Crostatine senza glutine light con pasta frolla alla farina di mais senza burro

Non lasciare che qualcuno ti impedisca di splendere.

Anche se i no ricevuti sono tanti. Anche se le porte in faccia fanno male. Anche se ti dicono che non ce la farai. E che non sei abbastanza.

Ti sembrerà di non farcela. E invece, poi, in qualche modo ce la farai.

 

Farina di mais: tipi e usi in cucina

Rustica, profumata e dal colore del sole, la farina di mais è molto versatile in cucina. Non è soltanto sinonimo di polenta -uno dei piatti della tradizione italiana- perché con questa farina naturalmente senza glutine è possibile preparare molti piatti, sia dolci sia salati.

Si tratta di un tipo di farina facilmente reperibile, ma spesso la sua lavorazione avviene in stabilimenti che producono farina di frumento, quindi per i celiaci è indispensabile accertarsi della sua idoneità, cercando sulla confezione la dicitura “senza glutine” oppure il simbolo della spiga barrata. Una volta acquistata, la farina di mais va conservata in un luogo fresco e asciutto, perché teme l’umidità, soprattutto nella sua versione integrale.

La farina di mais ottenuta dalla macinazione del chicco di granturco deriva da questo cereale che ha origini in America centrale e che si è diffuso in Italia e nel mondo a partire dal 17° secolo. Solo il 18% della produzione di questo cereale è destinata al consumo umano.

Quali sono le proprietà della farina di mais?

Questa farina è ricca di sali minerali, come potassio e fosforo e di antiossidanti. L’alto contenuto di proteine -leggermente inferiore alla quota proteica del frumento- la rende  molto adatta anche a chi pratica sport.

E in cucina?

Solitamente, è sconsigliabile utilizzare la farina di mais da sola, a meno che tu non stia preparando i tacos senza glutine. Di sicuro, è ottima per preparare il pane -sempre unita ad altre farine-, ma anche torte soffici senza glutine, biscotti e frolle. Il segreto sta tutto nel riposo in frigo e nella maggiore idratazione. Entrambi i fattori aiutano l’impasto ad essere meno friabile.

Quanti tipi di farina di mais esistono?

La farina di mais si differenzia non solo per il tipo di mais utilizzato ma anche per la granulometria.

  1. Farina di mais bramata: la più grossolana, perfetta per preparare la polenta, ma anche per friggere e per infarinare.
  2. Farina fioretto: farina a grana media, ottima per preparare polente morbide, ma anche crepes, tacos e crocchette.  Mescolata con farina di riso, può diventare un’ottima base per pasta frolla e biscotti.
  3. Farina di mais fumetto: la sua è la grana più fine, per questo viene impiegata per pancake, pastelle sottili, fritto e per la pasta frolla -mescolata ad altre farine-
  4. Farina di mais tostata: si tratta di un tipo di farina per panature leggermente tostata. Ha un sapore più deciso rispetto alla classica farina di mais.

Pasta frolla con farina di mais

Crostatine con frolla senza glutine alla farina di mais

Preparare la pasta frolla con la farina di mais significa utilizzare una farina naturale senza glutine con una buona quota proteica. Ovviamente, va unita ad altre farine senza glutine per realizzare un buon prodotto finale.

La ricetta della crostata senza glutine light a base di pasta frolla di mais che condivido con te oggi non è mia, ma di un’amica bravissima che seguo da tempo su Instagram. Si chiama Anna, su Instagram @desanne ed è davvero molto brava: nella sua gallery puoi trovare ricette sane ma golose, molte anche senza glutine, con indicazioni sulle calorie, ma anche consigli su benessere e fitness. Anna è davvero molto preparata in questo campo 🙂

Appena ho visto la sua crostata con frolla croccante alla farina di mais, me ne sono innamorata e ho dovuto replicarla!

La sua pasta frolla senza glutine prevede la farina di mais fioretto, quella per polenta ma a grana media. Questo tipo di granulometria dona agli impasto un aspetto rustico e un sapore incredibile. L’impasto è perfettamente lavorabile, come puoi vedere: sono riuscita a ritagliare anche delle formine. Una volta impastata, infatti, la pasta frolla con farina di mais va fatta necessariamente riposare in frigo.

Ora ti lascio alla riceta della crostata senza glutine light cin frolla croccante alla farina di mais…perchè Senza è buono 🙂

Crostata senza glutine light con frolla croccante alla farina di mais

Crostata senza glutine light

Ingredienti (dosi per 6 crostatine senza glutine light)*

Per la frolla:

  • 180 gr di farina di mais (fioretto)
  • 50 gr di farina di riso integrale
  • 50 gr di farina di mandorle
  • 1 uovo intero grande
  • scorza di 1 limone bio
  • 40-50 ml di bevanda di mandorle senza zuccheri aggiunti
  • 30 gr di crema di mandorle (o di arachidi)

Per farcire:

  • confettura di prugne q.b.
  • prugne fresche q.b.

*In caso di celiachia, tutti gli ingredienti a rischio di contaminazione devono essere certificati senza glutine

**io non ho aggiunto zuccheri, ma se sei abituata ai sapori molto dolci, ti consiglio di aggiungere 50 gr di zucchero di canna integrale (o altro dolcificante)

Procedimento

Versa le farine in una ciotola, aggiungi la scorza di limone e mescola. Se vuoi, puoi aggiungere il dolcificante scelto. Sguscia l’uovo in una ciotolina, sbattilo insieme alla crema di mandorle e aggiungilo alle polveri. Inizia a impastare e unisci poco alla volta la bevanda di mandorle. Se l’impasto dovesse risultare poco unito, puoi aggiungere ancora qualche cucchiaio rispetto alla dose prevista, ma aggiungilo poco alla volta. La consistenza finale sarà compatta. Forma una palla e lasciala riposare in frigo per 20 minuti.

Riprendi l’impasto e stendilo non troppo sottile. Spennella con un po’ di olio, se necessario, gli stampini da crostatina. Ritaglia 6 cerchi con un coppapasta della dimensione adeguata per gli stampini da crostatina e disponi la frolla all’interno. Copri con un cucchiaio di confettura e con le pugne fresche tagliate a metà e private del nocciolo.

Ritaglia la frolla rimanente e decora le crostatine. Cuoci le crostatine senza glutine light in forno statico a 180 gradi per 20 minuti, in forno ventilato a 170 gradi per 15 minuti.

Lascia raffreddare.

Consigli e varianti:

Puoi sostituire la crema di mandorle con la crema di nocciole o di arachidi.

Puoi variare la confettura e omettere le prugne fresche.

Puoi realizzare un’unica crostata senza glutine light. In questo caso, utilizza uno stampo rotondo da 18-20 cm.

 

 

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Non ci sono commenti

Rispondi

- Disclaimer -

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001

Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.