Crostatine senza glutine e vegan per il 100% Gluten Free (fri)Day!

Una frolla vegan e senza glutine, una crema senza uova e senza latte vaccino e mele a fettine…un sogno? Da oggi è realtà con le mie crostatine crema e mele!

Crostatine-pasta frolla-senza glutine-vegan-crema senza glutine-vegan-ricetta

Devo confessarvi che trovare “la ricetta perfetta” per una pasta frolla che unisse due esigenze, ovvero adatta sia ai celiaci sia ai vegani e possibile “maneggiare”, è stata una vera impresa, ma alla fine ci sono riuscita, usando, come sempre le farine naturalmente prive di glutine! Ovviamente, per evitare il famoso picco glicemico, ho usato in primis farine integrali e poi ho messo mandorle ridotte in farina, che secondo diversi studi, aiutano a stabilizzare la glicemia.

La crema senza uova è molto delicata e dalla consistenza leggera e non contiene latticini, infatti è a base di latte vegetale; nel mio caso ho usato latte di mandorla, che trovo particolarmente goloso e adatto per questa ricetta senza glutine.

Si tratta di un dolce un po’ articolato, ma vi assicuro che non è affatto difficile da realizzare e poi farà contenti un po’ tutti: celiaci, vegani e intolleranti a latte e uova…perché “Senza è buono”!Crostatine-pasta frolla-senza glutine-vegan-crema senza glutine-vegan-ricetta

P.S. Oggi è venerdì e con questa ricetta partecipo, per la prima volta, alla bellissima iniziativa di Gluten Free Travel and Living, il 100% Gluten Free (fri)Day!

Gluten Free (fri)Day

Crostatine crema di mandorle e mele senza glutine e vegan

Cosa mi serve?

Per la frolla:

  • 70 gr di mandorle con la buccia ridotte in farina
  • 150 gr di farina di grano saraceno integrale certificata senza glutine
  • 100 gr di farina di riso integrale certificata senza glutine
  • 70 gr di olio di riso
  • 100 gr di zucchero di cocco (o di canna integrale)
  • 70-80 ml di acqua
  • scorza di limone e qualche goccia di succo
  • un cucchiaio di lievito per dolci senza glutine
  • marmellata di albicocche
  • una mela

Per la crema:

  • 500 ml di latte di mandorla (o di riso alla vaniglia)
  • 3 cucchiai abbondanti di fecola certificata senza glutine
  • 2 cucchiai di zucchero di cocco (facoltativi, io non li ho messi perché il latte era già dolce)

Come si fa?

Preparare la crema: mescolare in un pentolino il latte, la fecola, e lo zucchero. Accendere il fornello e portare a ebollizione mescolando sempre con un cucchiaio di legno, finché non avrà raggiunto la giusta consistenza. Lasciar raffreddare la crema. Pulire la mela, tagliarla a fettine sottili e bagnarla con qualche goccia di succo di limone. Preparare la pasta frolla: mescolare in una ciotola le farine setacciate con il lievito, aggiungere la farina di mandorle, la scorza di limone e lo zucchero. A questo punto, iniziare a introdurre l’olio e l’acqua poco alla volta, impastando con le mani. Quando avrà raggiunto la giusta consistenza (non deve essere troppo secca né molle, dovrà avere la consistenza di una frolla all’olio), lasciarla riposare per qualche minuto. Stendere l’impasto non troppo sottile e ricavarne dei dischi, che saranno la base delle nostre crostatine. Rivestire gli stampini con i pirottini, adagiarci sopra i dischi di frolla e coprirla con della carta da forno e del riso crudo o legumi secchi crudi. Cuocere i gusci in forno a 180° per circa 10-12 minuti. Far raffreddare i gusci di frolla e coprirli con un velo di marmellata di albicocche, un paio di cucchiai di crema, due fettine di mela e una spennellata di marmellata di albicocche.

Ricetta di Crostatine senza glutine e vegan

creative wordpress theme

Commenti (13)

  • Lety sono eccezionali queste tortine, bravissima! Buon week end
    Manu

    Rispondi
    • Ciao Manu!Grazie!Ho studiato molto questa ricetta e credo di aver trovato un’ottima combinazione di ingredienti!Mai scoraggiarsi!
      Un abbraccio, buon week end anche a te, Lety

      Rispondi
  • Ciao Lety,
    Complimenti, le tue ricette sono davvero sfiziose!
    Ti chiedo un’informazione, magari puoi aiutarmi.
    Seguo un’alimentazione molto particolare, e la farina di riso non mi è concessa (sono allergica alle graminacee, di cui il riso fa parte).
    Togliendo la farina di riso, la frolla cambia tanto secondo te?
    Approfitto della tua esperienza 😉
    Grazie mille, un bacione!
    Mara

    Rispondi
    • Ciao Mara! Benvenuta e grazie per le tue parole! Mi lusingano e commuovono!
      Per quanto riguarda la ricetta, devi sperimentare! Data la tua allergia, ho pensato a più di un paio di alternative:
      1)Potresti sostituire al farina di riso con la stessa quantità di farina di grano saraceno, lasciando invariato il resto (aggiungi acqua poco alla volta, fino a raggiungere la consistenza di una frolla all’olio,mi raccomando!) : in questo modo, otterrai una frolla di solo grano saraceno e farina di mandorle, che potresti riuscire a impastare.
      2) Altra idea: esistono farine come quella di quinoa o di amaranto, che non sono graminacee. Potresti, quindi, sostituire la farina di riso con quella di amaranto o di quinoa nella stessa quantità.
      3)Infine, se non hai problemi con la fecola, potresti sostituire 100 gr di farina di riso con 60 gr di fecola (diminuendo anche la quantità di liquido tra olio e acqua e lasciando invariato il resto).

      Se proprio non riesci a tenere insieme l’impasto, prova ad aggiungere 5 grammi di xantano, una gomma naturale che funge da legante.
      Per mia esperienza, inoltre, i dolcificanti sottoforma di sciroppo, come l’acero, l’agave, o il concentrato di dattero, o il miele (se non sei vegana) aiutano molto a legare gli impasti senza glutine e vegan (bastano 5-6 cucchiai). Spero di averti aiutata in qualche modo! 🙂
      P.S. penso proprio che sperimenterò anche io e se la frolla mi riuscirà, la pubblicherò e la dedicherò a te e a tutti gli allergici alle graminacee! Un bacione, Leti

      Rispondi
  • …ma sei adorabile! Grazie mille per averci ragionato su e per avermi riportato tutte le tue sperimentali ipotesi.
    Proverò queste alternative e ti farò sapere.
    Un abbraccio infinito!
    Mara

    Rispondi
    • Mara, sono io che ringrazio te di cuore! Aspetto tue news! Un abbraccio, Leti

      Rispondi
  • Ciao Lety complimenti per il tuo sito…ti ho appena scoperta 😀 al posto della farina di mandorle posso sfruttare l okara di mandorle? E se si puoi indicarmi come rapportarmi con la quantità?

    Rispondi
    • Ciao Marcy! Benvenuta e grazie per i complimenti! 🙂 Purtroppo non ho ancora sperimentato con l’okara di mandorle, ma credo che la sostituzione possa essere possibile. Trattandosi dello “scarto” del latte di mandorla, immagino che possa tranquillamente sostituire, nella stessa quantità, le mandorle ridotte in farina, tuttavia, dovrai regolarti tu con i liquidi, perchè credo che l’okara sia un po’ più “asciutta”! Quindi prova ad aggiungere poco alla volta l’acqua e se vedi che l’impasto non è lavorabile perchè troppo secco, aggiungi ancora qualche cucchiaio d’acqua (poco alla volta!), finchè non otterrai una simil frolla! Fammi sapere! 🙂

      Rispondi
  • Ho iniziato a seguire un’alimentazione senza glutine ed il mio incubo era riuscire a fare dei buoni biscotti che ricordassero la classica frolla all’olio con farina di grano che ero solita fare. I diversi esperimenti sono stati tutti fallimentari finché non ho provato la tua ricetta: meravigliosa e senza nulla da invidiare alla classica frolla vegana! L’ho utilizzata anche per fare delle crostatine con crema di riso al cacao per il mio ultimo post, deliziose, grazie ;D

    Rispondi
    • Ciao VeggieRiot e benvenuta! Preparare dolci gluten free, soprattutto con farine naturali è una vera impresa, e lo è ancora di più se iniziamo a togliere altri ingredienti, come le uova… ma io credo che bisogna sempre provare, mai arrendersi 😉 sono felice che tu abbia provato una mia ricetta e soprattutto che ti sia piaciuta. Vengo a curiosare sul tuo blog…un abbraccio e grazie! Leti

      Rispondi
  • Cara lety complimenti 1000volte! Sei un angelo!!! Potresti dirmi come sostituire l’olio di riso? Non riesco a reperirlo, al limite lo comprerò on line. Altra cosa:potrei scriverti privatamente? A quale indirizzo? Grazie di tutto

    Rispondi
    • Carissima <3 grazie...sono commossa! Sei dolcissima!
      Puoi sostituire l'olio di riso con olio di mais biologico oppure con olio extravergine biologico dal sapore delicato. Puoi scrivermi privatamente alla mail senzaebuono2014@gmail.com
      Un abbraccio grande grande, Leti

      Rispondi
  • Ciao Leti,
    ma quanto è buona questa frolla!
    Grazie alla tua ricetta, molto simile a quella che usavo per la frolla vegan glutina, ho fatto una buonissima crostata con la composta di frutti di bosco.
    Qui il mio post: http://editor.wix.com/html/editor/web/renderer/external_preview/document/3ee77f93-9dc9-40d1-95c2-78b9ba8100b1?metaSiteId=c797eac7-a6e5-45fb-8c47-2bfb1492a364&isExternalPreview=true#!Crostata-SENZA-GLUTINE-e-vegan/w0uls/58a08b73e417291262f2b2ac

    A presto,
    Fede

    Rispondi