Cambiare le regole

Le abitudini sono noiose. Ci danno l’illusione del controllo. Facendo qualcosa sempre allo stesso modo, sappiamo precisamente cosa accadrà dopo.

Il cambiamento, la trasformazione e le nuove esperienze, al contrario, ci portano sempre dove non ci aspettiamo. Avere di fronte a noi un orizzonte in continuo cambiamento è stimolante. Mutare un po’ le regole del gioco aiuta la creatività e avere il coraggio di buttarci in un mare sconosciuto può essere adrenalinico.

La vera rivoluzione può avvenire solo abbracciando l’ignoto. Dobbiamo avere coraggio e partire. Il resto verrà da sé.

Lo stesso accade in cucina. Quando prepariamo un piatto che abbiamo già testato molte volte, sappiamo precisamente cosa fare, quali passaggi eseguire. Alla fine, il risultato sarà esattamente quello che ci aspettavamo. Ma se cambiassimo regole, se provassimo a cambiare quel piatto, per farlo diventare un altro?

Mi è capitato giorni fa, quando, navigando sul web, mi sono imbattuta in questa ricetta delle polpette di zucchine preparate con ricotta vaccina della Galbani . Una ricetta semplice, di sicura riuscita, che tra l’altro mi capitava spesso di preparare in modo molto simile, prima del mio cambio di alimentazione. Ho deciso di partire da lì, per creare una mia versione, che si adattasse anche e soprattutto alla stagionalità, oltre che alle mie esigenze alimentari.

Ho immediatamente pensato alla zucca, regina incontrastata della stagione autunnale. E poi alla ricotta di mandorle, una preparazione home made che non manca mai in casa mia. Ho aggiunto qualche altro ingrediente e alla fine è venuto fuori un piatto molto gustoso e adatto a tutti. Tra l’altro, le polpette della ricetta di partenza erano fritte, ma io friggo raramente, quindi, cottura in forno, che è più light. Ho accompagnato le Polpette di ricotta e zucca con un delizioso hummus di ceci: un piatto ben bilanciato dal punto di vista degli ingredienti, con la giusta dose di proteine, vitamine e grassi buoni…e la cena è servita. Ovviamente, è possibile presentare queste polpette anche come aperitivo, o finger food.

Polpette zucca e ricotta di mandorle

Con le polpette zucca e ricotta di mandorle partecipo alla raccolta  #zucchiamoci   di Maria Malquadrato

zucchiamoci

Oa vi lascio alla ricetta delle Polpette zucca e ricotta di mandorle senza glutine, senza soia e vegan…perchè Senza è buono 😀

 

Polpette zucca e ricotta di mandorle

Polpette zucca e ricotta di mandorle

Cosa serve?*

  • 500 gr di zucca pesata con la buccia
  • olio evo e rosmarino
  • 100 gr di ricotta di mandorle home made oppure ricotta di soia, se preferite o ricotta vaccina senza lattosio
  • 50 grammi di farina di ceci
  • pangrattato di riso o di grano saraceno q.b. -dipende dalla ricotta: se è bella asciutta, ve ne servirà poco, giusto per asciugare un po’ l’impasto e consentirvi di formare le polpette
  • sale integrale q.b.
  • paprica affumicata -opzionale, a me piace troppo-

per impanare:

  • semi di sesamo
  • semi di papavero
  • pangrattato di riso
  • olio evo prima di infornare

Per accompagnare:

 

*In caso di celiachia tutti gli ingredienti a rischio di contaminazione devono essere certificati senza glutine

Come si fa?

Il giorno precedente, preparate la ricotta di mandorle, seguendo questo procedimento. Lasciatela drenare per bene, aiutandovi con un telo: dovrà essere asciutta, così non aggiungerete troppo pangrattato.

Accendete il forno e regolatelo a una temperatura di 200 gradi.

Sciacquate la zucca sotto l’acqua corrente, asciugatela e disponetela su una teglia ricoperta di carta da forno. Conditela con rosmarino e un filino di olio evo e lasciate cuocere in forno per mezz’ora o finchè la polpa non diventerà morbida. Estraete la teglia dal forno e lasciate intiepidire. Eliminate la buccia esterna e versate la polpa in una ciotola. Schiacciatela con la forchetta. Unite i 100 grammi di ricotta sgocciolata, il sale la paprica affumicata -se vi piace- e mescolate. Aggiungete la farina di ceci setacciata e, se l’impasto fosse molto morbido, iniziate ad aggiungere poco alla volta il pangrattato di riso, finchè non otterrete un composto morbido ma lavorabile.

Versate i semi di sesamo, i semi di papavero e il pangrattato su tre piattini separati. Iniziate a confezionare le Polpette zucca e ricotta e fatele rotolare alcune nei semi di sesamo, altre nei semi di papavero…

Accendete il forno e regolatelo a 180 gradi.

Disponete le Polpette zucca e ricotta su una teglia coperta di carta da forno, conditele con un filo di olio evo e infornatele per 10-12 minuti o fino a doratura.

Nel frattempo, preparate l’hummus di ceci, che trovate QUI.

Servite le Polpette zucca e ricotta con l’hummus di ceci…golosissime 😀

Polpette zucca e ricotta di mandorle

creative wordpress theme

Commenti (10)

  • “La vera rivoluzione può avvenire solo abbracciando l’ignoto” questa frase è bellissima, così come sono deliziose queste interessanti polpette di zucca, ricotta e mandorle. Buona giornata 🙂

    Rispondi
    • Ciao Laura 😀 benvenuta e grazie <3 queste polpette sono davvero molto molto semplici ma ammetto che ci sono piaciute tanto :-D...ora passo a sbirciare da te, un abbraccio

      Rispondi
  • Che spettacolo leti. In questo periodo non ce n’è per nessuno: la zucca la fa da padrona in cucina!
    Devono essere ottime 😉

    Rispondi
    • Grazie amica mia 😀 sono felice che ti piacciano, sono semplicissime. Un abbraccio

      Rispondi
  • Brava tesoro! A me piace cambiare! Per questo ti adoro! ps ho fatto una ricetta per il contest del cestino ma….credo di non riuscire ad aggiungerlaaaaaa….non ho il tempo! Però dopo ti farò sapere comunque qualcosa ok? sappi, dunque, che ti ho pensato! 🙂
    Un abbraccio!
    unospicchiodimelone!

    Rispondi
    • Grazie tesorino <3 so che mi pensi...non parliamo del tempo...ti capisco perfettamente: anche io sono messa malissimo da questo punto di vista, non ho un attimo per respirare e la cosa può solo andar peggio. In ogni caso, aggiornami, dai <3 ti abbraccio fortissimo

      Rispondi
  • Penso che il cambiamento, per quanto ci faccia paura e ci renda instabili e incerti, sia sempre qualcosa di positivo, una possibilità di rinascere, di ricominciare, come la bellissima sensazione che si prova aprendo le finestre al mattino presto, mentre si respira a pieni polmoni l’aria frizzante e purissima delle prime ore del mattino con il canto degli uccellini ed il fruscio delle foglie come unica colonna sonora.
    Queste polpettine sono favolose e fanno sicuramente un figurone come aperitivo! Devo assolutamente provare a fare la tua ricotta di mandorle, mi ispira tantissimoo! Baci <3

    Rispondi
    • Tesorino, grazie <3 per quanto riguarda il cambiamento, sono d'accordo con te. La ricotta di mandorle? Devi assolutamente provarla, sono certa che ti piacerebbe parecchio, un abbraccio immenso, leti

      Rispondi
  • spettacolari! corro subito a comprare gli ingredienti, sembrano super appetitose! e complimenti per le tue spiegazioni sempre molto dettagliate e precise
    Edith

    Rispondi
    • Grazie Edith <3 le tue parole mi riempiono di felicità...fammi sapere se le polpette ti sono piaciute 😀 un abbraccio

      Rispondi