Mince pie senza glutine vegan: dolce inglese di Natale

Cinque giorni a Natale. E quest’anno vorrei trovare sotto l’albero un po’ di semplicità. Perchè dentro sono un groviglio di contraddizioni. Dico sempre di sì, ma poi l’ansia di non riuscire prende il sopravvento. Amo la solitudine, ma da sola mi perdo. Sono sempre in ritardo ma detesto aspettare. Ho paura del buio, ma non riesco a dormire se la luce è accesa. Amo le parole ma quando sono troppe, le scanso via.

E’ tutto molto più faticoso quando dentro sei così. Vorrei chiedermi scusa, vorrei comprendermi un po’ di più. Vorrei perdonarmi per essere così complicata.

E poi vorrei viaggiare. Ma per ora mi accontento di viaggiare virtualmente con i miei dolci di Natale. E oggi vi porto con me in Inghilterra.

Dolci natalizi inglesi

Dolci natalizi inglesi

 

Se fossimo in Inghilterra, il pranzo di Natale non sarebbe a base di lasagna, timballo, tortellini in brodo e altre golosità tutte italiane, ma in tavola ci sarebbero torte salate e arrosto accompagnato dalle roast potatoes ( patate arrosto) e contorni vari, come i wild mushroom, i funghi selvatici, i cavoletti di Bruxelles e òe salse, come la gravy sauce e la bread sauce. E, ovviamente, la pumpkin sauce, la zuppa di zucca.

A concludere il pasto, un vero tripudio di dolci. Se la gastronomia inglese, infatti, viene solitamente criticata, i dolci sono senza dubbio molto invitanti. Quali sono i dolci natalizi inglesi più celebri?

  • Il Christmas pudding è il dolce più celebre e più tradizionale, il più amato dalla regina. Questo dolce inglese troneggia sulla tavola di Natale, decorato con vischio e con la brandy butter (crema di Natale) oppure con panna e va preparato con almeno 2 mesi di anticipo per continuare a insaporirlo fino a Natale con Brandy e rum, ingredienti che insieme a farina e frutta secca compongono la ricetta. Al suo interno verrà posta una monetina che porterà fortuna a chi la troverà.
  • La Christmas fruitcake è una versione alternativa al Christmas pudding, perchè composta da molta frutta candita. Anche il questo caso, il dolce natalizio inglese viene accompagnato da crema o panna.
  • La Christmas wreath cake comprende torte di vario genere, come torte di frutta decorate con glassa, sia ciambelle burrose.
  • I gingerbread man, i famosi biscotti pan di zenzero speziati e decorati
  • Le mince pie, piccole frolle ripiene. L’involucro può essere in realtà a base di pasta frolla o di pasta sfoglia, mentre il ripieno è speziato ed è composto tradizionalmente da frutta secca, come ciliegie, albicocche, uvetta, spezie come cannella e noce moscata, noci o mandorle e liquore. Secondo la tradizione, le mince pie sarebbero il cibo preferito da Babbo Natale, quindi la notte del 24 dicembre si lascia sempre un piatto con le mince pie, un bicchiere di brandy e del cibo per le renne. Un piccolo accorgimento per i più superstiziosi: quando si prepara l ripieno, quest’ultimo va amalgamato girando il cucchiaio in senso orario, per calamitare la buona sorte.

Oggi ho scelto quest’ultima ricetta e l’ho trasformata senza glutine e vegan.

La mia versione senza glutine delle mince pie

mince pie ricetta tradizionale inglese di natale

Le mie mince pie sono semplicissime da realizzare. E potrebbero essere un bel segnaposto per il pranzo di Natale.

Per il ripieno, mi sono ispirata alla ricetta di Simona del blog Tavolartegusto, ma ovviamente l’ho adattata alle mie esigenze alimentari.

Per quanto riguarda l’involucro di pasta frolla, ho pensato a un impasto speziato e saporito, ma poco dolce, affinchè prevalesse il sapore del ripieno

Ora vi lascio alla ricetta delle Mince pie senza glutine vegan…perchè Senza è buono 🙂

 

Mince pie (dolce di Natale inglese) senza glutine vegan

 

ricetta mince pie senza glutine

Ingredienti*

Per la base delle mince pie

  • 200 gr di farina di grano saraceno integrale
  • 90 gr di farina di castagne
  • 110 gr di farina di riso integrale
  • 100 gr di farina di mandorle o mandorle frullate e ridotte in farina
  • 60 gr di zucchero di cocco o di canna integrale
  • 60 gr di olio di cocco (nella sua forma solida)- in alternativa, 40 gr di olio di riso o di mais
  • 200 -210 gr di succo di mela
  • cannella in polvere
  • messo cucchiaino di polvere lievitante già dosata e composta da cremor tartaro e bicarbonato (oppure lievito per dolci)

Per il ripieno:

  • 1 mela
  • succo di 1 arancia (100 ml)
  • 100 gr di uvetta
  • 100 gr di mirtilli essiccati
  • 50 gr di albicocche o fichi secchi
  • 40 gr di mandorle pelate
  • scorza di arancia bio
  • scorza di limone bio
  • zenzero, cannella, noce moscata in polvere
  • 1 cucchiaio di rum (potete ometterlo)

*in caso di celiachia, tutti gli ingredienti a rischio devono essere certificati senza glutine

Procedimento

Due giorni prima, tagliate a pezzetti piccoli le mele e versatele in una ciotola capiente. Unite il succo e la scorza di un’arancia, l’uvetta sciacquata, i mirtilli secchi, le albicocche, le mandorle. Aggiungete anche le spezie (scorza di limone bio, zenzero, noce moscata) e rum (un cucchiaio). Mescolate (in senso orario, per rispettare la tradizione) e lasciate macerare in frigo.

Due giorni dopo, preparate la pasta frolla senza glutine vegan per le mince pie. Versate le farine in una ciotola, mescolatele e aggiungete lo zucchero, la cannella, l’olio di cocco nella sua versione solida e sabbiate con le mani per distribuirlo bene. unite poco ala volta il succo di mela e iniziate a impastare con le mani fino ad arrivare alla giusta consistenza. Lasciate riposare in frigo la frolla per 15 minuti, coperta con un panno pulito. Riprendere la frolla senza glutine e stendetene 2/3 tra due fogli di carta da forno. Ricavate le basi delle mince pie e adagiatele nelle formine (potete usare le formine in alluminio per muffin oppure le formine antiaderenti sempre per muffin. Aggiungete qualche cucchiaio di farcitura e decorate a piacere la sueprficie con la pasta frolla avanzata, sempre stesa tra due fogli di carta da forno.

Accendete il forno e regolatelo a una temperatura di 170 gradi. Infornate le mince pie senza glutine e lasciatele cuocere per 15 minuti.

Sfornatele e lasciatele raffreddare.

Consigli

conservate le mince pie in frigo e consumatele entro 4 giorni.

Se non amate troppo le spezie, potete ometterle. Ma vi consiglio di mettere scorza di arancia e di limone, perchè ci stanno benissimo.

 

Mince pie senza glutine vegan dolce di natale

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

2 Commenti

  • Rispondi
    GIULIA
    20 Dicembre 2018 a 9:59

    Per questo Natale intendo riposare, ho una settimana in cui la sveglia non suonerà e intendo godermela-gatti permettendo:Pvorrei viaggiare di più ma per ora la vita di pendolare è assai piena e io invece sono perennemente in anticipo e aspetto quindi nell’attesa scolto musica….il dolce è carinissimo e lo ho assaggiato una volta è pure buono quindi quando riesci in uno dei tuoi viaggi inserisci pure me grazie:D
    Ps io viaggio virtualmente chiedendo cartoline ai miei amici

    • Rispondi
      Senza è buono
      23 Dicembre 2018 a 20:08

      Cara <3 io non avrò tregua almeno fino a marzo: il lavoro mi terrà impegnata anche durante le feste... ti abbraccio e riposa anche per me!

    Rispondi

    - Disclaimer -

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001

    Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.