Il tempo delle…piadine

Nella mia vita precedente, lontano dalla mia città dove sono nata e cresciuta, ero molto spensierata.

Avevo meno responsabilità sulle spalle, o forse ce le avevo, ma non le consideravo. Scansavo il pensiero di vivere da sola, in una città che all’inizio conoscevo poco. All’inizio, non nascondo che è stata dura, anzi durissima allontanarmi dalla mia famiglia. Ma più i giorni passavano, più mi rendevo conto di aver fatto la scelta giusta: studiare fuori apre la mente a nuove esperienze, che mai avresti pensato di affrontare, ti rendi conto che da sola puoi farcela, puoi prenderti cura di te e puoi farlo anche bene. E lo rifarei per altre mille e mille volte.

Durante il mio percorso, ho incontrato tante persone. Alcune sono rimaste, altre sono andate via.

Di quel periodo ricordo in particolare le corse per arrivare in tempo a lezione, i pomeriggi a studiare, ma anche la ricerca di un lavoretto,  lo shopping e le passeggiate in centro. E non dimenticherò mai il meraviglioso sole caldo di Roma sulla pelle… la mia bella città di adozione…che nostalgia!

Pranzo e cena erano fugaci: avevo davvero poco tempo da dedicare alla mia passione (anche allora amavo cucinare) e, se riuscivo, preparavo un piatto di pasta veloce, condito semplicemente, oppure la famosa schiacciatina con verdure. Altre volte, mi accontentavo di una piadina farcita, preparata da me. Una ricetta velocissima ma molto gustosa, che oggi voglio proporvi, ovviamente in versione vegan, senza glutine e senza lievito:

Piadina di grano saraceno farcita

La Piadina di grano saraceno è molto semplice da preparare e necessita di pochissimi ingredienti. Non pensavo sarebbe venuta così deliziosa, per nulla asciutta: si tratta, infatti, di una piadina preparata con una sola farina, per di più integrale e senza glutine. Niente amidi, che solitamente rendono la preparazione più soffice. Eppure, la Piadina di grano saraceno è stata un vero successo. Inoltre, l’esecuzione è velocissima. E vi dirò di più: è buona anche il giorno dopo! I bordi croccanti e l’interno morbido vi conquisteranno.

Io ve la propongo farcita con zucchine e peperoni aromatizzati con paprica affumicata e sesamo e maionese di mandorle: a noi è piaciuta moltissimo 🙂 A piacere, potete aggiungere ceci o fagioli, per avere anche la giusta quantità di proteine vegetali, oltre alle fibre della farina integrale e delle verdure.

Ora vi lascio alla ricetta della Piadina di grano saraceno con verdure e maionese, 100% vegan, senza glutine (con farine naturali) e senza lievito…perchè Senza è buono!

Piadine di grano saraceno con verdure e maionese di mandorle

 

piadine-grano-saraceno-4

Cosa serve?

Per le piadine di grano saraceno (dosi per 2 persone):

Per il ripieno:

  • 1 peperone rosso
  • 2 zucchine
  • 1/ 2 cipolla
  • 2 cucchiai di olio evo
  • sesamo q.b.
  • paprica affumicata q.b.
  • un pizzico di sale integrale
  • maionese di mandorle

*in caso di celiachia, tutti gli ingredienti a rischio devono essere certificati senza glutine

Come si fa?

Per prima cosa, preparate il ripieno delle piadine di grano saraceno. Lavate, pulite  e tagliate il peperone e la cipolla a listarelle, tagliate le zucchine a tocchetti. Riscaldate sul fuoco una padella antiaderente, possibilmente in pietra, versate l’olio evo, le cipolle e i peperoni. Lasciate cuocere per 5-6 minuti, poi unite anche le zucchine e coprite con un coperchio. Lasciate cuocere ancora per altri 10-12 minuti a fuoco vivo. A questo punto, unite anche la paprica affumicata, il sesamo e regolate di sale. Spegnete il gas e mettete da parte.

Per le piadine di grano saraceno

Setacciate la farina con il bicarbonato, unite il sale, l’olio evo e l’acqua poco alla volta (è possibile che non dovrete aggiungere tutta l’acqua), fino ad ottenere un impasto liscio, elastico e lavorabile. Lasciatelo riposare per 10 minuti.

Suddividete l’impasto in 5-6 palline e stendetele tra due fogli di carta da forno (cercate di stenderle molto sottili, ma attenzione, perchè l’impasto è piuttosto delicato, non contenendo xantano). Se l’impasto dovesse attaccarsi, spolverate leggermente con un po’ di farina di grano saraceno. Una volta ottenute tutte le piadine, riscaldate una padella (possibilmente in pietra) e quando sarà rovente, cuocete le piadine, una alla volta, per 2-3 minuti per lato. Disponete le piadine di grano saraceno  su un piatto da portata, farcitele con la maionese di mandorle home made e con le verdure tiepide. Servite immediatamente 🙂 oppure conservare le piadine non farcite in frigo per un massimo di 2 giorni e all’occorrenza, riscaldarle in padella per qualche istante e farcitele.

Piadina di grano saraceno farcita

creative wordpress theme

Commenti (4)

  • Ma dai!!!! hai studiato nella mia bella Roma!!!! che brava.. non deve essere davvero stato facile lasciare la famiglia e venire in una cità grande come Roma a studiare.. non conoscendo nessuno.. complimenti! Ottima la tua piadina.. anche io la faccio sopesso.. senza olio e con bicarbonato come te!!! Gustosissima la farcitura.. un baciottone

    Rispondi
    • Che nostalgia, Claudia! Roma è una città magnifica, anche se particolarmente caotica 😀 Grazie cara! Un abbraccio, Leti

      Rispondi
  • Adoriamo le piadine!
    Io le faccio col lievito madre non rinfrescato e con qualsiasi farina e l’uomo piccolo le adoro col dolce e col salato.
    Proverò a farle con questa farcitura, senza sesamo perchè andiamo poco d’accordo.
    Un abbraccio

    Rispondi
    • Non avevo mai pensato di poter preparare le piadine con il lievito madre non rinfrescato!Prossima volta proverò!! Baci Fabi!

      Rispondi