Per la Scuola di cucina: maltagliati senza glutine di sorgo e riso con funghi e zafferano!

Nonna non è più con noi da due anni e ci manca molto, ma ogni volta che preparo la pasta fatta in casa senza glutine, la sento vicina. Ricordo ancora quando ero piccola, mamma lavorava e mi lasciava spesso a casa sua. Trascorrevamo gran parte del tempo in cucina. Lei indossava il suo grembiule, io il mio (che lei aveva comprato appositamente per me) e ci mettevamo a lavoro: io osservavo i suoi gesti, il suo piglio sicuro… nonna prendeva la farina, la disponeva a fontana, rompeva le uova e impastava, creando delizie come lasagne, ravioli, pasta alla chitarra…ma i miei preferiti erano i maltagliati! Li condiva con il sugo di pomodoro fresco, o con ceci e rosmarino in bianco! Sapeva preparare pochi dolci, ma con la pasta fatta in casa era imbattibile!

Quindi, quando ho letto la bellissima iniziativa di Gluten Free Travel and Living, non potevo non partecipare! Questo portale, del quale vi ho parlato in questo post, è davvero una miniera di idee per i celiaci: non troverete solo ricette, ma anche mille consigli su come cucinare gluten free, oltre a recensioni di locali sglutinati e articoli scientifici scritti con maestria e cognizione di causa. Ebbene, cosa si sono inventate, a partire da questo mese, le geniali ragazze di Gluten Free Travel and Living? Una scuola di cucina sglutinata! Ogni mese verrà scelto un tema di cucina e noi blogger siamo chiamate a dare la nostra versione! Questo mese il tema è la pasta fatta in casa! Ogni mese, inoltre, lo chef gluten free Marcello Ferrarini sceglierà la sua ricetta preferita!

E quale migliore iniziativa se non questa, per farvi conoscere una delle mie ricette preferite?!

Maltagliati senza glutine di sorgo

Per me, che uso unicamente farine naturalmente prive di glutine, preparare la pasta fatta in casa senza glutine è sempre una piccola sfida! Ma io amo le sfide! 🙂

Per i maltagliati senza glutine, ho usato farina di riso e di sorgo integrale, un pizzico di xantano per dare la giusta elasticità e niente uova. Questo la rende perfetta non solo per i celiaci, ma anche per i vegani e coloro che sono intolleranti alle uova.

Ho condito i miei maltagliati senza glutine con dello zafferano, una spezia tipica delle mie parti, del prezzemolo e tre tipi di funghi: champignon, cremini e porcini: un piatto dai sapori decisi e coloratissimo!

Maltagliati senza glutine di sorgo

Con i miei maltagliati senza glutine a base di riso e sorgo, partecipo alla Scuola di cucina del 100% Gluten Free (fri) Day:

Scuola di cucina

Ecco, dunque, la ricetta dei maltagliati senza glutine con funghi e zafferano, perfetti per celiaci, vegani e intolleranti a latte, uova, soia e frumento…perchè Senza è buono!

Maltagliati senza glutine di sorgo

Maltagliati senza glutine e veg con funghi e zafferano

Cosa mi serve?

per 4 persone:

  • 200 gr di farina di riso certificata senza glutine
  • 100 gr di farina di sorgo integrale senza glutine
  • 7 gr di xantano in polvere
  • un pizzico di sale
  • 200-250 ml di acqua

Per condire:

  • 100 gr di funghi champignon
  • 100 gr di funghi cremini
  • un pugno di funghi porcini secchi
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • un cipollotto fresco
  • sale q.b.
  • prezzemolo q.b.
  • zafferano

Come si fa?

Mezz’ora prima: mettere a bagno i funghi secchi e lasciarli in ammollo.

Per l’impasto dei maltagliati senza glutine: versare sulla spianatoia le due farine setacciate e mescolate tra loro, aggiungere lo xantano e il sale. Aggiugere poca acqua alla volta finchè non si otterrà un impasto liscio e omogeneo. Lasciar riposare in un luogo fresco (non in frigo) per mezz’ora.

Nel frattempo, preparare il condimento: pulire i funghi champignon e i cremini. Sciacquare per bene i funghi secchi e strizzarli. Versare in una pentola il cipollotto intero, i funghi, un pizzico di sale e l’olio e lasciar cuocere i funghi per 10-15 minuti. Se si dovessero aciugare troppo, aggiungere qualche cucchiaio di acqua. Verso fine cottura, aggiungere una manciata di prezzemolo. Eliminare il cipollotto.

Preparare i maltagliati senza glutine: spolverare la spianatoia con della farina di riso, stendere l’impasto sottile con il matterello e confezionare i maltagliati. Lessarli in acqua bollente per circa 5-6 minuti (a noi piacciono al dente!!), scolarli e buttarli nella pentola con i funghi. Sciogliere lo zafferano in una tazza con un mestolo di acqua di cottura e aggiungerlo alla pasta. Spadellare per qualche minuto e spolverare con altro prezzemolo fresco.

Maltagliati senza glutine di sorgo

Maltagliati senza glutine di sorgo

Maltagliati senza glutine di sorgo

creative wordpress theme

Commenti (6)

  • Un piatto buonissimo amica mia, mi ci fionderei al volo e poi io adoro i funghi! L’impasto è venuto benissimo, sono bellissimi i maltagliati: ricetta da annotare!!
    bravissimaaaa!!
    un abbraccio

    Rispondi
    • Grazie amica mia!!! Sono molto soddisfatta! Qui sono stati divorati in un attimo! 😉 Bacioni, Leti

      Rispondi
  • Letiiiiiiiii ma che hai preparato? una roba squisitissima! molto particolare la pasta e squisito il condimento! Che bello il racconto di te e tua nonnina!!! dolce fanciulla! grazie e complimenti, baciotti grandi!

    Rispondi
    • Sonia carissima!!! Grazie! Sono troppo felice che la mia pasta ti sia piaciuta!!! Qui ha avuto un grande successo!! Speriamo piacerà anche al mitico chef!!! 🙂 Io ce l’ho messa tutta! Un bacione, Leti

      Rispondi
  • Se penso alla pasta fatta in casa, la prima cosa che mi viene in mente è mia nonna. Lei faceva i cavateli, ogni ferragosto, era un must!
    Ma io non li ho mai fatti, mi sa che è arrivato il momento di darle questo tributo.
    La farina di sorgo ancora non riesco a trovarla. Ho invece assaggiato il cereale intero e devo dire che l’adoro, ed è perfetto! Quindi immagino la bontà della tua pasta. Brava, brava, brava

    Rispondi
    • Grazie Stefania!!! 🙂 La pasta aveva un sapore lievemente integrale, perchè lo era la farina di sorgo… anche io adoro questo cereale!!!! E si sposa benissimo con zafferano e funghi! Un bacione! Leti
      P.S. Aspetto il tributo alla tua nonnina, eh!

      Rispondi