Quando un programma televisivo ispira…nascono i baci di dama senza glutine e vegan

Conoscete Bake Off Italia? Sì proprio quel programma trasmesso su Real Time e condotto da Benedetta Parodi, durante il quale pasticceri amatoriali si sfidano a colpi di delizie… io non l’ho seguito, ma mi è capitato di vedere qualche puntata (neppure per intero, a dire la verità!). Ebbene, una di queste concorrenti aveva realizzato un pasticcino che mi ha molto colpito: i baci di dama alle arachidi.

Appena ho sentito quelle parole magiche, i miei neuroni hanno iniziato a lavorare e a pensare come realizzarli in versione gluten free e, volendo, anche veg… già immaginavo il sapore rustico delle arachidi insieme con la scioglievolezza sublime del cioccolato fondente: un’esplosione di sapori! Poi, conoscete già la nostra passione per le noccioline…e dopo i cookies e i muffin, ecco qui che sono nati i baci di dama senza glutine e vegan alle arachidi. Sono perfetti per la merenda, accompagnati da un bel di thè caldo.

baci-di-dama-senza-glutine6

Quali farine ho usato per i baci di dama senza glutine? Come sempre, farine naturalmente gluten free: farina di riso e farina di grano saraceno. Niente burro, come sempre, ma olio, latte vegetale e zucchero integrale: semplicissimi, no?! E vi assicuro che sono davvero molto buoni!

Ovviamente, se non avete le arachidi, o non vi piacciono, potete sostituirle con mandorle o nocciole.

Con questi deliziosi baci di dama senza glutine partecipo al Gluten Free (fri)Day:

Ecco a voi la ricetta dei baci di dama senza glutine e vegan alle arachidi perfetti per i celiaci ma anche per chi soffre di intolleranze a frumento, uova, lievito, latte, oppure soia…perché “Senza è buono”.

baci-di-dama-senza-glutine3

Baci di dama senza glutine e vegan alle arachidi

Cosa mi serve?

  • 100 gr di arachidi (tostate ma non salate) (oppure la stessa quantità di mandorle o di nocciole)
  • 110 gr di farina di riso finissima certificata senza glutine (per me Nutrifree)
  • 90 gr di farina di grano saraceno integrale certificata senza glutine
  • ½ bustina di polvere lievitante biologica e senza glutine Lo Conte, a base di cremor tartaro e bicarbonato
  • 130 gr di zucchero di canna integrale certificato senza glutine
  • 80 ml di olio di riso o di mais biologico
  • latte vegetale q.b. (io h usato quello di mandorla Provamel)
  • 30 gr di cioccolato fondente senza latte e senza glutine

Come si fa?

Ridurre in farina le arachidi insieme con lo zucchero integrale. In una ciotola mescolare la farina di riso, quella di grano saraceno e la polvere lievitante;  aggiungere le arachidi ridotte in farina con lo zucchero, l’olio e il latte poco alla volta per raggiungere la giusta consistenza: l’impasto dovrà risultare morbido ma lavorabile. Formare tante palline (leggermente schiacciate) della stessa grandezza e disporle su una teglia coperta di carta da forno. Cuocere a 180° in forno preriscaldato per circa 10-15 minuti. Lasciar raffreddare i baci di dama senza glutine. Sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente e accoppiare i biscotti ormai freddi. Lasciar rassodare il cioccolato prima di gustarli.

baci-di-dama-senza-glutine5

baci-di-dama-senza-glutine2

…più da vicino… 😉

baci-di-dama-senza-glutine1

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

12 Commenti

  • Rispondi
    Rosa
    23 Gennaio 2015 a 12:22

    Wow, Leti!!! Belli e buoni, complimeti!!! Gnam

    • Rispondi
      Senza è Buono
      23 Gennaio 2015 a 20:32

      Grazie cara Rosa!!!! Kiss

  • Rispondi
    Stefania FornoStar
    23 Gennaio 2015 a 18:29

    Che idea! Io non ho visto nemmeno un minuto di questa trasmissione… evidentemente ho sbagliato!
    Bravissima as usual, anzi di più!

    • Rispondi
      Senza è Buono
      23 Gennaio 2015 a 20:33

      Grazie Stefania!!! Arrossisco!!! Comunque la trasmissione non era un granchè!! 😉

  • Rispondi
    Sonia
    24 Gennaio 2015 a 17:40

    mihhhhh!! ti dirò: non seguo masterchef (tranne rarissime volte per errore!) ma mi è capitato di vedere delle puntate di bake off nelle quali ho rivalutato Knam, e rimango estasiata dalle ricette tanto che vorrei andare subito a replicarle!! loro sono bravissimi, davvero, e tu non sei da meno! altro che lavare i piatti!! bacioni e brava!

    • Rispondi
      Senza è Buono
      25 Gennaio 2015 a 10:45

      Grazie Sonia! Sei sempre tanto cara! I miei pasticcini sono sempre di una semplicità unica, rispetto a tutte le tue prelibatezze, altro che Bake off!!!! 😉 Bacioni

  • Rispondi
    Anna
    7 Febbraio 2015 a 0:17

    Ciao! Belli e buoni,ti rubo subito la ricetta,mi hai fatto venire una voglia di provarli…..

    • Rispondi
      Senza è Buono
      7 Febbraio 2015 a 10:50

      Ciao Anna!!! Qui sono spariti in brevissimo tempo… sono troppo golosi! Fammi sapere!!!

  • Rispondi
    nat
    14 Febbraio 2016 a 10:04

    Ciao! Complimenti per le tue ricette, semplici ma buone.
    Con questa sono al secondo tentativo, il primo ok e in questo i miei baci si sono appiattiti tutti! La consistenza mi sembrava sempre la stessa! Hai un consiglio per questa pasticciona, per favore?
    Ciao

    • Rispondi
      Senza è Buono
      14 Febbraio 2016 a 10:23

      Ciao Nat! Benvenuta 🙂 grazie per i complimenti…mi fanno davvero piacere!
      Per quanto riguarda i baci, li ho preparati molte volte e non mi si sono mai appiattiti…proprio perchè la consistenza dell’impasto crudo è quella di una frolla, quindi “stabile”, non è un impasto montato a base di burro e uova, come nella ricetta originale dei baci piemontesi… potrebbe dipendere dalla farina che hai usato? L’hai cambiata? Oppure è il forno: lo hai impostato in modalità ventilata? Sono tutte ipotesi… spero di averti aiutata in qualche modo! Non demordere e aggiornami! Un abbraccio cara! Leti

  • Rispondi
    nat
    14 Febbraio 2016 a 23:16

    Ciao! Ho usato le stesse farine, ho sostituito l`olio, mettendo quello di girasole e al posto del latte di mandorle ho messo quello di riso…… il forno l`ho usato statico, posso dirti che ho faticato un po` ad impastare, si sbriciolava e ho dovuto mettere ancora del latte. Sono venuti duri oltre che piatti! Ma io ho sempre paura che non cuociano bene e allungo i tempi di cottura! Be` come ti avevo detto, con i dolci sono un disastro! Comunque ci riproverò! Ciao ciao

    • Rispondi
      Senza è Buono
      14 Febbraio 2016 a 23:41

      L’olio non è un problema, forse il latte di riso (è l’unica variabile…perchè io li faccio spesso come ti dicevo e sono sempre venuti, ma con il latte di mandorla): ha un’altra consistenza rispetto al latte di mandorla, è più liquido e meno corposo…poi la cottura… i biscotti vegan e senza glutine non vanno mai cotti per più di 10, al massimo 15 minuti (il mio forno è piuttosto potente quindi bastano 10 minuti)…non devi preoccuparti che non cuociano, anzi! Poi se li ha confezionati piccoli, bastano davvero pochi minuti 🙂 Non sei un disastro, devi solo prenderci l’abitudine! E poi, nella realizzazione delle frolle, che sono le più difficili da preparare, soprattutto se vegan e gluten free, spesso influisce anche l’umidità dell’ambiente: magari oggi era un giorno poco umido e le farine ne hanno risentito. Vedrai che la prossima volta andrà meglio! Un abbraccio, Leti

    Rispondi

    - Disclaimer -

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001

    Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.

    0
    Your Cart
    • No products in the cart.