È tempo di reagire, in qualche modo…cantucci senza glutine con nocciole e cioccolato

…Ama la vita e amala seppure non ti dà ciò che potrebbe, amala anche se non è come tu la vorresti, amala quando nasci e ogni volta che stai per morire. Non amare mai senza amore, non vivere mai senza vita…

(Madre Teresa di Calcutta)

Tornare qui mi fa male. È un dolore fisico che mi stringe la gola e non mi fa respirare. Perchè penso all’ultimo post che ho scritto. Per lei. Ho fatto appena in tempo a pubblicarlo… il giorno dopo, nonna è volata in cielo. Se n’è andata così, in punta di piedi. Ha aspettato che sua figlia andasse da lei, per peggiorare in un lampo. Parlare di lei al passato, mi sembra ancora incredibile.  Lo so, la morte fa parte della vita… c’è chi perde persone care troppo presto, mentre io sono stata fortunata ad averla così a lungo nella mia vita…e poi il dolore a un certo punto smette di pulsare nella testa. Ma rimane lì in un cantuccio del cuore. Immobile. Si può provare a ignorarlo, ma è lì. La sensibilità che mi ha sempre accompagnato nella vita, non mi permette di smettere di soffrire. È ancora presto per mettere a tacere il cuore.

Nonna è stata sempre circondata da tanto amore e lei stessa ne ha donato tanto.  Ma i giorni successivi alla sua scomparsa sono stati piuttosto irreali. È stato come vivere da spettatrice quello che mi accadeva intorno. Parenti e amici si sono affacciati, ma io non ricordo a chi ho stretto la mano…con chi ho parlato… il pensiero rimaneva fisso lì: nonna non c’è più.

Ho dovuto trovare una forza che non pensavo di avere, per tornare qui. Ma bisogna reagire, in qualche modo.

Credetemi, non avrei mai e poi mai voluto parlare di morte sul blog, ma di speranza, gioia, felicità, feste, regali e soddisfazioni. Ma la vita non è fatta solo di queste cose. E quando la vita entra prepotentemente nel blog, io non posso esimermi dal parlarvene. Questo per dirvi che il Natale quest’anno per noi passerà un po’ in sordinaperdonatemi se non troverete tanta atmosfera natalizia, se non si respirerà molto il calore di questa festa, ma non sono proprio in animo. La sua perdita è troppo “fresca” e il dolore ancora brucia dentro.

Tante persone mi sono state vicino in questi giorni e mi hanno manifestato il loro affetto…in primis tutte le blogger che ho imparato a conoscere in questi mesi…le ringrazio ancora tutte di cuore… ma vorrei ringraziare una persona, in particolare,  perchè nonostante la lontananza, mi è stata vicina come e più di una sorella…mi ha riempito di messaggi e di abbracci virtuali…perchè lei può davvero capire quello che sto passando…tra l’altro, è stato proprio l’anno scorso, in questo periodo, che la la nostra amicizia piano piano si è consolidata…sto parlando di lei, Manuela. Prima di conoscerla, non credevo molto nell’amicizia e nella solidarietà tra donne, ero molto sfiduciata da varie esperienze negative…ma per fortuna, la vita sorprende. Sempre. E in modo del tutto inaspettato. Grazie, mia confidente, amica fidata.

Ora torniamo a noi. Nonostante il periodo un po’ triste per me, voglio lasciarvi ugualmente una ricetta, che potrete realizzare oggi pomeriggio per domani. Si tratta di cantucci senza glutine, con nocciole e cioccolato, una ricetta semplice, ma deliziosa, una piccola coccola confortante, perfetta per colazione o come merenda, oppure da offrire agli ospiti:  questi biscotti si mantengono per alcuni giorni, soprattutto se chiusi in una biscottiera e questo grazie alla farina di castagne, naturalmente priva di glutine.

Cantucci senza glutine

Poichè si tratta di una ricetta natalizia a base di frutta (la farina di castagne), questa è la mia proposta fuori gara per L’orto del bimbo intollerante di dicembre, questo mese ospitata dalla mia socia Manuela di Il Mondo di Ortolandia, Una favola in tavola:

raccoltaDICEMBRE

Inoltre, con i cantucci senza glutine con nocciole e cioccolato partecipo al primo contest di Pentagrammi di farina – le personalità in cucina (io sono risultata l’intollerante con stile):

contest Pentagrammi di farina

Ora vi lascio alla ricetta dei cantucci senza glutine con nocciole e cioccolato, adatti a celiaci e intolleranti a latte, soia e lievito…perchè Senza è buono!

Cantucci senza glutine con nocciole e cioccolato

Cantucci senza glutine

Cosa mi serve?

  • 100 gr di farina di grano saraceno integrale biologica
  • 130 gr di farina di castagne (io ho usato la farina di castagne di Le farine magiche)
  • 80 gr di zucchero di cocco integrale o zucchero di canna integrale
  • 2 cucchiai di cacao amaro in polvere  (possibilmente cacao magro, come insegna la mia amica Rapa cruda)
  • 2 cucchiai di latte vegetale (se li preparate per gli adulti, sostituite il latte con il rum)
  • 2 uova biologiche
  • 90 gr di cioccolato fondente almeno al 70 %
  • 50 gr di nocciole nocciole pelate e tostate
  • mezza bustina di polvere lievitante già dosata, composta da cremor tartaro e bicarbonato (io uso quella Decorì Lo Conte, che è senza glutine e biologica)

 *In caso di celiachia, tutti gli ingredienti a rischio di contaminazione devono essere certificati senza glutine

Come si fa?

Tritate il cioccolato e mettetelo da parte. Setacciate e mescolate le polveri: le due farine, il cacao e la polvere lievitante.

Preparate i cantucci senza glutine: rompete le uova in una ciotola capiente, aggiungete lo zucchero e montate con le fruste elettriche per qualche minuto, fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungete le farine precedentemente setacciate e impastate con le mani, unite il latte vegetale (o il rum), il cioccolato tritato e le nocciole. Accendete il forno e portatelo a una temperatura di 180 gradi. Formate un filoncino e poggiatelo su una teglia rettangolare (o sulla leccarda in dotazione) ricoperta di carta da forno e lasciate cuocere a 180 gradi  per 25 – 30 minuti. Estraete dal forno, tagliate il filoncino a fette, ricavando tanti cantucci e rimetteteli in forno per altri 10 minuti. Lasciate raffreddare e conservate in una biscottiera.

Cantucci senza glutine

Cantucci senza glutine

Cantucci senza glutine

Cantucci senza glutine

creative wordpress theme

Commenti (14)

  • Bellissima ricetta è bravissima che hai trovato la forza di reagire. Ogni addio è difficile, a chi rimane spetta il compito di continuare anche per chi non c’è più….ti abbraccio forte. ♡

    Rispondi
    • Grazie per essere passata!! Mi fa piacere vederti da queste parti! Anche tu mi sei stata vicina e ti ringrazio davvero tanto…è un momento difficile, non solo per me, ma per tutta la mia famiglia… grazie per le tue parole <3 Un abbraccio

      Rispondi
  • Tesoro… l’amicizia è per me una delle cose più importanti della vita ed “esserci”, anche se non come avrei voluto, in questo vostro difficile momento è stato per me normale semplicemente perché ti voglio bene!
    Forza… te lo dico ogni giorno e te lo scrivo anche qui: FORZA!!!
    che dire di questa tua proposta per la nostra raccolta? FANTASTICA!!!!!
    TI ABBRACCIO IMMENSAMENTE

    Rispondi
    • Manu anche io ti voglio bene! Grazie per esserci SEMPRE <3

      Rispondi
  • Per quanto le persone stiano con noi per molto tempo, il dolore e la sofferenza del distacco non cambia è sempre viva ed è la cosa più difficile da affrontare e accettare nella vita! Ma dona anche la forza per ricominciare perchè le persone che se ne vanno lasciano molto di loro e il loro ricordo dona la forza di sorridere e stare bene….perchè sì, la vita è bella anche se non è come vorremmo, anche se non va come pensavamo! Ma è la nostra vita e ha un gran valore.
    Questi cantucci sono meravigliosi 🙂 meravigliosi!!!!

    Rispondi
    • Vero Laura, verissimo! Grazie per il tuo pensiero, per le tue parole straordinarie <3 Un abbraccio

      Rispondi
  • Leti mi dispiace tantissimo x la tua perdita..posso immaginare il vuoto che senti dentro e non devi scusarti x aver scritto le tue emozioni..questo blog è pieno di vita e prima o poi deve scontrarsi anche con la fine di essa. Anche il mio Natale sarà un po’ in sordina, mio nonno se ne è andato a Pasqua ed io ancora non me ne faccio una ragione 🙁
    Ti stringo forte <3

    Rispondi
    • Grazie Consuelo… le tue parole mi sono di grande conforto, davvero <3 Credo che non ci si riprenda mai del tutto...Un abbraccio grande grande anche a te!

      Rispondi
  • Carissima <3
    quando si ha la fortuna immensa di avere una NONNA con tutte le lettere maiuscole, perderla fa un male pazzesco, ma tutto quell'amore torna, torna sempre, perchè il DNA dell'amore non dimentica mai.
    Lei è il tuo angelo speciale.
    Il tuo blog è il tuo spazio e dentro ci sei tu, è la tua casa e l'arredi come meglio vuoi, con quello che senti; se oggi nel tuo cuore c'è anche questo dolore, condividerlo potrebbe renderlo meno pesante.
    PS i biscotti li ho messi nella wish list. <3
    Ti abbraccio <3

    Rispondi
    • Ecco…mi hai fatto piangere… grazie…per le tue parole, per la tua sensibilità, per la tua immensa dolcezza…sei speciale! Un abbraccio

      Rispondi
  • ti abbraccio fortissimo!

    Rispondi
    • Grazie cara! <3

      Rispondi
  • Buoni, buoni, buoni…e bellissimi!
    Li ho fatti simili qualche mesetto fa, soltanto che non mettevo la farina di castagne, ma quella di riso. Lo zucchero di canna e le gocce di cioccolato fondente.
    Castagne e grano saraceno.. che sapore viene? Non ho mai provato!!!
    Leti ti ringrazio per il sostegno che m dai..
    Un abbraccio fortissimo.

    Rispondi
    • Cara Ilaria <3 ci sosteniamo a vicenda... castagne e grano saraceno stanno benissimo, creano un connubio unico e speciale, insieme al cacao amaro... credimi, sono da provare! Qui sono spariti in un lampo! Un abbraccio grandissimo a che a te!

      Rispondi