Ciambella alle mele senza glutine cotta nella pentola fornetto Versilia

Io credo che esistano ancora persone speciali. Sono quelle persone pronte ad accoglierti, a farti un po’ di spazio nel proprio cuore. Perchè hanno il cuore grande e lo spazio c’è. Sono quelle persone che ti offrono una spalla, se ne hai bisogno. Sono quelle persone che ti regalano un sorriso.

E tu le senti vicine ogni giorno, nonostante la distanza e il tempo che passa. Senti che puoi fidarti, almeno un po’.

 

Regalo la ricetta di oggi a base di mele alla mia amica virtuale Fabiana e alla sua belissima iniziativa organizzata su Instagram, #50sfumaturedimele. Fabiana è una vera intenditrice di mele e vorrà di sicuro sapere con quale tipologia di mele ho preparato questa ciambella alle mele senza glutine.

Mele annurche: proprietà e benefici

mele annurche

Per preparare la ciambella alle mele senza glutine ho scelto delle mele saporite e dolci, le mele annurche. Questa qualità di mele è l’unica mela italiana che ha origini nel sud, in Campania. Le sue dimensioni sono piccole, rispetto alle mele tipiche del nord d’Italia, la forma è tondeggiante, leggermente appiattita, la buccia rossa presenta sfumature vicino al picciolo. La polpa è compatta, croccante, profumata.

La mela annurca non matura sull’albero, ma al suolo, dopo essere state raccolte acerbe. In seguito, vengono fatte maturare al sole: questo procedimento è detto “arrossamento”. Le mele, di colore giallo-verde, diventano di un bel rosso intenso e carico. Questa procedura, che inizia in autunno e termina a dicembre, rende la mela annurca molto pregiata. La stagione delle mele annurche, quindi, inizia a fine dicembre e termina in estate.

Tra le sue proprietà, la mela annurca vanta benefici per l’intestino e, grazie alla presenza di vitamine A e C, anche benefici per la salute degli occhi e per il buon funzionamento del sistema immunitario. 

Per tutti questi motivi, spesso la utilizzo nei miei dolci. Il suo sapore ha reso speciale questa ciambella alle mele. Per quanto riguarda le farine, ho scelto le versioni integrali della farina di riso e di quella di grano saraceno. Ho dolcificato con purea di mela e arricchito il dolce con tanta cannella e con un topping a base di miele, scorza di arancia e frutta secca. Il risultato è un ciambellone alle mele dal sapore aromatico e ben bilanciato.

Ho scelto di cuocere la ciambella alle mele senza glutine nella pentola fornetto Versilia, una cottura alternativa della quale ti ho già parlato sul blog in più occasioni: in questo post troverai la ricetta della chiffon cake nella pentola fornetto  e in quest’altro post ci sono tante dritte su come cuocere i cibi nella pentola fornetto e dove acquistare la pentola.

Se non avessi ancora la pentola fornetto (anceh se vi consiglio vivamente di acquistarla!), leggi le note, dove troverai indicaizoni sulla cottura in forno.

Ora ti lascio alla ricetta della ciambella alle mele senza glutine con topping al miele e frtta secca…perché Senza è buono 🙂

Ciambella alle mele senza glutine senza burro

Ciambellone alle mele senza glutine senza burro

Ingredienti per una pentola fornetto Versilia da 24 cm (oppure per unostampo da forno da 22 cm)

  • 3 uova medie
  • 50 gr di albumi (circa 2)
  • 250 gr di burro di mele (o purea di mele)**(io ho utilizzato i vasetti pronti di crema di mele senza zuccheri aggiunti)
  • 100 gr di bevanda vegetale (mandorle o soia) oppure latte vaccino delattosato
  • 150 gr di farina di grano saraceno integrale
  • 100 gr di farina di riso integrale
  • 70 gr di olio di riso o di semi
  • mezza bustina di lievito vanigliato bio per dolci (oppure 4 gr di cremor tartaro e 4 gr di bicarbonato)
  • cannella in polvere q.b.
  • scorza di 1 arancia non trattata
  • 5 mele annurche

Per il topping al miele:

  • 100 gr di miele di acacia
  • 30 gr di noci
  • 40 gr di uvetta ammollata nel rum
  • scorza di arancia non trattata
  • 50 gr di mandorle

*In caso di celiachia, tutti gli ingredienti a rischio di contaminazione devono essere certificati senza glutine

**Se sei abituata ai sapori più dolci, puoi aggiungere all’impasto anche 40 grammi di zucchero di canna integrale.

Procedimento

Prepara il topping al miele:

riscalda a fuoco bassissimo il miele per qualche istante, unisci la scorza di arancia e lascia in infusione per qualche ora o tutta la notte. Riprendi il miele e aggiungi la frutta secca e l’uvetta ammollata nel rum. mescolae metti da parte.

Per la ciambella alle mele senza glutine:

sguscia le uova nella ciotola della planetaria, aggiungi gli albumi e lascia lavorare finchè non raddoppieranno di volume (vanno bene anche le fruste elettriche se non hai la planetaria).  Unisci l’olio a filo e la bevanda vegetale continua a lavorare il composto con la planetaria. Infine, aggiungi le farine setacciate con il lievito per dolci, la purea di mele e la scorza di arancia non trattata. Poi, la cannella in polvere e le mele tagliate a pezzetti e mescola con un cucchiaio delicatamente senza smontare l’impasto.

Spennella con olio il fondo e le pareti della pentola fornetto Versilia e versa’impasto. Copri con il topping e metti il coperchio. Poggia la pentola fornetto sul fornello più piccolo e accendi il fuoco, regolandolo al minimo. Lascia cuocere per 45 minuti a fuoco bassissimo. Controlla la cottura inserendo uno stechino lungo attraverso i buchini del coperchio. Se dovesse uscire ancora umido, lascia cucere per altri 10 minuti.

Lascia raffreddare la ciambella. Disponi su un piatto da portata e gusta.

Consigli e varianti

Se non avessi il fornetto Versilia, puoi cuocere la ciambella alle mele in forno a 180 gradi (forno preriscaldato) per 45 minuti.

Puoi sostituire le mele con le pere.

Ciambellone alle mele con topping al miele

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Non ci sono commenti

Rispondi

- Disclaimer -

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7/03/2001

Le ricette e le fotografie di questo blog sono di proprietà esclusiva dell'autrice, salvo ove indicato. È vietata la riproduzione, anche parziale, dei contenuti sopra citati senza l'autorizzazione fornita dall'autore stesso.