Incontrarsi. Dessert al mango senza glutine, vegan, senza zucchero.

Incontrarsi, quando fuori piove. Incontrarsi un pomeriggio qualunque di un settembre che all’improvviso si è fatto più fresco. E che richiama a sè la voglia di tisane bollenti e di torte di mele appena sfornate.

Incontrarsi nelle parole di un racconto. Incontrarsi mentre la vita scorre veloce. Incontrarsi, perchè è questo l’unico modo per ingannare il tempo. Fermare gli attimi e rimanere seduti a confidarsi. Ritagliarsi una parte di mondo. Essere te ed io. Semplicemente noi. E rimanere a parlare dei nostri progetti. Del futuro che ci attende. Degli istanti da vivere e di quelli già vissuti.

Incontrarsi per ritrovarsi negli occhi dell’altro. Per conoscere percorsi inesplorati e sentieri impervi. Incontrarsi tra le crepe dell’anima, quando i nodi da sbrogliare sono tanti. Quando tutto sembra perduto e invece ci sei tu a ricomporre i pezzi.

Uno dei miei più cari amici è appena tornato da un viaggio. Un viaggio che lo ha portato lontano, in posti esotici, al caldo. E mi ha parlato dei colori, delle nuove sfumature, dei sapori, delle persone che ha incontrato. Sono rimasta affascinata dai suoi racconti, dalla bellezza dei luoghi visti attraverso i suoi occhi, dalla sua felicità nel provare nuove esperienze…siamo rimasti a chiacchierare così a lungo, che alla fine l’ho invitato a cena. E dopo avergli fatto provare un’ottima pasta di legumi condita semplicemente con zucca in padella e sesamo, ho pensato di offrirgli un dessert speciale. A casa ho sempre un po’ di frutta esotica in questo periodo, perchè è colorata, mi mette di buon umore e mi ricorda l’estate. E con un mango, un po’ di latte di cocco e degli anacardi è uscito fuori un dolce irresistibile. Un Dessert al mango buonissimo, molto particolare:

 

Dessert al mango senza glutine vegan

 

Il dessert al mango è un dolce da gustare fresco o a temperatura ambiente. Mi rendo conto che in questo periodo la voglia di dolci sfornati si fa prepotente, ma quando arriva un ospite improvviso a cena, il dolce al cucchiaio è un salvagente da sfruttare ^.^

Il Dessert al mango ci ha conquistati, perchè ha un sapore esotico, grazie al cocco e al mango. Inoltre, ho previsto una base croccante, composta dalla granola home made sugarfree e senza glutine che personalmente tengo sempre in dispensa. E’ stato un gioco da ragazzi preparare questo dolce. Basta frullare anacardi ammollati e latte di cocco, insieme a un dolcificante liquido, mettere tutto nei bicchieri e lasciar riposare almeno un’oretta. Fuori dal frigo, a temperatura ambiente, il Dessert al mango diventerà più morbido. In ogni caso, il suo sapore è davvero ottimo, molto delicato. Somiglia vagamente allo yogurt, grazie al sapore ”formaggioso” degli anacardi…provatelo ^.^

Approfitto per ricordarvi un incontro importante, quello di novembre presso il Gluten Free Expo di Rimini. Io sono tra le blogger ufficiali: ^.^

Gf Expo

Quindi, se vi va, acquistate il biglietto, approfittando di uno sconto molto vantaggioso. Basterà accedere all’area riservata, registrarsi e,prima di procedere all’acquisto del ticket online, aggiungere questo codice:

R5BLH

Ora vi lascio alla ricetta del Dessert al mango senza glutine vegan…perchè Senza è buono ^.^

Dessert al mango senza glutine, vegan e senza zucchero

 

Dessert al mango senza glutine vegan

Cosa serve? *

100 gr di anacardi al naturale

180 gr di latte di cocco full fat, senza zuccheri aggiunti, con almeno il 60% di grassi [non quello in brick, controllate gli ingredienti]

30-40 gr di sciroppo di agave [va bene anche acero o sciroppo di riso e potete aumentare la dose, se non siete abituati i sapori poco dolci]

60 grammi di acqua naturale

Per la base:

granola home made q.b. oppure biscotti home made sbriciolati

per decorare: 

mango maturo

flakes di cocco [facoltativi]

*In caso di celiachia, tutti gli ingredienti a rischio di contaminazione devono essere certificati senza glutine

Come si fa?

Lasciate gli anacardi in acqua tiepida ad ammollare per qualche ora, oppure, se non avete tempo, sbollentateli per 30 minuti in acqua calda. Scolateli e versateli nel mixer con l’acqua indicata nelle dosi, il dolcificante scelto e frullate. Aggiungete gradatamente il latte di cocco.

Prendete dei bicchieri, versate sulla base la granola home made, qualche cucchiaio di crema di anacardi e latte di cocco e descorate con pezzetti di mango e flakes di cocco. Riponete tutto in frigo a riposare per almeno un’ora.

Servite i Dessert al mango belli freschi o se preferite, a temperatura ambiente. Si conservano in frigo per 2-3 giorni al massimo.

 

Dessert al mango senza glutine vegan

 

Dessert al mango senza glutine vegan

 

creative wordpress theme

Commenti (8)

  • Io rimango sempre stupita davanti ai tuoi dolci “senza”. Li fai con una facilità estrema e questo deve essere proprio buono. L’amicizia è proprio una gran bella cosa. Tu puoi stare distante anche mesi, senza sentirti ma quando ti ritrovi, è come essersi appena lasciati, se l’amicizia è vera e sincera. Sono molte le persone che oggi sono costrette a vivere lontane da casa, magari in paesi stranieri. Quando ne leggo mi dispiaccio, avendo vissuto la cosa in prima persone … ma comunque sono sempre esperienze che ci arricchiscono, anche se la nostra Italia ce la portiamo sempre nel cuore. Un abbraccio grande Leti e grazie di tutto.

    Rispondi
    • Terry, dolce amica, grazie <3 è proprio vero, quando l'amicizia è autentica, non esiste distanza. Ti abbraccio forte forte :-*

      Rispondi
  • Leggendo il post inizialmente canticchiavo la canzone di Noemi Sono solo parole, poi mi sono dedicata alla lettura attenta sia della ricetta che delle foto, bene prossima estate mi piazzo a casa tua così ho il mare a due passi e uno chef personale:P scherzi a parte ottima ricetta sarà che io adoro i dolci al cucchiaio:D

    Rispondi
    • Grazie cara ^.^ sapevo che la ricetta ti sarebbe piaciuta 😀 anche io adoro i dolci al cucchiaio, risolvono quando arriva un ospite improvviso. Baciotti

      Rispondi
  • Io amo l’estate e onestamente non mi dispiace affatto portarne un pochino in tavola tutto l’anno! Questo dessert è un modo davvero meraviglioso per farlo 🙂 Con queste dosi si ottengono due coppette giusto? Credo proprio che lo proverò anche io alla prossima cena improvvisa o anche per una colazione fresca!
    Anche io sono tra le blogger ufficiali del GFEXPO e ci andrò di persona, spero che sarà l’occasione per conoscerci!
    Un abbraccio :*

    Rispondi
    • Tesoro grazie per la visita e per il messaggio <3 ti rispondo con un po' di ritardo...non ho mai tempo... cmq sì, con queste dosi si ottengono due coppette, avanza un po' di crema, che è buonissima da mangiare così, in purezza. Ti abbraccio forte e spero di incontrarti di persona ^.^

      Rispondi
  • Che bello ascoltare i racconti di viaggi.. trapela tutta la loro emozione!!! E lo avrai coccolato per benino con questo dessert.. è vero che è particolare.. ma sarei curiosa di assaggiare!!! un bacione

    Rispondi
    • E’ vero, Claudia, quando un amico torna da un viaggio, è bellissimo condividere con lui i ricordi che ha collezionato 😀 Il dessert è piaciuto particolarmente, ha conquistato entrambi ^.^ Un abbraccio carissima

      Rispondi