Una ciotola, una teglia e un cucchiaio…e la pizza senza glutine è servita!

Pizza senza glutine e senza lievito di birra: un connubio impossibile! E invece no! È possibile preparare una pizza molto buona anche senza l’aiuto del celeberrimo agente lievitante.

Pizza senza glutine e senza lievito di birra

L’intolleranza al lievito di birra, purtroppo, è abbastanza diffusa e si manifesta con mal di pancia, gonfiore addominale, sintomi di indigestione, spossatezza e mal di testa. Non è sempre facile capire che i colpevoli sono loro, i lieviti. Non esistono test attendibili che possono stabilire questa intolleranza, per questo, bisogna andare a tentativi e iniziare a escludere piano piano un alimento per volta e capire così quale sia il responsabile.

Altre volte, invece, capita che ci sentiamo semplicemente “intossicate”, dopo un periodo di “super mangiate” e quindi dobbiamo prenderci una pausa dai prodotti da forno. Ma la dieta mediterranea è composta di pasta (nel nostro caso, ovviamente, senza glutine), pane e pizza…come “sopravvivere”? Semplice, trovando dei sostituti! In questo modo è addirittura possibile mangiare pizza o pane, ovviamente fatti in casa!

Oggi ho sperimentato per voi la pizza senza glutine e senza lievito di birra, utilizzando una polvere istantanea biologica e senza glutine,
Pizza senza glutine e senza lievito di birra che contiene unicamente cremor tartaro, amido di mais e bicarbonato.
Devo dire che il risultato è stato sorprendente! Una pizza soffice, saporita, ma soprattutto velocissima, perché, appunto, “lievita” in forno! Quindi è anche perfetta quando arriva quella voglia irrefrenabile e improvvisa di pizza. Inoltre, non è necessario impastarla con le mani: si sporcano solo una terrina, un cucchiaio e una teglia.

Si mescolano gli ingredienti… poi si versa in una teglia l’impasto ottenuto, che va distribuito con lo stesso cucchiaio e…il gioco è fatto! Io ho steso l’impasto della pizza senza glutine un po’ spesso, perché mi piace la pizza soffice e alta, ma volendo, si può rendere anche più sottile. Una volta cotta, troverete una pizza soffice, ma con una crosticina croccante… provatela!

Io ho condito la pizza senza glutine con pomodoro e origano, ma voi sbizzarritevi pure! È possibile anche lasciarla in bianco e trasformarla in focaccia (stendendola alta), irrorandola con una emulsione di acqua e olio e affondando nell’impasto ancora crudo delle olive, o del rosmarino

Questa ricetta è anche light (ho messo poco olio) e secondo me è adatta a chi è a dieta, come la mia amica Stefania, (della quale vi ho parlato in questo post) del blog Cardamomo & C. Ho calcolato le calorie, facendo riferimento al link che mi ha fornito la stessa Stefania e, in base a questo sistema, per 100 grammi di questa pizza (perchè si presuppone che quando si è a dieta si mangiano piccole porzioni!) si possono calcolare circa 22 Kcal…non male?! …quindi anche questa è per la tua raccolta Happy CaLOWries, cara Stefania! In barba a chi dice che quando uno è a dieta non può concedersi neppure la pizza!

Happy CaLOWries

Vi lascio, dunque, alla ricetta, che può essere preparata per i celiaci, ma anche per i vegani e gli intolleranti a latte, uova, lievito e soia…perché Senza è buono!

Pizza senza glutine e senza lievito di birra

Pizza senza glutine e senza lievito di birra

Cosa mi serve?

  • Mix di farine naturali senza glutine (ho trovato questo mix on line: la paternità si fa risalire a Daniela, che si è ispirata, a sua volta, a un sito americano) composto da:

                                 300 gr farina di riso integrale certificata senza glutine

                                 120 gr di amido di tapioca certificata senza glutine (o maizena)

                                  50 gr di maizena certificata senza glutine

                                   7 gr di xantano in polvere certificato senza glutine *

  • cremor tartaro e un pizzico di bicarbonato (io uso la Polvere lievitante biologica Decorì Lo Conte,  che è già dosata ed è anche senza glutine)
  • un pizzico di sale
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 360 ml di acqua a temperatura ambiente

Per condire:

  • passata di pomodoro senza glutine
  • un pizzico di sale
  • origano
  • olio evo (1 cucchiaio)

*lo xantano è una gomma di origine naturale, che dona elasticità all’impasto (è come un sostituto del glutine) e che in commercio si trova sottoforma di polvere. Si può acquistare in farmacia oppure on line (in questo caso, accertatevi che sia certificata senza glutine!)

Come si fa?

Condire la passata di pomodoro con un pizzico di sale, olio e origano. In una ciotola ampia setacciare le farine con lo xantano, il cremor tartaro e il bicarbonato (oppure la polvere lievitante Lo Conte). Aggiungere l’olio, il sale e l’acqua, mescolando il tutto con un cucchiaio: il risultato sarà un composto molto morbido e idratato, non liquido. Versare l’impasto in una teglia oliata, oppure coperta con carta da forno e stendere con il cucchiaio. Coprire la superficie con la passata di pomodoro precedentemente condita e cuocere in forno a 200° per circa 15 -20 minuti.

Pizza senza glutine e senza lievito di birra

Pizza senza glutine e senza lievito di birra

Pizza senza glutine e senza lievito di birra

creative wordpress theme

Commenti (10)

  • Che bontà, Leti!!! Mi viene fame solo a guardarla! Domani, se posso, provo a farla e ti faccio sapere!!! Baci baci

    Rispondi
    • Grazie mille, Rosa! Fammi sapere, allora! Spero che ti piacerà!! Baci, Leti

      Rispondi
  • ma quante ne sai? sei coraggiosa nel provare e grazie a questi tentativi si scoprono ricette sorprendenti come la tua!! davvero brava! un bacione

    Rispondi
    • E tu cara Sonia, quanto sei dolce?! Io ci provo, sperimento e non mi arrendo…a volte gli “intrugli” falliscono, a volte sorprendono, come questa pizza!!!! 🙂 Bacioni, Leti

      Rispondi
  • che bella ricetta!secondo te potrei sostituire la maizena con amido di riso??sono intollerante al nichel e devo stare lontana dal mais purtroppo…grazie mille e complimenti!medea

    Rispondi
    • Ciao Medea! Benvenuta! Sì, secondo me non dovrebbero esserci problemi nella sostituzione dell’amido di mais con l’amido di riso! Io non ho mai provato, ma tu sperimenta e fammi sapere! 🙂 Nelle prossime ricette starò più attenta con gli ingredienti per accontentare anche gli intolleranti al nichel, promesso! Un abbraccio, Leti

      Rispondi
  • Scusa ma, 900 g di pizza 2501 kg sarebbe light? e.poi, una pizza pesa 900 grammi???

    Rispondi
    • Ciao Serena, ti ringrazio molto per la precisazione. Io ho calcolato le calorie, collegandomi a un link indicato da Stefania di Cardamomo & Co: è probabile che il sistema possa aver calcolato erroneamente l’apporto calorico. Provvederò al più presto ad “indagare” in merito e a correggere, eventualmente, l’errore! Buona giornata, Leti

      Rispondi
  • Ciao Leti di cremor tartaro quando devo metterne?grazie 🙂

    Rispondi
    • Ciao Marcy e benvenuta!!!! 🙂 Io uso una polvere biologica e senza glutine già dosata a base di cremor tartaro e bicarbonato e ne uso metà bustina ogni 250 grammi di farina. Nel caso della pizza, ne uso un po’ più di metà! Se invece preferisci usare cremor tartaro al naturale, per questa ricetta ti consiglio di utilizzare due cucchiaini di cremor e uno di bicarbonato. Fammi sapere! Baci, Leti

      Rispondi