Giornata Mondiale del picnic. Crostata senza glutine senza burro con ciliegie, cocco e cioccolato

I pensieri leggeri, quelli che vengono a bussare in una giornata di sole. Le chiacchiere con un’amica lontana che non senti da un po’. Le stelle che si lasciano osservare per ore. Il colore del cielo al tramonto e il silenzio della notte.

Amo tutto ciò che sembra scontato e banale. Che poi, alla fine, banale non è.

Proprio come un picnic all’aria aperta.

In occasione della Giornata Mondiale del picnic, celebrata oggi 18 giugno, voglio lasciarti qualche consiglio utile su cosa portarti e quali piatti preparare per organizzare un picnic perfetto. Pronta? Cominciamo!

Come organizzare un picnic

Il primo passo per organizzare un picnic è quello di scegliere la location.

Devi sapere che non occorrono grandi spazi, anche un giardino di dimensioni ridotte basterà e rappresenterà un’area dove allestire una fantastica déjeuner sur l’herbe. In alternativa, parchi e giardini comunali offrono spazi attrezzati, grazie alla presenza di tavoli e panche. Puoi anche pensare di organizzare il picnic sulla spiaggia, ma in questo caso ricorda di portare cappelli e ombrellone.

Ti consiglio anche di dare un’occhiata alle previsioni meteo due o tre giorni prima della data prevista: il brutto tempo potrebbe trasformare il picnic in un’esperienza poco piacevole.

Cosa serve per il picnic perfetto

Il passo successivo è quello di decidere cosa portare al picnic.

Per la tua giornata all’aria aperta all’insegna della natura, non puoi lasciare nulla al caso. Iniziamo dalla tovaglia. È sempre consigliabile scegliere una tovaglia per picnic che abbia una parte impermeabile e plastificata, che proteggerà te e i commensali dall’umidità dell’erba. Tra l’altro, questo tipo di tovaglie è molto più pratico e veloce da pulire. In alternativa, puoi portare una cerata da disporre sul prato sotto la tovaglia.

Oltre alla tovaglia, porterai con te tutto il necessario per il picnic, da mettere in un pratico borsone o in un classico cestino in vimini, che spesso è dotato di comparti per evitare che bicchieri e piatti si rompano. È importante, infatti, evitare piatti e bicchieri in plastica, perché danneggiano l’ambiente.

Tra gli indispensabili da portare al picnic, ricorda:

  • un apribottiglie;
  • un thermos per caffè o thè;
  • i fazzolettini (classici e imbevuti);
  • la borsa frigo per vivande e altri cibi da conservare al fresco,
  • la protezione solare;
  • uno spray antizanzare ecologico e naturale, a base di olio essenziale di citronella e geranio, utile soprattutto quando si trascorre molto tempo all’aria aperta;
  • le buste della spazzatura, per raccogliere i rifiuti e differenziarli e per lasciare pulito lo spazio che ospiterà il tuo picnic;
  • i giochi, come palla da calcio, freesbee e racchettoni… che renderanno felici grandi e piccoli.

Picnic senza glutine: cosa mangiare

Quando si organizza un picnic, la parola d’ordine è rilassarsi. E questo vale anche per il cibo da portare al picnic. Dimentica i piatti complessi da preparare e da trasportare. Largo a ricette semplici e veloci, magari da realizzare in anticipo e mangiare con le mani. Non dimenticarti che dovrai pensare alle esigenze alimentari di tutti, soprattutto se tra i partecipanti al picnic ci sono celiaci o intolleranti al lattosio. Qualche idea?

  • Tramezzino: è perfetto il pane di avena senza glutine Viall Food che è ricco di fibre e a basso contenuto di zucchero, da farcire, ad esempio con una crema a base di hummus e verdure grigliate;
  • Insalata di riso e insalata di pasta: quella più originale è a base di pasta di legumi, da condire in maniera creativa e da portare in comodi barattolini monoporzione con chiusura ermetica;
  • Muffin salati;
  • Insalata fresca e verdure crude da sgranocchiare, come carote, finocchi e ravanelli;
  • Torte salate e quiche.

Per quanto riguarda le bevande, ricorda di munirti di borsa termica e di portare bottiglie di acqua naturale e tè freddo al limone (possibilmente preparato da te).

Dolci da picnic

organizzare un picnic: ricetta crostata senza glutine cioccolato ciliegie cocco

Ma veniamo al dolce, per concludere in bellezza il picnic. Anche in questa occasione, non possono mancare i dolci senza glutine, golosi ma semplici da mangiare.

Tra i dolci da mettere nel cestino da picnic, ho qualche idea da suggerirti:

E, infine, come dimenticarsi della crostata? Un dolce da forno classico, che oggi ti propongo in una versione diversa dal solito.

Ho realizzato questo dolce con l’aiuto delle fette biscottate classiche senza glutine Viall Food, che sono a basso contenuto di grassi e zucchero e ricche di fibre. Inoltre, sono naturalmente senza lattosio e vegane, perché non contengono ingredienti di origine animale. E, caratteristica più importante, sono senza olio di palma. Conservate il pratiche bustine monoporzione, conservano tutta la fragranza dalla prima all’ultima fetta.

Per la base, ti propongo una pasta frolla vegan preparata con farine naturali senza glutine. Tante ciliegie. un morbido ripieno che sa di cocco e una ganache al cioccolato completano questa crostata senza glutine e senza burro.

Ora ti lascio alla ricetta della Crostata senza glutine senza burro con ciliegie, cocco e cioccolato perché Senza è buono 🙂

Crostata senza glutine senza burro con ciliegie, cocco e cioccolato

 

crostata senza glutine senza burro

Ingredienti (dosi per uno stampo da 22 cm di diametro)*

Per la pasta frolla senza glutine:

  • 80 gr di farina di grano saraceno
  • 70 gr di farina di mandorle senza pellicina
  • 80 gr di olio
  • 60 gr di acqua naturale
  • 30 gr di eritritolo
  • 2 gr di bicarbonato e 2 gr di cremor tartaro (oppure mezzo cucchiaino di lievito vanigliato per dolci)

Per il ripieno

  • 1 uovo
  • 100 gr di bevanda vegetale (riso o mandorle)
  • 45 gr di farina di cocco
  • 15 gr di fette biscottate senza glutine
  • 45 gr di olio di riso
  • 30 gr di eritritolo (oppure zucchero di canna integrale)
  • essenza di vaniglia
  • 1 cucchiaino di lievito vanigliato per dolci

 

  • 150 gr di ciliegie
  • Cioccolato fondente q.b.
  • 15 gr di fette biscottate senza glutine

Per la decorazione:

  • 80 gr di cioccolato fondente
  • 60 gr di latte di cocco full fat al 60% oppure 50 gr di bevanda di mandorle
  • Ciliegie
  • Flakes di cocco
  • biscottini

*In caso di celiachia, tutti gli ingredienti a rischio di contaminazione devono essere certificati senza glutine

Procedimento

Prepara la frolla: impasta tutti gli ingredienti in una ciotola e aggiungi poco alla volta l’acqua fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Lascia riposare in frigo per 15 minuti.

Riprendi la pasta frolla, stendila in uno strato uniforme e non troppo sottile e rivesti uno stampo per crostata da 22 cm di diametro spennellato di olio. Metti in frigo a riposare. Con la frolla avanzata ritaglia dei biscotti che serviranno per la decorazione.

Prepara il ripieno: sguscia le uova nel contenitore in dotazione del mixer a immersione (alto e stretto), inizia a montare e aggiungi l’olio a filo. Monta per qualche minuto. Riduci in farina 30 gr di fette biscottate, prelevane 15 gr e versa in una ciotola, aggiungi la farina di cocco, il lievito, il dolcificante, il composto di uova e l’essenza di vaniglia e mescola, cercando di evitare di smontare il composto.

Riprendi la base dal frigo, coprila con le fette biscottate rimaste e ridotte in farina e con le ciliegie denocciolate e tagliate a metà e del cioccolato fondente in scaglie. Versa il ripieno al cocco senza arrivare fino al bordo (devi lasciare 2 mm di spazio per la copertura al cioccolato) e cuoci la crostata senza glutine in forno preriscaldato a 170 gradi per 20 minuti.

Estrai la teglia dal forno e lasciala raffreddare. Nel frattempo, cuoci anche i biscottini per 10 minuti.

Prepara la copertura riscaldando senza far bollire il latte di cocco, versalo sul cioccolato fondente tritato e mescola. Versa subito sulla superficie della crostata. Lascia raffreddare e metti in frigo per almeno 1 ora.

Poco prima di servire, decora con ciliegie fresche, flakes di cocco e biscottini.

Consigli e varianti

Conserva la crostata senza glutine in frigo e consumala entro 3 giorni.

Se non hai le fette biscottate, puoi sostituirle (nell’impasto al cocco) con la stessa quantità di farina di riso.

P.S. se sei curiosa di scoprire quali altre ricette ho creato con i prodotti senza glutine Viall Food, clicca sul tag Viall Food prodotti senza glutine🙂

 

crostata senza glutine ricetta dolce

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Non ci sono commenti

Rispondi

- Disclaimer -

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001

Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.