa sana, saporita e bilanciata.

Dopo aver formato un panetto, potrai decidere se dividerlo a metà oppure in 4 e formare le piadine, stendendo l’impasto abbastanza sottile. La cottura aviene in padella, pochi minuti per lato.

Il risultato finale sarà una piadina da farcire, leggera e super buona!

Quindi, la piadina senza glutine di Alice è una ricetta:

  • vegan
  • senza glutine
  • senza lievito
  • versatile e buonissima!

Ora ti lascio alla ricetta della piadina senza glutine e vegan…perchè Senza è buono 🙂

Come preparare la piadina senza glutine e vegan

piadina romagnola senza glutinefarcita con crema di nocciole, pesche e granella

Ingredienti per 2 o 4 piadine piccole da cuocere in una padella da 24 cm

  • 150 g di farina di riso integrale
  • 20 g di cuticola di psillio in polvere
  • 150 g di acqua
  • 15 g di olio evo
  • un pizzico di sale

Per farcire:

  • crema di nocciole home made q.b.
  • 2 pesche gialle
  • granella di nocciole q.b.

Procedimento

Per preparare la piadina senza glutine, versa la farina di riso, la cuticola e il sale in una ciitola, mescola e unisci olio e acqua, Inizia a impastare con le mani, fino ad ottenere un panetto liscio. 

Dividi a metà o in 4 e stendi le piadine senza glutine abbastanza sottili. Se disideri i birdi più reglari, ritaglia con un piattino.

Disponi la prima piadina in una padella calda (senza olio, non è necessario) e cuoci per 3-4 minuti ogni lato. Fai così per tutte le piadine che avrai ottenuto.

Farcisci a piacere. Io ho spalmato sulla piadina della crema di nocciole, poi ho guarnito con pesche a fette e granella di nocciole.

Consigli e sostituzioni

Se non dovessi mangiarle entrambe o tutte e 4, puoi conservare le piadine già cotte e non farcite in frigo e, quando deciderai di mangiarle (ti consiglio entro un paio di giorni), potrai prima riscaldarle brevemente in padella e poi farcirle a piacere.

Puoi surgelare le piadine già cotte e scongelarle al bisogno. 

P.S. dai un’occhiata ai miei e-book di ricette: troverai tante ricette inedite tutte a base di farine naturali senza glutine, senza latticini e alcune anche proteiche.

Accompagna la tua piadina senza glutine con Estathè the verde bio:

 

Ho trovato questa bevanda nella Degustabox del mese, insieme a tanti altri prodotti senza glutine.

Acquista anche tu la box a un prezzo scontato usando il codice:

6S7N3

(NON AFFILIATO)

Stampa o salva PDF della ricetta

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento