3 anni. 36 mesi. 156 settimane. 1095 giorni. Crostata cocco e lamponi vegan senza glutine

Settembre. Preludio dell’autunno. Fine dell’estate. Un nuovo inizio alle porte. Voglia di cambiamenti. Di nuovi percorsi.

Settembre. Il sapore dolce dell’uva. Gli ultimi fichi freschi che arrivano a maturazione. E le foglie che iniziano a ingiallire.

Il profumo della prima pioggia, della terra bagnata. Il sole tiepido sulla pelle.

Settembre. Un mese speciale. Per me.

Era proprio il 1 di settembre 2014 quando ho dato vita a questo progetto, con un pizzico di incoscienza, poca consapevolezza e tanta curiosità. Tre anni. Trentasei mesi. Centocinquantasei settimane. Millenovantacinque giorni in rete.

E da allora, il mio mondo è cambiato.

Sono stati tre anni di ricette senza glutine dolci e salate. Tre anni ricchi di incontri, di soddisfazioni piccole e grandi. Tre anni nei quali sono cresciuta, ho cucinato tanto, ho avuto i miei piccoli e grandi momenti di crisi, di rifiuto. Mi sono presa le mie pause per riflettere. Ma poi sono ripartita, più forte di prima. Tre anni nei quali ho incontrato – virtualmente e di persona- e stretto legami con tante altre blogger.

Tre anni nei quali ho parlato con voi, i miei lettori, in un dialogo fatto di newsletter, mail e foto delle mie ricette preparate da voi.

Senza tutto questo, non starei qui a raccontarvelo.

Perchè tutto questo è Senza è buono. Ricette, sì, ma anche tanti fili invisibili, collegati tra loro da un’unica grande passione, la cucina. Quella sana.

Dietro queste parole, dietro questo schermo, ci sono io, con le mie piccole grandi fragilità, la mia forza d’animo, la mia vena malinconica.

 

Crostata cocco e lamponi vegan senza glutine

 

Ci sono io con il mio bisogno di  legami umani, seppur lontani. Faccio fatica a fidarmi, sì. Ho talmente tanti difetti da poterne fare una collezione. Sono complicata da capire, sensibile, anche troppo, piena di contraddizioni. Sempre in cerca di conferme. Chi mi conosce bene, lo sa. La solitudine non mi spaventa. Eppure ho un bisogno estremo di legami. Ho un immenso bisogno di confrontarmi, di sentirmi compresa.  

Un mio amico – uno a caso- mi direbbe: prendi tutto troppo sul serio. Ed è così. Confermo. Prendo tutto troppo sul serio. Prendo tutto di pancia. Sono fatta così. Ma ci sto lavorando.

Per ora, accettatemi per come sono. Io in cambio, vi offro una bella fetta di crostata per festeggiare in mia compagnia.

 

Crostata cocco e lamponi vegan senza glutine

 

Lo sapete, amo le crostate, quelle con un morbido ripieno. Ed era da un po’ che non ne preparavo una. Ma questa è l’occasione giusta ^.^

Quando l’ho preparata, giorni fa, l’ho semplicemente immaginata così: un guscio di frolla al cacao, con farine naturali  racchiude un ripieno di frangipane al cocco, arricchita di morbidi lamponi. E infine, una ganache al cioccolato e, ancora, tanti lamponi.

Insomma, un dolce per le grandi occasioni ^.^ se volete prepararlo per colazione, ovviamente, potete omettere la ganache e renderlo più leggera.

 

Crostata cocco e lamponi vegan senza glutine

 

Il tutto è vegan e preparato con farine naturali senza glutine.

Con la crostata cocco e lamponi partecipo al  100% Gluten  free (fri) Day:

Ora vi lascio alla ricetta della Crostata cocco e lamponi con ganache al cioccolato senza glutine, vegan e senza zuccheri raffinati…perchè Senza è buono 😀

 

Crostata cocco e lamponi con ganache al cioccolato vegan senza glutine

 

Crostata cocco e lamponi vegan senza glutine

Cosa serve?*

Dosi per uno stampo a cerniera rotondo da 18-massimo 20 cm di diametro

Per la frolla:

  • 120 gr di farina di grano saraceno integrale bio
  • 60 gr di farina di mandorle [o mandorle ridotte in farina]
  • 10 gr di farina di semi di lino
  • 10 gr di cacao amaro in polvere
  • 6 gr di polvere lievitante composta da cremor tartaro e bicarbonato
  • 40 gr di olio di riso o di mais bio
  • 40 gr di zucchero di cocco o di canna integrale
  • 80-100 gr di latte di cocco [la parte liquida di una lattina]

Per la frangipane al cocco:

  • 30 gr di farina di cocco [o cocco rapé]
  • 50 gr di farina di mandorle [o mandorle senza pellicina ridotte in farina]
  • 200 ml di latte di cocco in brick con almeno il 60% di cocco
  • 70 gr di sciroppo di acero o di agave [o miele se non siete vegani]
  • 40 gr di farina di riso integrale bio
  • 6 gr di polvere lievitante composta da cremor tartaro e bicarbonato
  • lamponi freschi q.b.

Per la ganache:

  • 130 gr di latte di cocco [con almeno l’80% di cocco – parte solida di una lattina]
  • 150 gr di cioccolato fondente possibilmente dolcificato con zucchero di cocco integrale

Per decorare:

  • lamponi q.b.

 

*In caso di celiachia, tutti gli ingredienti a rischio di contaminazione devono essere certificati senza glutine

 

Come si fa?

Qualche giorno prima di procedere con la preparazione, mettete una lattina di latte di cocco in frigo: la parte solida, più grassa, si separerà da quella liquida.

Per la ganache al cioccolato

Tritate il cioccolato con un coltello e mettetelo da parte. Aprite la lattina e prelevate la parte più grassa e solida. Versatela in un pentolino e portate a bollore. Spegnete il gas e unite il cioccolato tritato. Mescolate e lasciate raffreddare. Riponete in frigo a solidificare.

Per la frolla vegan senza glutine

Versate la farina di grano saraceno in una ciotola, aggiungete quella di semi di lino, la farina di mandorle, il cacao amaro setacciato, lo zucchero e la polvere lievtante e mescolate. Unite l’olio e, poco alla volta, la parte liquida del latte di cocco che avrete prelevato dalla lattina messa in frigo. iniziate a impastare fino ad ottenere un composto lavorabile e non appiccicoso. Mettete in frigo la frolla ottenuta e lasciatela riposare per 20 minuti.

Per la frangipane al cocco

Versate i 200 ml di latte di cocco in brick in una ciotola dai bordi alti. Unite il dolcificante scelto. Prendete le fruste e iniziate a montare, per incorporare aria. Aggiungete la farina di cocco [o il cocco rapé], la farina di riso, la polvere lievitante e la farina di mandorle e continuate a montare, fino ad ottenere un composto morbido e omogeneo. Unite anche i lamponi e mescolate delicatamente.

Composizione e cottura della Crostata cocco e lamponi

Rivestite uno stampo a cerniera da 18 massimo 20 cm con carta da forno.

Riprendete la frolla dal frigo, stendetela tra due fogli di carta da forno e ricavate la base e i bordi. Versate la frangipane al cocco e lamponi. Accendete il forno e regolatelo a una temperatura di 170 gradi. Infornate la Crostata cocco e lamponi e lasciatela cuocere per 40 minuti, controllando che non si scurisca troppo in superficie. Controllate la cottura con uno stecchino. Se dovesse uscire umido, prolungate la cottura di altri 7-10 minuti, avendo l’accortezza di coprire la superficie con carta di alluminio o carta da forno.

Una volta cotta, lasciate raffreddare la Crostata cocco e lamponi fuori dal forno. Estraetela con delicatezza dallo stampo e disponetela su un piatto da portata.

Riprendete la ganache dal frigo e mescolate energicamente. Versatela in un sac a poche e decorate la superficie della Crostata cocco e lamponi. Ultimate la decorazione con lamponi freschi e riponete in frigo. Servite la Crostata a temperatura ambiente. Conservatela in frigo e consumatela entro 3- 4 giorni.

 

Crostata cocco e lamponi vegan senza glutine

 

Crostata cocco e lamponi vegan senza glutine

creative wordpress theme

Commenti (10)

  • Qui sul blog gli auguri te li faccio in ritardo, ma lo devo dire tra te e Manolo mi state intasando il pc con le ricette da fare e poi questa storia che mi viene fame solo a guardare le foto deve finire, iniziate a mandarmi degli assagginie per il tuo essere complicata tranquilla sei in ottima compagnia e meglio essere così che uguali a milioni di altri.:*

    Rispondi
    • Dolcissima Giulia, sei troppo simpatica ^.^ se fossimo più vicine, ti porterei la torta intera per gustarcela insieme, tra chiacchiere e tante risate <3 grazie per il commento e per la visita 😀 ti abbraccio forte forte

      Rispondi
  • Ti capisco molto ma molto bene mia cara.. anche io sono complicata.. anche io son piena di contraddizioni.. anche io prendo tutto troppo sul serio e vado sempre di pancia.. ma siamo così.. ci possiamo lavorare certo.. ma siamo così!!! Auguri per tutto ciò che hai ottenuto sino ad oggi. per il tuo percorso.. peri risultati.. per il tuo blog!!! Ti abbraccio e festeggio con una fetta di dolce.. Un abbraccio forte forte… Ancora qualche giorno e torno operativa anche io… Intanto domani un post tutto dedicato a quello che è stata la mia vacanza! baciottoni

    Rispondi
    • Carissima, te ed io ci capiamo alla grande, siamo anime affini ^.^ grazie per essere passata <3 ti offro una super fettona di torta e festeggiamo insieme: tu sei una delle presenze importanti e sono molto felice di averti incontrata in questo mondo virtuale. Ti abbraccio e a prestissimo sul tuo blog 😀

      Rispondi
  • accetto volentieri al tua fetta di torta e tu sai quanto io sia felice di partecipare a questo tuo traguardo. Hai fatto tanto e molto ancora farai con la tua tenacia ed il tuo impegno, ti auguro cose belle amica cara. Un abbraccio

    Rispondi
    • Lo so, dolcissima amica mia <3 e spero che un giorno, non troppo lontano, potremo gustarci una fetta di torta insieme a un buon caffè. Un abbraccio grandissimo :-*

      Rispondi
  • 3 anni di te ed è come averti sempre conosciuta. Siamo molto simili, prendiamo le cose sul serio e seguiamo le nostre passioni senza compromessi. Incontrarti sulla mia strada è stato un dono e spero un giorno di poterti abbracciare di persona e vedere esplodere il tuo sorriso, non solo tra le righe ma alla luce del sole!
    Grazie x questa fetta di torta, sono sicura che conquisterebbe il mio palato proprio come tu hai fatto con il mio cuore.
    Buon compleblog amica mia <3

    Rispondi
    • Tesorina, ma lo sai che mi hai fatto piangere? Mi hai scritto parole troppo belle che spero di meritarmi <3 anche io spero di incontrarti di persona: sei un'anima luminosa e speciale <3 un abbraccio immenso e grazie ancora per tutto

      Rispondi
  • Mi ero ripromessa che al ritorno dalla vacanza avrei letto questo articolo. Ed eccomi qui. E’ un’aprirsi totalmente il tuo, con la consapevolezza di chi si accetta nella sua imperfezione. Anche atto di coraggio, donare parte di te da una parte a volti non noti e a cuori non esplorati. Io adoro vedere dentro quindi accolgo appieno. Con sorriso. Un bacio!

    Rispondi
    • Tesoro, grazie <3 accettarsi è un percorso lungo e a volte doloroso: io cercando di percorrerlo e, per fortuna, non sono sola 😀 ti abbraccio forte forte

      Rispondi