Il coraggio di (non) fuggire

Se qualcuno mi chiedesse: “Sei pronta?” Io gli risponderei: “Non sono pronta“.

Non sono pronta ad affrontare una nuova pagina della mia vita. La confusione è tanta. Gli interrogativi troppi. E il primo istinto è la fuga. E’ un istinto umano, un istinto di conservazione. Fuggire davanti agli ostacoli è più semplice che affrontarli e superarli no? Però è anche vero che se non affronti “la bestia”, non saprai mai cosa ci sarà dopo. Potrebbero esserci incontri nuovi, nuove sfide. E poi, la vita è così, è costellata di scelte, di strade che divergono.

 E succede sempre così. Ogni crocevia è difficile da superare. Ci vuole coraggio. Un coraggio che a volte è nascosto, ma c’è. Basta afferrarlo. Tirarlo fuori e andare avanti, percorrendo la strada scelta.

Anche in cucina è così. A volte, è necessario un po’ di coraggio, soprattutto quando in testa ti frulla un’idea e non sai se riuscirà o meno. Il dubbio c’è e anche il timore di buttar via tutto. Ma alla fine, basta osare e qualcosa riesce sempre.

Oggi è la volta della maionese. Sì, proprio quella salsa morbida, cremosa, dal sapore acidulo, che accompagna magistralmente patate fritte, ma anche burger, uova e tramezzini. Una base della raffinata cucina francese, composta da un’emulsione di olio, tuorlo d’uovo e aceto oppure limone. Ricca di gusto, ma anche di colesterolo. La sua versione vegana è a base di latte di soia, che personalmente ho sperimentato e riesce alla perfezione. Ma sapete che non sono molto amante della soia. Piuttosto mi piace il latte di mandorle, con il quale ho già sperimentato la ricotta.

 Oggi vi presento la maionese di mandorle:

Maionese di mandorle

 

Ne avevo sentito parlare in tv qualche mese fa, ma non mi sono appuntata le dosi, per questo, ho dovuto calibrare da me le dosi di latte e olio. Il risultato? Giudicate voi 😉

Purtroppo, e sottolineo purtroppo, il sapore della maionese di mandorle è buonissimo 😀 , non si percepiscono le mandorle e il gusto (come la consistenza) è uguale a quello originale (l’ho fatta provare ad amici onnivori che non si sono accorti della differenza). Poi, si prepara davvero in 10 secondi al massimo e con pochi ingredienti (massimo 4!) quindi preparatevi, perché se siete amanti della maionese, non potrete più fare a meno della maionese di mandorle 🙂

La maionese di mandorle, infatti, ha il vantaggio di non contenere colesterolo, ma grassi buoni (quelli delle mandorle). Il contenuto di olio non è eccessivo (più o meno le stesse quantità utilizzate per la maionese di soia. Comunque, potete utilizzare un mix di olio evo e di riso, oppure solo olio evo delicato) e in ogni caso, anch’esso apporta notevoli benefici (e poi, non è che ve ne mangiate quantità eccessive, no?!)

Ma bando agli indugi. Vi lascio alla ricetta della maionese di mandorle senza glutine, vegan e senza soia, adatta a celiaci, vegani e intolleranti…perchè Senza è buono!

Maionese di mandorle vegan senza glutine e senza soia

Maionese di mandorle

Cosa serve?

a piacere:

un pizzico di curcuma in polvere/erba cipollina

*In caso di celiachia, tutti gli ingredienti a rischio di contaminazione devono essere certificati senza glutine

** Se preferite, potete utilizzare 160 ml di olio evo delicato. Vi sconsiglio di utilizzare solo olio di riso, perchè la maionese avrà una consistenza meno densa

Come si fa?

 Versate il latte di mandorle non dolcificato nel bicchiere del minipimer (alto e stretto), aggiungete i due tipi di olio, il sale, il limone o l’aceto e azionate il minipimer. Frullate con movimenti dall’alto verso il basso: entro meno di un minuto la maionese di mandorle è pronta. Potete aggiungere a piacere curcuma in polvere oppure erba cipollina.

Prima di provarla, vi consiglio di lasciar riposare la maionese di mandorle in frigo per 2-3 ore.

Conservatela in frigo e consumatela entro 2/3 giorni al massimo.

Maionese di mandorle

creative wordpress theme

Commenti (6)

  • Eccomi qui!!!! bè che dire.. senz’altro da provare!!! Ho assaggiato quella vegana con il latte di soia e m’è piaciuta tanto.. adesso ti rpresenti con questa fatta con il latte di mandorle.. e se mi dici che il sapore è pure uguale alla classica.. non posso non provarla al più presto!!!! smackkkkk e buon inizio settimana 😀

    Rispondi
    • Claudia <3 grazie! La maionese di soia piace anche a me, anche se non ne posso abusare, per questo spesso ripiego su quella di mandorle che è altrettanto buona 🙂 Ti abbraccio forte forte, Leti

      Rispondi
  • Il coraggio è già dentro te, devi solo farlo predominare sulla tua parte più insicura. Il nuovo spaventa ma spesso si rivela qualcosa di costruttivo e appagante!
    Io faccio il tifo x te e già so che sarà un successo ^_^ proprio come questa maionese, non vedo l’ora di provarla 🙂

    Rispondi
    • Che carina che sei amica mia <3 so che posso contare sul tuo supporto incondizionato e questo mi rende più coraggiosa 🙂 ti abbraccio forte forte e... grazie di cuore, Leti

      Rispondi
  • Slurp e ripeto slurp!

    Rispondi
    • 🙂 Grazie!! baci

      Rispondi