Come fare la frittata vegana con farina di ceci: la mia guida e una ricetta

Mi piace pensare che tutto l’amore speso non andrà mai perso. Perchè non avrebbe alcun senso impegnarti, esserci, e poi vedere tutto andare in fumo all’improvviso.

Mi piace pensare che qualcosa resterà sempre.

Proprio come le ricette che condivido con te qui sul blog.

E’ un impegno. Una sfida continua. Un traguardo che non sempre riesco a raggiungere. Ma ci provo sempre, anche quando il tempo manca.

Oggi per te una ricetta salata. Una di quelle che preparo spesso, ma modificata, personalizzata, grazie a un’ingrediente che ha reso questa frittata vegana davvero speciale.

Cos’è la frittata vegana?

La frittata vegana è una frittata senza colesterolo, perchè a base di farina di ceci: per questo è anche una ricetta naturalmente senza glutine e senza lievito; è una rivisitazione della celebre cecina toscana e una preparazione molto semplice e nutriente, adatta a chi non può mangiare uova o a chi segue un’alimentazione green.

Chiamata anche farifrittata, questo piatto contiene calcio, fosforo e ferro e proteine vegetali. Ideale per utilizzare ortaggi di stagione, la frittata di ceci si può farcire con verdure a piacere e può essere personalizzata a seconda dei propri gusti.

Tuttavia, la preparazione, dall’apparenza semplice, potrebbe nascondere delle insidie. 

Devi sapere che è uno dei miei piatti preferiti, quindi oggi voglio svelarti alcuni semplici trucchetti per preparala in maniera impeccabile. 

Come preparare la farifrittata, la frittata vegana con farina di ceci

Puoi cuocere la frittata vegana sia in padella sia in forno.

Se scegli la cottura in padella, il procedimento necessita di alcuni accorgimenti in più, ma la cottura sarà più rapida.

  1. Ricorda che la dose di farina deve essere la metà rispetto alla quantità di acqua;
  2. una volta pronta la pastella, per rendela più digeribile, puoi farla riposare in frigo per 2-3 ore. Io non lo faccio quasi mai e questo non compromette la riuscita della farifrittata;
  3. assicurati che la padella sia antiaderente e che sia unta con olio evo (basta 1 cucchiaino da distribuire con uno scottex);
  4. posiziona la padella sul fuoco e lasciala scaldare per bene, prima di versare la pastella. La pentola deve essere ben calda;
  5. cuoci la farifrittata con il coperchio a fuoco bassissimo. Non la muovere per i primi minuti. Dopo qualche minuto, solleva il coperchio e verifica la cottura. Te ne accorgerai dai bordi che saranno un po’ scuriti. Muovi la padella, se la farifrittata si stacca, sarà cotta da un lato e potrai capovolgerla-per farla cuocere sull’altro lato- aiutandoti con il coperchio.

Se, invece, preferisci una cottura più lenta ma leggera e light, opta per il forno. In questo caso, saranno necessari pochissimi accorgimenti:

  1. per quanto riguarda le dosi, vale lo stesso discorso della cottura in padella: 1 dose di farina, 2 di acqua;
  2. utilizza carta da forno, ma dovrai spennellarla con un po’ di olio, altrimenti la farifrittata si attaccherà sul fondo;
  3. cuocila a 200 gradi, controllando la cottura.

Farifrittata: la mia ricetta

La ricetta della farifrittata che condivido oggi con te è cotta in forno, quindi è light e contiene la vellutata vegetale Zuegg bio con zucca, carota e zenzero. Per questo motivo, ha una consistenza più morbida ed è molto saporita. Io ho aggiunto anche olive nere e semi di zucca.

Ovviamente, si presta a mille varianti, puoi personalizzarla come vuoi. Nelle note troverai tutte le idee che mi sono venute in mente 😉

Inoltre, è davvero velocissima da preparare: solo 5 minuti per preparare la pastella, poi dritta in forno.

Tra l’altro, se mi segui da un po’, sai bene quanto io adori la farina di ceci. E sul blog puoi trovare ricette salate senza glutine, come:

Ma anche ricette dolci senza glutine, come:

Ora ti lascio alla ricetta della frittata vegana con farina di ceci proteica senza glutine vegan…perchè Senza è buono 😉

Farifrittata alla zucca in forno senza glutine vegan

farifrittata cotta in forno light proteica

Ingredienti*

(dosi per una teglia quadrata da 16 cm)

  • 100 gr di farina di ceci
  • 240 gr di acqua naturale
  • 100 gr di vellutata Zuegg bio zucca carote e zenzero
  • sale q.b.
  • 1 cucchiaino di olio evo
  • olive nere q.b.
  • semi di zucca a piacere

*In caso di celiachia, tutti gli ingredienti a rischio di contaminazione devono essere certificati senza glutine

Procedimento

Setaccia in una ciotola la farina di ceci, aggiungi il sale, l’acqua e la purea di zucca. Mescola con un cucchiaio o con una frusta a mano, per eliminare eventuali grumi. Aggiungi anche i semi di zucca e le olive nere tagliate a rondelle.

Accendi il forno e lascialo riscaldare a 200 gradi.

Rivesti con carta da forno una teglia quadrata, spennella con olio evo e versa l’impasto. Inforna la farifrittata e lasciala cuocere per 25-30 minuti. COntrolla la cottura.

Estrai dal forno e gustala tiepida, accompagnata con un’insalata.

Con queste dosi ho ricavato 4 quadrati di farifrittata.

Consigli e varianti

Al posto della purea zucca carote e zenzero pronta, puoi utilizzare:

  • purea di cavolfiore pronta (facendo bollire del cavolfiore che poi frullerai) e olive nere
  • purea di broccoli e aglio in polvere
  • pesto di lattuga (frulla lattuga, olio e mandorle tostate e otterrai una cremina deliziosa)
  • passata di pomodoro, origano e olive a fettine
  • purea di spinaci

Conseva la farifrittata in frigo e consumala- riscaldata in padella per qualche istante-entro 2-3 giorni. Puoi congelarla.

Puoi preparare una farifrittata più grande raddoppiando le dosi e realizzarla più sottile, utilizzando una teglia più ampia.

 

Ho trovato la Vellutata Zuegg bio nella Degustabox di ottobre. Puoi acquistarla anche tu fino a metà mese a un prezzo scontato (9,99 euro anzichè 15,99), utilizzando il codice:

6S7N3

farifrittata frittata vegana cotta in forno

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Non ci sono commenti

Rispondi

- Disclaimer -

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001

Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.