Un sorriso… a tavola e per il GFFD!

Oggi “faccio il verso” a un prodotto supercommerciale, che nella sua versione “ufficiale” contiene glutine e formaggio… avete presente quel fagottino dal ripieno salato cremoso e filante che contrasta con il croccante della panatura esterna? …eh sì, sono proprio loro, i Sofficini!!! In rete esistono tante versioni, io ve li propongo senza glutine, senza latte e vegan, cotti in forno.

Sofficini senza glutine e vegan

Inutile dirvi quanto siano buoni! Questi fagottini sono proprio un delizioso sfizio salato! Si possono realizzare in versione mini, come aperitivo, oppure più grandi, da servire per cena! Io vi consiglio di prepararne in abbondanza (visto che l’esecuzione è un po’ articolata) e di surgelarli così da tenerli sempre pronti.

Ma vediamo nel dettaglio gli ingredienti. Per l’impasto esterno ho usato la farina di riso finissima che è necessaria per ottenere un composto liscio e
Sofficini senza glutine e vegan senza grumi. Per quanto riguarda la panatura, quest’ultima si può realizzare sia in versione vegan – preparando una pastella con acqua e farina di riso – sia in versione non veg – usando una o due uova – . Per farcirli, ho optato per la passata di pomodoro condita con origano e un pizzico di sale e, non potendo mangiare formaggio, ho scelto di usare la celebre Mozzarisella fumè. Si tratta di una preparazione a base di riso integrale – senza glutine e senza soia– e nella sua versione fumè ha un sapore molto simile alla scamorza affumicata… in forno, diventa cremosa! Se non riuscite a trovare la Mozzarisella (è in vendita nei negozi bio) o non vi piace, potete sostituirla con un cucchiaio di besciamella senza glutine e veg.

Sofficini senza glutine e vegan
È ovvio che con il ripieno si può spaziare: funghi, spinaci, pomodoro, zucchine o melanzane…
Ma ora basta chiacchiere, ecco i Sofficini senza glutine, adatti anche a vegani e intolleranti…perché “Senza è buono”!
Con questa ricetta, partecipo al 100% Gluten Free (fri)Day

Gluten Free (fri)Day

Sofficini senza glutine e veg

Cosa mi serve?

Per l’impasto:

  • 400 ml di acqua
  • 220 gr di farina di riso finissima certificata senza glutine
  • una presa di sale
  • un cucchiaio di olio extravergine d’oliva

per farcire:

  • pomodoro, mozzarisella e origano, o mozzarisella e spinaci, oppure funghi e mozzarisella…

per impanare:

  • pastella fatta con acqua e farina di riso (oppure: 2 uova)
  • pangrattato di riso certificato senza glutine

Come si fa?
Versare l’acqua in un pentolino con olio e sale e portare a ebollizione. A questo punto, versare nell’acqua, in una sola volta, la farina di riso: mescolare velocemente il composto, che risulterà piuttosto sodo. Spegnere il gas e lasciar intiepidire l’impasto.
Una volta tiepido, lavorare il composto con le mani, finchè non diventa una palla liscia. Stendere con il mattarello (non troppo sottile, né troppo spesso) e ritagliare i fagottini. Inserire il ripieno scelto e richiudere per bene.
Preparare la panatura: in un piatto fondo mescolare, a occhio, acqua e farina di riso, fino ad ottenere una pastella abbastanza densa (per la versione non veg: sbattere un uovo). In un altro piatto versare il pangrattato di riso . Passare velocemente i fagottini nella pastella (o nell’uovo) e nel pangrattato e disporre su una teglia ricoperta di carta da forno. Condire i fagottini con un filo d’olio e infornare a 200° fino a doratura. Si possono anche friggere in padella.

Sofficini senza glutine e vegan

Sofficini senza glutine e vegan

creative wordpress theme

Commenti (22)

  • E poi dicono che certe cose “senza” non si possono fare… Tu sei la dimostrazione che si può fare tutte e bene per giunta!
    Bravissima!

    Rispondi
    • Grazie Stefania!!! Le tue parole mi riempiono il cuore di felicità!!! Poi dette da te che sei uno dei miei punti di riferimento, per quanto riguarda la cucina gluten free, assumono tutto un altro valore!!! Bacioni 🙂

      Rispondi
      • Sto preparando questi sofficini speriamo che mi vengano bene:-) ti ringrazio perché mi stai dando una bella mano in cucina 🙂

        Rispondi
        • Grazie a te Teresa! Mi fa piacere aiutarti 🙂 contattami per qualsiasi difficoltà o dubbio! Un abbraccio, Leti

          Rispondi
  • Li avevo preparati l’anno scorso usando la farina d’orzo ma mi serviva la versione senza glutine e avevo paura del risultato. Invece eccoli qui: golosi più che mai! ti rubo la ricetta tesoro mio, appena riesco voglio deliziare la ciurma e la sottoscritta con questa prelibatezza unica!
    sei insuperabile in tutto, un grande amica e ringrazio il fato di averti scovato !
    baci

    Rispondi
    • Manuela, grazie! Addirittura insuperabile! Anche io sono felicissima di averti conosciuta e mi sento fortunata ad averti come amica, sei una persona splendida! Mi raccomando, fammi sapere come ti sono riusciti, sono certa che piaceranno moltissimo alla ciurma! Noi ce li siamo divorati!!! Bacioni!

      Rispondi
  • beh, per cena sarebbero perfetti! li ho fatto un paio di settimane fa usando una farina dietoterapica, mai fatti con quella di riso, la prossima volta li provo così ché mi stanno simpatici! grazie mille e bacioni

    Rispondi
    • Ciao Sonia! Sai, io preferisco sempre usare farine naturalmente senza glutine, e devo dire che la farina di riso mi sta dando diverse soddisfazioni!!! 🙂 Grazie a te per essere passata…Fammi sapere come ti sono venuti!!!! 😉

      Rispondi
  • Fanno venire l’acquolina in bocca solo a guardarli…
    Soprattutto ad una come me in crisi di astinenza da anni… Bravissima!!!

    Rispondi
    • Carissima Antonella, grazie mille! A me piacevano tantissimo gli originali, che, presa dallo sconforto, ho iniziato a sperimentare, fino ad arrivare ala soluzione più semplice: la farina di riso!!! E sono davvero buoni, provali, non te ne pentirai! 🙂

      Rispondi
  • Ma wow!!! Da quanto tempo non li mangio!!! Avevo provato a farli parecchio tempo fa e ci erano piaciuti un sacco! E poi questi sono pure senza glutine quindi ancora meglio! 😉 Complimentissimi!

    Rispondi
    • Ciao Michela! In effetti si possono realizzare con tanti tipi di farina…qualche anno fa (quando non avevo ancora tolto il glutine) io avevo provato con quella di farro e il risultato era ottimo! Prova anche questi e vedrai che non ti pentirai! 😉

      Rispondi
  • Ho in casa la farina integrale di grano saraceno, può riuscire l’impasto dei sofficini?

    Rispondi
    • Ciao! Non ho mai provato a realizzare i “sofficini” con la farina di grano saraceno, magari prova con una piccola dose! Fammi sapere! 🙂 Leti

      Rispondi
  • Ciao!
    Ho provato stasera a fare questa meravigliosa ricetta ma…….Pessimo risultato!
    infatti volevo chiedere un aiuto su come non far diventare la farina di riso e acqua una massa appiccicosissima!
    non sono riuscita a impastarla xche’ e’ una roba collosissima…….:-(…….cosa ho sbagliato ?
    ho usato farina di riso, acqua e olio nelle dosi suggerite…..ma cosa e’ successo e come posso ‘salvare’ l’impasto?

    Rispondi
    • Ciao Patrizia! Benvenuta! Perdonami il ritardo con il quale ti rispondo! Io ho preparato diverse volte questa ricetta e mi è sempre riuscita alla perfezione, altrimenti non l’avrei proprio pubblicata! 😉 Però a volte possono esserci dei problemi, non causati sicuramente da te, ma dovuti, ad esempio, all’umidità dell’ambiente: la farina potrebbe assorbire molta o poca acqua e l’impasto risultare molle oppure troppo secco.
      Per quanto riguarda il problema che hai riscontrato sull’impasto di base, hai usato farina di riso finissima? E poi hai lasciato intiepidire l’impasto? Per tentare di “salvare” quest’ultimo, se risulta “colloso” (una volta intiepidito), penso possa aiutare l’aggiunta di farina di riso un po’ alla volta e lavorare il composto con le mani per qualche istante sulla spianatoia. Mi dispiace molto per la non riuscita e spero di esserti stata utile in qualche modo! Fammi sapere! Leti

      Rispondi
      • ciao Leti, 6 stata invece velocissima nel rispondermi !
        No in realtà ho usato farina di riso normale……:-(…..
        dici che è li’ la cavolata eh??
        dove mi consigli di acquistare la farina di riso finissima?
        grazie mille per le dritte e sono comunque affascinata , anche se non sono celiaca ne’ strettamente vegana, dalle ricette senza glutine e senza derivati animali ! il tuo sito mi piace molto, a prestoooo !
        p.s. vorrei provare a fare la pasta fatta in casa con le farine senza glutine, ma so che hanno bisogno di ‘addensanti’ altrimenti faccio la stessa fine dell’impasto appiccicoso di ieri…… cosa mi consigli o che ricette delle tue posso consultare ?

        Rispondi
        • Ciao Patrizia! Grazie per le tue parole! Sono commossa! Tengo molto a questo blog, che per me è un mezzo importante per diffondere l’idea di una sana alimentazione libera da zuccheri raffinati!
          Per quanto riguarda la farina di riso, io uso quella della Vital Nature che è biologica e finissima e mi trovo molto bene, altrimenti esiste anche quella della Nutrifree (trovi entrambe le marche nei supermercati). Non so se è stato questo il problema che ha determinato l’impasto colloso… in ogni caso, è consigliabile, usare, nelle ricette senza glutine, la farina di riso finissima, perchè altrimenti gli impasti non cuociono bene.
          Per la pasta, io ho provato a realizzarla senza uova e senza xantano, ma non viene bene: non è elastica e si rompe tutta. Quindi, io ti consiglio di usare questa gomma naturale (soprattutto se vuoi preparare una pasta senza uova). La trovi negli shop on line (Tibiona)…ultimamente anche la Nutrifree la vende in bustine da 10 grammi! Ne basta davvero poco, 5-7 grammi, per ottenere un impasto bello elastico. Io ho fatto i maltagliati veg e senza glutine: http://senzaebuono.altervista.org/maltagliati-senza-glutine-vegan-sorgo-riso/ (trovi la farina di sorgo negli shop on line)
          e la lasagna (con le uova) http://senzaebuono.altervista.org/lasagne-senza-glutine-e-senza-lattosio-agli-asparagi-raccolta/
          Spero di esserti stata utile! Fammi sapere!!!
          P.S. se sei appassionata di cucina e non hai un blog, potresti partecipare, se ti va, alla raccolta di ricette L’Orto del bimbo intollerante! L’ho organizzata insieme a un’altra blogger, Manuela di Il mondo di Ortolandia per sensibilizzare le mamme a preparare piatti sani e per invogliare i bimbi a mangiare più frutta e verdura… se ti interessa, basta inviarci per mail la tua ricetta senza uova (con ingredienti, procedimento e foto) a base di fragole o piselli o spinaci…
          Mi farebbe molto piacere se partecipassi!

          Rispondi
  • Magnificooo!
    grazie mille per le dritte!
    comprero’ presto xantano e farina di riso finissima…..ci devo provare subito!
    quindi a tuo avviso posso usare lo xantano assieme a qualsiasi farina senza glutine per fare la pasta? tipo farina di quinoa + xantano?
    senza aggiungere altre tipologie di farine?
    per il blog mi piacerebbe molto…..ma non ho molta ‘inventiva’….diciamo che sperimento su ricette che vedo….ma non sono cosi’ brava!
    il tuo sito mi piace un sacco perchè rispecchia fedelmente i miei pensieri e gusti in cucina….ti seguo e ti seguiro’ alla grande !
    Grazie mille intanto per tutti i tuoi preziosi consigli e ti aggiorno presto !
    Ciaooooo!

    Rispondi
    • Ciao Patrizia! Lo xantano aiuta molto sia per preparare la pasta fresca che la pasta frolla…molto dipende dalle farine che utilizzi! In generale, per la pasta fresca, è preferibile mixare più tipologie di farina! Ti anticipo che presto pubblicherò un’altro piatto di pasta fresca vegan e gluten free! Continua a seguirmi! Un bacio, Leti

      Rispondi
  • Ciao. Si può usare farina di riso integrale x l’impasto + la pastella..e pan grattato di grano saraceno?

    Rispondi
    • Ciao Selene, benvenuta 🙂 perdona il mio ritardo nel risponderti, ma non ci sono stata in questi giorni! Per quanto riguarda la farina integrale, se è finissima, credo non ci saranno problemi di esecuzione. Per il pangrattato, puoi usare quello che preferisci! Fammi sapere! Un abbraccio, Leti

      Rispondi