Crostata con frolla al caffè senza glutine vegan farcita con crema al cioccolato

Non mi piace sentirmi fragile. Non mi piace provare quella sensazione di potermi spezzare da un momento all’altro. Ma ogni volta è la stessa storia. Ogni volta questo cuore va in frantumi, sparpagliandosi in mille pezzi. E ogni volta è doloroso ricomporlo, facendo attenzione che i pezzi tornino al proprio posto.

Penso che dovrei diventare più forte. Penso che dovrei prendermi più cura di questo cuore sgangherato.

 

Spesso, però, un dolce aiuta. Soprattutto se è a base di caffè e cioccolato.

Una frolla al caffè senza glutine

Esistono molti tipi di pasta frolla senza glutine: si tratta di una base della pasticceria della quale ti ho già parlato in passato. Puoi preparare una frolla al burro (senza lattosio oppure home made e senza latticini per chi vuole sperimentare) oppure una frolla all’olio senza glutine. Puoi persino ometterele uova per una frolla senza glutine e vegan, oppure si possono utilizzare solo gli albumi.

Diverse sono le farine che puoi utilizzare per prepararla: le farine senza glutine, infatti, sono molte e ciascuna caratterizzerà la frolla per cosistenza e gusto. Ad esempio, aggiungere una piccola quantità di farina di mais renderà la pasta frolla più croccante e saporita. Esiste anche una serie di aromi da impiegare per personalizzare la frolla. Qualche esempio? Ti lasco il link di qualche ricetta, a seconda della spezia utilizzata:

Ma c’è un sapore che io trovo davvero sorprendente in una pasta frolla: il caffè.

La scorsa settimana ho condiviso con te i biscotti con fondi di caffè, preparati con il caffè Pellini in versione bio. E quei biscotti mi hanno ispirato un’altra ricetta, sempre a base di caffè. Qualche sera fa, ho immaginato una frolla al caffè che racchiude una morbida crema al cioccolato. Detto, fatto! Ero già in cucina e il risultato è questo:

Crostata con frolla al caffè senza glutine vegan

Una pasta frolla al caffè delicatamente profumata, lievemente amar e rustica, grazie alla farina di teff, che ha caratterizzato ulteriormente questo impasto, con il suo retrogusto di nocciola. Anche questa volta ho utilizzato il caffè Pellini bio trovato nella Degustabox di marzo. Se anche tu vuoi acquistare la tua prima foodbox puoi aprofittare del codice:

6S7N3

per riceverla a un prezzo scontato (9,99 invece di 15,99). Per scoprire cosa contiene la Degustabox di questo mese, dai un’occhiata alle mie stories in evidenza su Instagram.

Per quanto riguarda la crema, ho preso spunto dalla favolosa crema vegan al cioccolato di Simona del blog Tavolartegusto. Lei l’ha preparata con farina 00, io l’ho modificata, rendendola senza glutine e omettendo il burro, ma lasciando invariato il procedimento. Il risultato? Una crema golosa e profumata, con un sapore che si sposa alla perfezione con questa frolla al caffè senza glutine.

Ora ti lascio alla ricetta della Crostata con pasta frolla al caffè vegan senza glutine…perchè Senza è buono 🙂

Crostata con pasta frolla al caffè senza glutine vegan farcita con crema al cioccolato

Pasta frolla al caffè senza glutne vegan

Ingredienti per una teglia da crostata da 22 cm di diametro*

Per la pasta frolla al caffè senzaglutine vegan:

  • 50 gr di latte vegetale (mandorla o soia)
  • 30 gr di caffè della moka freddo Pellini bio
  • 50 gr di zucchero di cocco (o altro dolcificante in polvere a scelta come stevia, eritritolo o zucchero di canna integrale)
  • 200 gr di farina di teff (oppure farina di riso integrale)
  • 120 gr di farina di mandorle
  • 15 gr di farina di semi di lino
  • 40 gr di olio (di riso, di mais o di vinacciolo)
  • 2 gr di cremor tartaro e 2 gr di bicarbonato
  • essenza di vaniglia oppure scorza di arancia bio

Per la crema al cioccolato di Simona:

*In caso di celiachia, tutti gli ingrdienti a rischio di contaminazione devono essere certificati senza glutine

Procedimento

Prepara la crema pasticera al cioccolato

Trita con il coltello il cioccolato fondente, versalo in un pentolino abbastanza capiente e con il fondo spesso (altrimenti il cioccolato potrebbe bruciarsi), insieme all’amido e allo zucchero, mescola e poni sul fuoco bassissimo. Mescola di tanto in tanto e fai controlla che il composto non si bruci. Quando il cioccolato si sarà sciolto e si sarà composta una massa, aggiugi poco alla volta la bevanda vegetale, mescolando sempre con un cucchiaio. Non aggiungerne altra finchè non si sarà assorbita. Lascia addensare la crrema sul fuoco basso. Non preoccuparti se dovessero crearsi dei grumi. Mescola e quando sarà densa, spegni il fornello. lascia raffreddare.

Prepara la pasta frolla senza glutine vegan

Versa la farina di teff e quella di mandorle in una ciotola ampia. aggiungi laa farina di semi di lino (o i semi di lino tritati finissimi), l’olio, l’essenza di vaniglia, il caffè e la bevanda vegetale poco alla volta. Potrebbe non essere necessaria tutta la quantità (oppure potresti dover aggiungerne altra, dipende dalla consistenza): impasta con le mani e cerca di ttenere un composto morbido e liscio, non appiccicoso. Se necessario, lascia riposare per 10-15 minuti in frigo.

Riprendi la pasta frolla al caffè senza glutine, stendine 2/3 tra due fogli di carta da forno. Spennella di olio una teglia da 22 cm per crostata e disponi la base e i bordi, in uno strato non troppo sottile. Se dovesse spezzarsi, la compatterai con le mani. Versa il ripieno, livella con un cucchaio e decora con il resto dell’impasto che avrai steso tra due fogli di carta da forno. Ricava tante fornine oppure la clasica grata.

Cottura dela crostata con pasta frolla al caffè senza glutine

Accendi il forno e lascialo preriscaldare a 180 gradi. Inforna per 15 minuti, controllando che non si cuocia troppo in superficie.

Estrai dal forno e lascia raffreddare.

Consigli e varianti

Conserva la crostata con pasta frolla al caffè senza glutine in un portatorte e consumala entro 4-5 giorni, oppure congelala a fette.

Se non trovi la farina di teff, puoi sostituirla con farina di riso integrale. Ti consiglio di utilizzare la farina di semi di lino, che aiuterà a compattare l’impasto. Se non dovessi trovarla certificata, puoi tritate i semi di lino nel mixer, riducendoli in polvere finissima.

Se non vuoi o non puoi mangiare caffè, puoi sostituirlo con la stessa quantità di latte vegetale.

Ricetta frolla al caffè senza glutine

 

 

P.S. Anche quest’anno sono digital partner uficiale del Gluten Free Expo, la fiera dedicata al senza glutine e alsenza lattosio che si terrà a Rimini dal 16 al 19 novembre 2019. E c’è una novità: ci sarà spazio per Expo veg e Ethnic Food Expo, sotto il brand FOODNVOVA, il network delle nuove esigenze alimentari.

glutenfree expo rimini 2019

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

2 Commenti

  • Rispondi
    Nadia
    9 Aprile 2019 a 15:28

    La farò prestissimo, perché tu sei una “garanzia” e perché, già dagli ingredienti, si capisce che funziona, eccome se funziona! Brava e grazie😃

    • Rispondi
      Senza è buono
      14 Aprile 2019 a 21:10

      Grazie infinite per le tue parole <3 ti abbraccio e tienimi aggiornata!

    Rispondi

    - Disclaimer -

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001

    Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.