I broccoli, vero serbatoio di benessere!

Ravanello, senape, rucola, cavolini di Bruxelles, cavolfiore, rafano, broccoli, cavolo cappuccio… sono ortaggi completamente diversi tra di loro, ma classificati come brassicacee, o crucifere. Diffuse nell’intero globo, vengono chiamate così a causa della forma del fiore, dotato di quattro petali, che ricordano, appunto, la forma di una croce. Tra i miei preferiti ci sono proprio i broccoli, dei quali oggi mi piacerebbe parlarvi. Curiosa è l’etimologia del termine “broccolo”, che pare collegata a “brocco”, che significa “rampollo”, “germoglio”.

crucifere-brassicacee-broccoli-cavolfiori-ravanelli-rucola-cavolini-Bruxelles

 

Un po’ di storia…

Gli Antichi Romani amavano mangiarli cotti con coriandolo e cipolle, ma anche crudi, prima dei loro pranzi abbondanti, perché pensavano che facilitassero l’assorbimento dell’alcool, bevuto a fiumi nei banchetti, mentre le foglie erano utilizzate per curare le ferite: sin dall’antichità, i broccoli erano un ortaggio molto amato, che trovava largo uso nella cucina italiana. Dal 1533, con il matrimonio di Caterina de’ Medici con Enrico II, questa verdura si diffuse in Francia. Da lì, arrivò in Inghilterra e poi, solo nel Settecento, negli Stati Uniti.

Perché mangiare di stagione?

Questa verdura ci accompagna da settembre fino a marzo, quindi è bene sfruttarla al massimo, seguendo la stagionalità. Ogni stagione, la natura ci mette a disposizione ortaggi e frutta meravigliosi e trasmette loro il massimo delle energie e delle “sostanze buone”: per questo è importante acquistare prodotti di stagione, evitando cibi esotici…ne gioverà non solo la salute, ma anche il portafoglio! Nel caso dei broccoli, inoltre, siamo di fronte a un germoglio davvero prezioso e dalle proprietà curative.

Perché mangiare broccoli?

broccoli-ricette-senza glutine-vegan-proprietà nutritivePoche calorie (solo 34per 100 gr di prodotto), ma tante fibre, amiche del nostro intestino: i broccoli sono una fonte inesauribile di proprietà nutritive benefiche per l’organismo. Si possono definire super ortaggi, grazie al loro contenuto di sali minerali come ferro contro l’anemia, calcio per le ossa, fosforo e potassio, che combatte l’ansia e l’insonnia. Vitamine? Ce ne sono in abbondanza: sono ricchi di vitamina C, vitamina B1 e B2 e vitamina A, famosa anche come betacarotene, utile per la vista e per la pelle. I broccoli svolgono un’azione depurativa, inoltre sono stati oggetto di uno studio condotto dall’università della California, dove è emerso che essi sono in grado di mitigare le infiammazioni delle vie aeree. La famiglia dei cavoli, inoltre, contiene una buona percentuale di fitoestrogeni, ovvero ormoni vegetali, che, se introdotti in una dieta varia, possono svolgere un’azione protettiva nei confronti di alcune forme di tumore.

 

Come cuocere i broccoli e…un paio di ricette!

Tante le proprietà, ma la cottura non le uccide? Non tutte le tipologie. La cottura migliore è quella al vapore…ma l’odore sgradevole diffuso dai broccoli è broccoli-cottura al vapore-proprietà nutritive-senza glutine-veganproverbiale ed inonderà la nostra cucina! Ciò è dovuto al loro contenuto di zolfo. Non possiamo esimerci dal mangiarli, visto il loro contenuto di nutrienti buoni per la salute! Un piccolo trucco, però, esiste: basterà aggiungere all’acqua contenuta nel cestello un po’ di succo di limone. Se proprio non volete “rischiare”, cuocete i broccoli in pentola a pressione!

Io adoro i broccoli con la pasta di grano saraceno: li cuocio al vapore, poi li riduco in crema e aggiungo della panna di riso…squisiti! Altrimenti, mi piacciono anche gratinati per qualche minuto in forno con della besciamella vegetale (qui la mia ricetta della besciamella senza glutine e vegan) e pangrattato di riso…ottimi per celiaci, intolleranti al lattosio e vegani…perché “Senza è buono”!

 

broccoli-besciamella-senza glutine-vegan

 

 

 

creative wordpress theme