Basta uno sguardo

Uno sguardo può comunicare più di mille parole. 

Sono gli occhi che parlano e raccontano il nostro stato d’animo. Con gli occhi possiamo minacciare, possiamo insultare in modo sottile, o in modo palese. Con gli occhi possiamo esprimere gentilezza, felicità, serenità.

Gli occhi trascendono le parole. A volte basta solo saperli leggere, per scoprire un messaggio nascosto, per riuscire ad ascoltare le parole non dette. Gli occhi sono i veri interpreti dei nostri sentimenti, nascondono e rivelano la nostra essenza, la nostra anima.

Ci sono sguardi che non possiamo dimenticare. Sono gli stessi che ci portiamo nel cuore, quando sentiamo certe mancanze.

E poi ci sono sguardi che comunicano soddisfazione. La stessa soddisfazione che ho letto negli occhi di mia madre quando ha provato il dolce che vi propongo oggi. Una crostata sorprendente, con un ripieno cremoso e naturalmente dolce.

Confesso che è la prima volta che utilizzo le castagne fresche in un dolce. In passato ho utilizzato più volte la farina di castagne e ci ho preparato un Brownie castagne e cannella, dei golosi Cookies al doppio cioccolato  e un Plumcake alle pere . Ma oggi è la volta di una crostata ancora più golosa che unisce le castagne con il cioccolato e il rum, un connubio classico reso particolare grazie al latte di cocco.

 

Crostata castagne e cioccolato senza glutine vegan

 

Grazie alla presenza del cioccolato, non è stato necessario dolcificare il ripieno – qui gradiamo i sapori poco dolci … se siete abituati ai sapori più dolci, potete aggiungere un po’ di zucchero di cocco o di canna integrale- .

Una crostata dal sapore autunnale, avvolgente e cremosa, perfetta per il contest Autunno in tavola organizzato dalle mie amiche Mary e Felicia, blogger di Zero glutine 100% bontà:

contest-zero-glutine

Inoltre partecipo al  contest di Betulla e della Locanda 2 camini

ilboscoincucina_verticale-2

Oggi  è venerdì, quindi con la Crostata castagne e cioccolato partecipo al 100% Gluten Free (fri) Day:

Gluten-Free-friDay-3

Ora vi lascio alla ricetta della Crostata castagne e cioccolato vegan, senza glutine e senza lievito…perchè Senza è buono 😀

Crostata castagne e cioccolato vegan senza glutine

 

Crostata castagne e cioccolato senza glutine vegan

Cosa serve?*

Dosi per una tortiera tonda da 20 cm di diametro

Per la base:

  • 120 grammi di farina di grano saraceno integrale
  • 60 grammi di farina di mandorle
  • 40 grammi di olio
  • 30 grammi di zucchero di cocco integrale o di canna integrale
  • 4 grammi di polvere lievitante già dosata e composta da bicarbonato e cremor tartaro
  • 60 grammi siero di latte di cocco -la parte liquida che si sarà separata dalla parte solida-

Per il ripieno**:

  • 150 grammi di castagne lesse – le mie erano cotte in pentola a pressione-
  • 120 grammi di latte di mandorle
  • 120 grammi di latte di cocco – la parte solida-
  • 30 grammi di latte di cocco – parte liquida
  • 60 grammi di farina di mandorle
  • 40 grammi di cioccolato fondente
  • rum q.b.
  • 5 grammi di cacao amaro senza zuccheri aggiunti

*In caso di celiachia, tutti gli ingredienti devono essere certificati senza glutine

**Come notate, non c’è zucchero nel ripieno, perchè le castagne sono dolci e il cioccolato contiene qualche dolcificante. Se preferite e se siete abituati ai sapori più dolci, potete aggiungere 40 grammi di zucchero di cocco integrale o di canna.

Come si fa?

Per il ripieno della Crostata castagne e cioccolato

Preparate il ripieno con un po’ di anticipo: dopo aver lessato le castagne, sbucciatele e versatele in un pentolino. Unite il latte di mandorle e lasciate cuocere a fuoco bassissimo finchè non diventeranno morbide. Unite il rum e lasciate intiepidire. Frullate con un mixer a immersione e lasciate da parte.

Sciogliete a bagnomaria il cioccolato fondente e unitelo alla purea di castagne. Aggiungete la parte solida del latte di cocco, la parte liquida, la farina di mandorle e il cacao e mescolate. Provate il ripieno e se lo percepite poco dolce per i vostri gusti, potete aggiungere anche 40 grammi di zucchero di cocco integrale o di canna. Il composto risulterà sostenuto. Mettetelo da parte.

Per la frolla della Crostata castagne e cioccolato

Preparate la frolla della Crostata castagne e cioccolato: setacciate la farina di grano saraceno con a polvere lievitante, unite le mandorle ridotte in farina, lo zucchero, l’olio e il siero di cocco poco alla volta, iniziando a lavorare l’impasto con le mani. Se il composto dovesse risultare troppo secco, unite ancora altro siero, ma poco alla volta, finchè non otterrete un impasto morbido e non appiccicoso.

Lasciate riposare in frigo per mezz’ora.

Prendete uno stampo tondo con cerchio apribile. Copritelo con la carta da forno.

Riprendete l’impasto, stendetelo non troppo sottile e ricavate la base e i bordi della crostata. Versate il ripieno e livellate.

Accendete il forno e regolatelo a una temperatura di 180 gradi. Una volta caldo, infornate la Crostata castagne e cioccolato e lasciatela cuocere per 20 minuti. Il ripieno rimarrà morbido e cremoso.

Lasciatela raffreddare, liberatela dallo stampo e disponetela su un piatto da portata. Decorate con mandorle a fettine e servite.

Conservate la Crostata castagne e cioccolato in frigo per 3, massimo 4 giorni.

 

Crostata castagne e cioccolato senza glutine vegan

 

Crostata castagne e cioccolato senza glutine vegan

 

creative wordpress theme

Commenti (12)

  • Che spettacolo, sei sempre originalissima 😍

    Rispondi
    • Grazie cara <3 ti abbraccio forte forte

      Rispondi
  • Lo sguardo.. dice più di mille parole a volte.. Mi dicono sempre che dai miei occhi si capisce tutto.. non credo riuscirei mai ad ingannare hihihihi anche se comunque non fa proprio parte di me farlo! Se tua mamma dallo sguardo t’ha fatto capire quanto buono è questo dolce.. allora ha sicuramente ragione!! Comunque le foto la dicono lunga.. Si vede che è delizioso.. Io non ho mai fatto e nemmeno mangiato un dolce né con la farina di castagne.. né tanto meno con le castagne.. Da provare.. baci e buon w.e. :-*

    Rispondi
    • Carissima, anche io sono un libro aperto, me lo dicono tutti. Devi assolutamente provare questo dolce, è molto molto goloso 😀 un abbraccio, Leti

      Rispondi
  • Si, anche io amo i dolci non-troppo-dolci. Stupenda questa crostata, si vede tutta la golositù in quella fetta iniziata … Eh si, lo sguardo dice tutto se un animo è sincero. Se un animo è falso invece è capace di celare le vere intenzioni in uno sguardo falso. Il mio viso è come il mio cuore, parla da solo … Buona settimana tesorino

    Rispondi
    • Dolcissima, trovo solo ora il tempo di risponderti <3 anche io sono un libro aperto, me lo dicono tutti 😀 un abbraccio e grazie perchè ci sei sempre <3

      Rispondi
  • Che bella questa crostata! E veramente invitante. Complimenti. Un abbraccio. Silvia

    Rispondi
    • Grazie <3 sono felicissima che ti piaccia <3 un abbraccio a te

      Rispondi
  • Questo dolce è un’opera d’arte del gusto! Che meraviglia!!! Un bacio

    Rispondi
    • Ma grazie caraa <3 un abbraccio grande grande

      Rispondi
  • hai proprio ragione…certi sguardi dicono più di mille parole! Però anche la tua torta -in quanto a comunicazione non verbale -non scherza! Grazie di cuore per aver partecipato al mio contest, in settimana i risultati! A presto

    Rispondi
    • Grazie a te cara <3 ti abbraccio forte forte

      Rispondi