Crescere. Guarire. Evolvere. Torta mirtilli e mele vegan senza glutine e sugar free

Nulla accade per caso. Ciascun accadimento della vita ha un motivo ben preciso. Segue i suoi percorsi, a volte chiari e lineari, a volte oscuri e tortuosi. E ci porta sempre da qualche parte. E’ una certezza.

Ma comprenderlo è un processo graduale, che necessita di tempo e pazienza. Si attende. Come quando si percepisce in lontananza il rimbombare dei tuoni. Il cielo è carico di nubi e sai che pioverà. Sai con certezza che ciò che deve essere, sarà. Ma aspetti il momento perfetto. Quello che ti sorprenderà. Guardi in alto. Chiudi gli occhi. Trattieni il fiato. Quando la prima goccia scenderà ai tuoi piedi, tutto sarà limpido davanti a te. E capirai.

Capirai che qualunque cosa succeda, puoi sopportarlo. Scoprirai all’improvviso di avere tutte le risorse per affrontarlo. L’importante è andare avanti, imparare dai tuoi errori. Cadere. Rialzarsi. Crescere. Guarire. Evolvere.

La ricetta di oggi è un passo avanti, per me. Perchè ho spesso difficoltà a preparare torte soffici senza uova e senza latticini. Ma questa volta ho voluto osare. E quindi, oltre che vegan, questo dolce è anche senza glutine, preparato con farine integrali, senza lievito e senza zucchero. Ma profumato e ricco di frutta. Frutta che vi consiglio di scegliere bene, altrimenti la torta non saprà di molto.

Torta mele e mirtilli vegan, senza glutine e sugar free

 

Come la Torta di mele di qualche tempo fa, anche questa Torta mirtilli e mele è senza zuccheri aggiunti: ho semplicemente frullato dell’uvetta per una torta più sana. Per quanto riguarda la frutta, scegliete le renette. Inoltre, i mirtilli: i miei erano surgelati, perché ormai non è più stagione, ma io approfitto sempre per farne scorta, facendo dei sacchettini che poi metto in freezer e, all’occorrenza, lascio scongelare.

Insomma, un dolce per la colazione che sarà apprezzato sia dai celiaci, ma anche da chi non può mangiare latticini, uova e lievito.

Ma ora basta chiacchiere, vi lascio alla ricetta della mia Torta mirtilli e mele vegan, senza glutine, senza zucchero…perchè Senza è buono 😀

Torta mirtilli e mele vegan, senza glutine, senza zucchero

 

Torta mele e mirtilli vegan, senza glutine e sugar free

 

Dosi per una tortiera dal cerchio apribile da 18 massimo 20 cm

Cosa serve? *

  • 120 gr di farina di grano saraceno integrale
  • 80 gr di farina di sorgo integrale
  • 70 gr di farina di mandorle
  • 15 gr di farina di semi di lino
  • 6 grammi di lievito naturale composto da 3 gr di cremor tartaro e 3 gr di bicarbonato
  • 320 gr di latte di cocco full fat [con almeno il 60% di cocco]- in alternativa, andrà bene il latte di mandorle non dolcificato
  • 90 gr di olio di riso bio oppure di mais
  • 150 gr di uvetta
  • scorza e succo di limone bio
  • mirtilli q.b.[i miei erano surgelati]
  • 2 mele renette

Per decorare:

  • fettine di mele e mirtilli
  • farina di cocco [opzionale]

* In caso di celiachia, tutti gli ingredienti a rischio di contaminazione devono essere certificati senza glutine

Come si fa?

Se i mirtilli sono surgelati, vi consiglio di lasciarli scongelare per qualche ora.

Nel frattempo, pulite e tagliate le mele, una parte a spicchi sottili per la decorazione e una parte a tocchetti. Irroratele con il succo di limone e lasciatele riposare. Versate l’uvetta in una ciotola, aggiungete acqua tiepida e fatela ammollare.

Setacciate le farine in una ciotola, mescolatele insieme a cremor tartaro e bicarbonato e alla scorza del limone. Unite il latte di cocco e mescolate con una frusta. Aggiungete l’olio. Scolate l’uvetta, versatela nel mixer e tritatela. Se il mixer non dovesse riuscire a tritarla per bene, aggiungete qualche cucchiaio di acqua. Aggiungete all’impasto anche l’uvetta tritata e, infine le mele e i mirtilli che si saranno scongelati, lasciandone una parte per la decorazione.

Accendete il forno e regolatelo a una temperatura di 170 gradi. Foderate con carta forno uno stampo tondo a cerniera. Versate l’impasto, livellatelo e decorate con mele a fettine sottili e mirtilli. Infornate per circa 35 minuti.Verificate la cottura con uno stecchino. Dovrà uscire asciutto. In caso contrario, lasciate ancora per 10-12 minuti la torta in forno.

Sfornate, lasciate raffreddare la Torta mirtilli e mele, decoratela con farina di cocco e gustate con un ottimo thè caldo.

 

Torta mele e mirtilli vegan, senza glutine e sugar free

 

Torta mele e mirtilli vegan, senza glutine e sugar free

 

creative wordpress theme

Commenti (18)

  • Come già scritto su Instagram, nonostante io sia credente e ripongo totale fiducia nei piani di Dio, alle volte trovo complicato capire le strade scelte da Lui(magari perchè complicate e tortuose)…ma tutto accade per una ragione precisa e c’è un tempo per ogni cosa…e poi ogni singolo evento ci ha portato dove siamo ora…La torta è buonissima e questa estate ti passo a trovare solo per mangiare dolci da mattina a sera:P….scherzi a parte le foto sono splendide ed io alle 9,35 in ufficio ho già fame:D

    Rispondi
    • Eh sì, cara, è propri vero, anche io ho difficoltà a comprendere certi percorsi, ma sono necessari. La comprensione e l’accettazione arriveranno con il tempo. Comunque, io ti aspetto, passa quando vuoi, qui di dolci ce ne sono sempre tanti, per colazione e per merenda e fanno anche bene ^.^ un abbraccio grande

      Rispondi
  • Che bella ricetta! La proverò senz’altro! Sostituirò sorgo con teff X diminuire ig e ometterò L’uvetta X lo stesso motivo! Grazie 😊
    Manu

    Rispondi
    • Grazie Manuela, ma mi raccomando, utilizza frutta moolto saporita 😀 fammi sapere :-*

      Rispondi
  • Lo dico sempre anche io: tutto è scritto e niente è casuale … tu sei una forza della natura, guarda cosa riesci a fare senza glutine e senza grassi. Buona la tua torta, se me ne potessi passare una fettina adesso, la mangerei proprio volentieri.

    Rispondi
    • Amica mia tanto saggia <3 sei speciale, sai? Ti abbraccio forte forte e ti offro una fetta di questo dolce buono buono :-*

      Rispondi
  • Ha un aspetto davvero delizioso e se tanto mi da tanto lo deve proprio essere! Complimenti!! Ti seguo sempre, lo sai, ma la mia testa dura e balenga mi porta sempre a fare dolci che di sano hanno poco. Buoni si ma mannaggia il mio stomaco inizia a dare segni di insofferenza e dovrei seguire di più i tuoi consigli. Chissà che non inizi con un’anima torta di mele… 😘

    Rispondi
    • Carissima, grazie <3 è una torta semplice semplice ma buonissima. E poi, per chi come te è abituata a sapori diversi, potrebbe essere una bella e buona scoperta ^.^ ti abbraccio forte forte

      Rispondi
  • Vabbè pure “anima” è uscito in automatico… che sia un segno?? 😄

    Rispondi
    • Piccolo lapsus ^.^ :-*

      Rispondi
  • Leti, ho salvato anche questa bellissima ricetta…mi piace assai! Grazie ancora per tutto cara!
    Un abbraccio grande,
    Mary💝

    Rispondi
    • Carissima, grazie a te, sei una persona meravigliosa. Un abbraccio, Leti

      Rispondi
  • Brava Leti, è questo lo spirito giusto per affrontare i momenti di difficoltà! “L’importanza di saper cadere” è fondamentale nella vita, soprattutto per un’animo puro e sensibile (anche molto raro, mi sentirei di aggiungere) come il tuo.
    Questa torta è l’ennesima dimostrazione che “senza è buono” anzi, BUONISSIMOOOOOOO!!!
    Un bacio tesorina <3

    Rispondi
    • Tesoro, grazie <3 per le tue parole, per tutto, ti voglio bene :-*

      Rispondi
  • Leggere queste parole mi scalda il cuore. Sempre avanti, Leti. Che se ci è dato è perché possiamo sopportarne il peso, sia della fatica, che della gioia.
    Sei un incanto….. ma lo sai <3

    Rispondi
    • Anche tTu sei un vero incanto <3 grazie Erica, davvero, grazie di cuore. Ti abbraccio forte forte :-*

      Rispondi
  • grazie per questa torta senza, esteticamente ha attirato la mia attenzione, scettica quando ho letto gli ingredienti. ho però avuto fiducia e mi son dovuta ricredere. l’ho copiata pari pari e devo fare i complimenti perchè è venuta non dico uguale ma molto simile. la persona che l’ha ricevuta ne è stata entusiasta e mi ha incoraggiata a farne/copiarne altre. ora scorro le tue ricette senza e troverò sicuramente qualcosa. grazie

    Rispondi
    • Carissima, perdona il ritardo con il quale rispondo, è un periodo intensissimo… ti ringrazio molto per le tue parole, che per me sono speciali davvero: sapere che qualcuno apprezza i miei esperimenti mi riempie di felicità. Fammi sapere se proverai altre ricette, scrivimi pure quando vuoi ^.^ un abbraccio grande grande

      Rispondi