Cos’è la felicità?

Vi è mai capitato di pensare alla felicità? Sapete cosa sia realmente?

Qual è la sua vera natura?

È forse una questione di sensazioni, di percezioni? È il raggiungimento di un equilibrio mentale? Oppure è qualcosa di effimero, inarrivabile, che non si può afferrare?  È una meta da prefiggersi? O un orizzonte al quale ambire, ma che non si avvicinerà mai a noi? È  legata una persona? O riguarda solo noi stessi?

Io me lo chiedo ogni giorno. E rifletto spesso sull’argomento.

Non è sempre facile riconoscere la felicità. E forse, quando lo siamo, non ce ne rendiamo conto fino in fondo. Perchè è nella natura dell’essere umano sentirsi sempre insoddisfatti. Non ci sentiamo mai “arrivati”, dobbiamo sempre ambire a qualcosa di meglio. E non ci accorgiamo che la felicità è fatta di piccole cose. Di quotidianità semplice. Di sorrisi, salute e tranquillità. Di passioni trasformate in un lavoro. E di passatempi piacevoli da curare.

Se la felicità è questa, forse non è così difficile raggiungerla 😉

Felicità è anche cucinare un buon piatto leggero, ma ricco di gusto e gustarlo in compagnia. Come il primo che vi propongo oggi 😉

È un primo particolare, anche se dall’aspetto non si direbbe. Ed è costituito da un ragù di verdure in bianco. Con un ingrediente speciale, il sedano rapa, del quale vi ho già parlato qui, dove vi ho anche proposto delle cotolette originali e vegan. Si tratta di un tubero molto adatto a chi segue una dieta ipocalorica, inoltre è diuretico e drenante. L’ho abbinato a carote e cipolla tagliate a dadini e a olive e mandorle tritate, per un primo piatto semplice, ma delizioso e ricco di sapore…a noi è piaciuto molto!

Pasta di mais con ragù di verdure croccanti

Ho scelto la pasta 100% mais biologico, che non contiene ingredienti particolari. Se preferite, potete sostituirla con pasta di riso, oppure di miglio, ma abbiate sempre l’accortezza di leggere l’etichetta.

Ora vi lascio alla ricetta degli spaghetti di mais con ragù di verdure croccanti senza glutine, vegan e senza soia, adatta  celiaci, vegani e intolleranti…perchè Senza è buono!

Spaghetti di mais con ragù di verdure croccanti senza glutine e vegan

Pasta di mais con ragù di verdure croccanti

Cosa mi serve?

Ingredienti per due persone:

  • 140 grammi di spaghetti bio 100% mais  Fior di Loto
  • 200 grammi di carote
  • 60 grammi di cipolla bianca
  • 200 grammi di sedano rapa già lessato
  • olive nere q.b.
  • mandorle non pelate q.b.
  • 2 cucchiai di olio evo
  • sale integrale bio q.b.

*In caso di celiachia, tutti gli ingredienti a rischio devono essere certificati senza glutine

Come si fa?

Preparate il ragù di verdure croccanti

Raschiate con un coltello le carote, sciacquatele sotto l’acqua corrente e tagliatele a cubetti piccoli. Pulite e lavate la cipolla, tagliate anche questa a pezzetti.

Riscaldate una padella antiaderente (la mia è in pietra), aggiungete l’olio evo. Poi le carote e la cipolla e lasciate cuocere le verdure per qualche minuto. Se si dovessero asciugare troppo, aggiungete qualche cucchiaio di acqua.

Dopo aver pulito e sbollentato il sedano rapa, tagliatelo a cubetti e aggiungetelo alla carota e alla cipolla. Regolate di sale.

Nel frattempo, fate tostare una manciata di mandorle in una padella con un pizzico di sale integrale. Lasciatele raffreddare e tritatele grossolanamente nel mixer.

Tritate grossolanamente anche le olive nere (se volete, potete lasciarne qualcuna intera per la decorazione finale).

Cuocete la pasta di mais

Mettete a bollire abbondante acqua salata in una pentola. Buttate la pasta e lasciatela cuocere, seguendo le istruzioni riportate sulla confezione.

Condite la pasta con il ragù di verdure

Scolate la pasta di mais e buttatela nella padella con il ragù di verdure, spadellate per qualche istante. Impiattate e decorate con olive nere e mandorle salate, tostate e tritate. Servite immediatamente.

Pasta di mais con ragù di verdure croccanti

creative wordpress theme

Commenti (6)

  • Ame piace molto il sedano rapa, lo dicevo proprio poco fa, da un altra amica blogger. Anche con la pasta non l’ho mai provato però. Mi piace questa ricetta, penso abbia un gusto fresco.
    La felicità? La felicità per me, è essere in pace con me stessa. Volermi bene, assecondare il mio corpo e godere di tutto ciò che ho di bello interno. E intorno a me (ma anche a tutti quanti) ce ne sono di cose belle!! Il cielo, il sole, le nuvole, le montagne, gli alberi fioriti, un fiore che sboccia … e poi le cose più personali: il mio babbo che anche se tremante, mi sorride quando mi vede. La mamma che mi manda ancora il mio piatto preferito. Il sorriso di mio nipote Christian quando mi vede e mi tende le manine e mi da i suoi baci bavosi sulla guancia. Mia figlia felice che guarda il suo cucciolo. Io sono una persona fortunata, che ha imparato a godere e gioire delle cose belle della vita. Scusa per il pippone che ho scritto 🙂
    Ti abbraccio Leti e sii felice, è così bello essere felici.

    Rispondi
    • Esatto Terry, questa pasta ha un gusto fresco, giusto un’anteprima dell’estate 😉 le parole che hai scritto sono bellissime <3 e hai centrato l'argomento 🙂 bisogna imparare a godere delle cose belle della vita, seppur semplici. Anche io ti abbraccio forte forte

      Rispondi
  • Penso che la felicità sia una condizione astratta e ognuno la vive a modo suo…io la cerco nella quotidianità e trovo sempre nuove occasioni per sentirmi felice e soddisfatta del mio presente 🙂 questa è x me l’unica arma x non segregarla in un angolo in attesa di tempi migliori.
    Sicuramente il tempo che spendo in cucina e a tavola in compagnia sono tra questi momenti..e con un bel piatto come il tuo sfido chiunque a sentirsi infelice 🙂
    Buona serata Leti <3
    ps: sempre più in sintonia con gli ingredienti…siamo anime gemelle 😛

    Rispondi
    • Grazie Consu! Bellissimo pensiero <3 e non potrei che essere d'accordo con te 🙂 Un abbraccio e sì, confermo, siamo troppo in sintonia 😉

      Rispondi
  • Ottimo questo piatto di pasta, con tutte queste verdurine che adoro!!!

    Rispondi
    • Confermo! è un piatto semplice, quasi spartano ma delizioso 🙂 Grazie Simona cara! Un abbraccio, Leti

      Rispondi