Il web, specchio della vita reale

Quando entri nel mondo del web, ci metti davvero poco a capire come vanno le cose.

Se hai un minimo di intelligenza, capisci immediatamente come tira il vento. Capisci subito di chi ti puoi fidare e da chi stare lontano. Percepisci a pelle affinità e distanze. Altre volte, ci impieghi un po’ per focalizzare certe persone, anche a causa del filtro del computer e delle distanze fisiche.

Insomma, capisci che la rete è un mini-mondo, un piccolo universo, ricco di incontri. E capita di incontrare colleghe blogger simpatiche e alla mano. Blogger che gioiscono dei tuoi piccoli successi e che ti consigliano, se hai bisogno di loro nelle ricette quotidiane. E poi, puoi avere a che fare con altre che all’apparenza sembrano brave persone, ma poi “approfittano” di te…  il bello è che queste persone a un certo punto si rivelano per quello che sono in realtà e prima o poi avranno ciò che meritano. E si faranno lo sgambetto da sole.

Dall’altra parte, tu cerchi sempre di essere coerente con le tue idee, di essere onesta, di percorrere la tua strada sui giusti binari.

Insomma, il web è proprio come il mondo reale.

Ma poi ci sono blogger che vale la pena di incontrare, di conoscere, blogger che hanno un animo sensibile come il tuo, con le quali senti un’affinità. Blogger che ti incoraggiano a fare di più e meglio, che sono in grado di sostenere i tuoi progetti come poche e che sono felici per i tuoi traguardi. Con la loro sincerità disarmante, la loro dolcezza, ti sembra di conoscerle da una vita.

Una di queste blogger è proprio Mary di Zero glutine 100% bontà. È stata una delle prime che ho seguito, dopo aver aperto il blog e lei mi ha accolta a braccia aperte.

Mary è sempre gentile e disponibile non solo con me, ma con tutti i suoi numerosi fan che la seguono ogni giorno. Il suo blog -che condivide con una sua amica, Felicia- è una vera miniera di idee per celiaci e non. I suoi dolci sono spettacolari, ma non per questo difficili da realizzare e i primi piatti sono uno più creativo dell’altro. Le sue ricette sanno di buono, di casa, di famiglia.

Ultimamente, poi, Mary ha aperto il suo canale su Youtube dove non solo sono disponibili le sue videoricette, spiegate con precisione e chiarezza, ma anche video con recensioni di prodotti per celiaci. Insomma, un canale da non perdere, perchè utilissimo, per conoscere le ultime novità e per essere guidati passo passo nella realizzazione di preparazioni gluten free. E poi Mary è spontanea, disinvolta, insomma è una youtuber impeccabile 🙂

Oggi, per ringraziarla, ho voluto provare una sua ricetta, una delle mie preferite. Sapete quanto io ami la colazione, il pasto più importante della giornata. Mary tempo fa aveva preparato i dorayaki senza glutine (qui potete leggere la sua ricetta), i famosi dolcetti giapponesi, simili ai pancake, ma accoppiati con una deliziosa crema. Ovviamente, non ho resistito…

Dorayaki senza glutine di Mary

È una ricetta senza glutine, realizzata con farine naturali e senza latticini, quindi io non l’ho modificata di una virgola, ho solo sostituito lo zucchero bianco con quello di cocco, per una versione più adatta alle mie personali esigenze. Sono perfetti, facili e veloci da realizzare, vi consiglio di provarli! 🙂

Ora vi lascio alla strepitosa ricetta di Mary, i dorayaki senza glutine, senza latticini e senza lievito, adatti a celiaci e intolleranti…perchè Senza è buono!

Dorayaki senza glutine e senza latticini di Mary

Dorayaki senza glutine di Mary

Cosa serve?

  • 2 uova biologiche
  • 100 grammi di farina di riso
  • 40 grammi di zucchero (per me zucchero di cocco integrale)
  • 1 cucchiaino di miele di acacia bio
  • 1 cucchiaino di lievito (io ho usato polvere lievitante composta da cremor tartaro e bicarbonato)
  • 2 cucchiai di acqua

per farcire:

  • nocciolata senza glutine e senza latte o marmellata bio senza zuccheri aggiunti

*In caso di celiachia, tutti gli ingredienti devono essere certificati senza glutine

Come si fa?

Rompete le uova in una ciotola, aggiungete lo zucchero e sbattetele con una forchetta (io ho usato le fruste elettriche, per avere una consistenza più leggera, anche perchè lo zucchero di cocco non si amalgama con facilità usando solo la forchetta). Aggiungete il miele e la farina setacciata e continuate a sbattere. Sciogliete la polvere lievitante nell’acqua e unitela al composto. Mescolate ancora. La pastella deve essere consistente, non liquida. Lasciatela riposare coperta con pellicola alimentare per 30 minuti in frigo.

Cottura dei dorayaki senza glutine

Scaldate per qualche istante sul fuoco una padella. Versate un cucchiaio di pastella  e lasciate cuocere i dorayaki senza glutine, finchè non vedrete che si formeranno in superficie delle bollicine: sarà giunto il momento di girarli. Lasciateli cuocere anche dall’altro lato e procedete così fino ad esaurimento della pastella.

Disponeteli su un piatto e farcite i dorayaki senza glutine a piacere. Spolverate con zucchero a velo, se vi piace.

Io ve li consiglio, per una colazione super golosa, ma sana 🙂 grazie Mary per questa meravigliosa ricetta!

Dorayaki senza glutine di Mary

creative wordpress theme

Commenti (8)

  • Grazie a te per le bellissime parole

    Rispondi
    • Sono parole scritte col cuore <3 Un abbraccio!

      Rispondi
  • Hai ragione, il web è un piccolo mondo e, come in quello vero, devi saper filtrare parole e persone, cercando di tutelare la tua sensibilità. Capisco benissimo cosa intendi e sono, altrettanto, felice di sapere che ci sono animi puri come il tuo che va a braccetto con la mia idea di amicizia e sincerità 🙂 Incontrarti è stato un dono e spero un giorno di poterti abbracciare di persona 🙂
    Ma passiamo a questi deliziosi dolcetti..che dire se non che mi hai fatto venire una voglia terribile di provarli???
    Buona settimana, un abbraccio <3

    Rispondi
    • Carissima <3 anche per me è lo stesso: sono felicissima di averti incontrata in questo folle mondo e spero tanto di incontrarti anche di persona prima o poi! Un abbraccio e grazie, di tutto !

      Rispondi
  • Li ho provati anch’io!!!

    Rispondi
    • Sono buonissimi, vero Mila?! Qui si sono volatilizzati in un lampo!! 🙂

      Rispondi
  • Il tuo ragionamento non fa una piega; il web è un mondo come quello reale ed è difficile che uno riesca a fare la “commedia” prima o poi viene fuori la sua reale natura. Poi basta vedere quello che uno scrive, come si comporta, come si relaziona … non è difficile insomma, se uno ha un animo sensibile e attento, come il tuo. Ora vado immediatamente a vedere blog e canale di questa tua amica, che non conosco. Intanto ti dico che questi pan cake o darayaki, come dite, mi ispirano un sacco e leggendo gli ingredienti, sono certa sarebbero anche nelle mie corde, anche se non sono intollerante al glutine. Io ho una strana intolelranza: alla panna montata. Se mangio la panna senza montarla, non succede niente, se la mangio montata, sto malissimo fino a che non la rigetto. Mal di testa pazzesco, con stato di semi incoscienza in cui sento le persone ma non riesco a interagire. Sonno strano, fino appunto a quando me ne libero. Strana intolleranza, non trovi? Io ho ovviato usando panna vegetale ma il rischio è quando mangio fuori, anche un semplice gelato… a volte per dare volume, usano la panna montata e allora ciao!! Un abbraccio Leti, mi piaci sempre di più, sappilo. Buona serata

    Rispondi
    • Cara Terry, io credo che questi pancake ti piacerebbero molto, poi sono facili e veloci da preparare… Mary è proprio brava, non trovi? Per quanto riguarda la tua intolleranza, è strana, ma non sei la prima persona che mi racconta di queste manifestazioni particolari, sai? Ed è brutto quando esci e non puoi mangiare un gelato, perchè temi di star male, ti capisco benissimo… a casa, invece, puoi sostituire l’ingrediente incriminato, ma tanto tu sei bravissima <3
      E comunque, la stima è reciproca! Un abbraccio, Leti

      Rispondi