Fugace, come un’emozione

Le emozioni hanno il potere di mettere tutto in discussione. Quando ne siamo sopraffatti, rivoluzionano le nostre previsioni su un evento. Facilmente sfuggono al nostro controllo.

Eppure le emozioni sono così fugaci, superficiali. Intense, ma brevi. Durano un attimo. Sono espressione di sè, ma sono istantanee.  Non sono come i sentimenti. Duraturi. Sottoposti al passare del tempo, alle pieghe della vita. L’amore, l’odio, l’amicizia…

E se ci servissimo delle emozioni? Se fossimo in grado di dominarle, di guidarle verso il nostro volere? Forse potremmo porre fine immediatamente a una sofferenza, a un dolore.

Quando ho di questi pensieri, ho bisogno di semplicità. E questi biscotti mi hanno aiutato molto. Mi hanno fatto sentire bambina per un attimo 😉

Biscotti inzupposi senza glutine

Tempo fa li ho visti da lei, (che seguo sempre con molto piacere) ma in versione con glutine. E subito mi sono ricordata di averli preparati anche io moolti anni fa, seguendo una ricetta che avevo trovato su un forum di cucina e che avevo appuntato sul quaderno. Ho ritrovato il quaderno e sono partita da quella ricetta, quindi l’ho trasformata senza glutine, apportando le giuste modifiche del caso.

Vi assicuro che sono buonissimi e facili da preparare. Ma è necessaria l’ammoniaca, perchè dona ai biscotti una friabilità particolare, quella consistenza che li fa diventare, appunto, “inzupposi”. Lo so, non a tutti piace il suo odore, ma dopo la cottura sparirà, promesso 😉 Poi quella che ho utilizzato io lascia nei biscotti un lieve sapore di vaniglia che si sposa benissimo con il cacao. Ovviamente, potete modificarli a piacimento, omettendo il cacao e aggiungendo l’aroma che preferite (cannella, limone, zenzero…). Potete anche aggiungere gocce di cioccolato.

Per quanto riguarda le farine, ho provato in due versioni, sia con il mix di farine naturali di Un cuore di farina senza glutine -che contiene principalmente amidi- sia con un “mio mix” di farine naturali e integrali gluten free: il risultato estetico è uguale, cambia la consistenza dei biscotti 😉 a noi sono piaciute entrambe le versioni.

 

Biscotti inzupposi senza glutine

Con i miei Biscotti inzupposi senza glutine e senza latticini partecipo al 100% Gluten Free (fri)Day:

Gluten Free (fri)Day

 

Ora vi lascio alla ricetta dei Biscotti inzupposi al cacao, senza glutine, senza latticini e senza lievito, adatti a celiaci e intolleranti…perchè Senza è buono 🙂

Biscotti inzupposi senza glutine e senza latticini

Biscotti inzupposi senza glutine

 

Cosa serve?

  • Mix di Un cuore di farina senza glutine: 170 grammi di maizena ( o amido di mais), 45 grammi di fecola, 155 grammi di farina di riso (per me integrale) OPPURE Mix Senza è buono: 148 grammi di farina di riso integrale, 222 grammi di farina di grano saraceno integrale
  • 15 grammi di cacao magro in polvere senza aggiunta di zuccheri (facoltativo)
  • 90 grammi di zucchero di cocco (o di canna integrale)
  • 2 uova bio (circa 100 grammi)
  • 40 grammi di olio (di riso o di mais bio, oppure olio evo delicato)
  • 20-30 grammi di latte di mandorle senza zucchero ( o latte di soia) (la quantità dipende dalle farine utilizzate e se mettete o no il cacao)
  • 2 grammi di ammoniaca (io ho usato questa che è certificata senza glutine). Questo ingrediente non è sostituibile, se volete ottenere dei biscotti inzupposi
  • un pizzico di cannella in polvere (facoltativa)

*In caso di celiachia, tutti gli ingredienti devono essere certificati senza glutine

Come si fa?

Setacciate le polveri in una ciotola insieme al cacao e all’ammoniaca (pesatela, mi raccomando!). Unite la cannella (facoltativa), lo zucchero e le due uova sbattute e mescolate. Aggiungete anche l’olio e il latte poco alla volta (non è detto che dobbiate aggiungerlo tutto, dipende dalle farine utilizzate). Impastate con le mani e formate un panetto che lascerete riposare in frigo (coperto da pellicola) per 15 minuti.

Cottura dei Biscotti inzupposi senza glutine

Riprendete l’impasto e formate un rotolo. Appiattitelo un po’ con le mani (dovrà avere una forma più o meno rettangolare) e tagliatelo a fette. Disponete i Biscotti inzupposi su una teglia rettangolare (una leccarda) ricoperta di carta da forno. Decorate la superficie dei biscotti con i rebbi di una forchetta.

Preriscaldate il forno alla temperatura di 170 gradi. Lasciate cuocere i biscotti per 12-15 minuti. Lasciateli raffreddare e riponeteli in una scatola di latta. Si mantengono per diversi giorni, se ci arriveranno 😉

P.S. Federica del blog Pan & Pagni ha provato i biscotti inzupposi 😀 andate a dare un’occhiata…

 

Biscotti inzupposi senza glutine

creative wordpress theme

Commenti (26)

  • Magari si potessero controllare.. sapessi le volte che avrei provato meno sofferenza! ehehehehe.. Che belli sti biscotti.. li avevo visti anche io tempo fa da Luna.. Dovrò farli al più presto! baci e buon w.e. :-*

    Rispondi
    • Grazie Claudia <3 i biscotti sono irresistibili 🙂 ti abbraccio forte forte!

      Rispondi
  • sembrano golosissimi non hanno nulla da invidiare a quelli più “cicciosi” 😀
    Buon we Lety!

    Rispondi
    • Ma grazie Simo!! Un abbraccio <3

      Rispondi
  • Questi biscottini sono davvero deliziosi !! Bravissima come sempre amica cara :* <3

    Rispondi
    • Grazie dolce Mary <3 <3 <3 un abbraccio grandissimo

      Rispondi
  • Bella mia!!! 💖💖💖 grazie della fiducia e del fatto che mi segui. Il piacere è assolutamente reciproco! Ho imparato tanto sulla preparazioni senza glutine senza latticini e senza tante cose da quando ti seguo perciò Non ho che da ringraziarti. Ora voglio provare la tua versione di questi biscotti che preparo ogni due settimane ( tanto ci dura la dose da mezzo chilo di farina). Ho visto però che tu usi molta meno ammoniaca: 2 grammi su un totale di 370gr di farina. Io invece ne metto 10 gr per mezzo chilo. Dipende forse dalla diversa resa di queste farine senza glutine? Beh io provo, eh?! Giusto giusto li abbiamo finito ieri sera!! Grazie ancora un bacione grande e buon weekend.

    Rispondi
    • Tesorino, grazie! Anche se la mia ricetta è completamente diversa, il merito di avermi ricordato i biscottoni è tutto tuo 😉 io metto poca ammoniaca, perchè la prima volta ho provato a metterne qualche grammo in più e per poco i boscotti non esplodevano nel forno ahahah! Sono diventati enormi! Invece così sono giusti 😉 ti abbraccio dolcissima!

      Rispondi
  • Però così mi fai pensare a Banderas!

    Rispondi
    • Ahaha mi fai morire, cara <3

      Rispondi
  • E si vede che sono proprio inzupposi! Belli golosi. Le emozioni? Gran bella cosa … anche se sono brevi e fugaci, ci fanno fremere e quindi ben vengano, non ti pare? Buon fine settimana tesoro.

    Rispondi
    • Bè, sì, in effetti sono le emozioni che ci danno quel brivido 😉 grazie Terry, sei sempre dolcissima <3

      Rispondi
  • Secondo me il bello delle emozioni è che non possono essere gestite, nel senso che sono imprevedibili e rendono la vita un’avventura continua.
    Da tempo mi perito ad utilizzare l’ammoniaca nei biscotti anche se ne sono molto incuriosita…come sempre non posso che fidarmi di te ad occhi chiusi ^_^
    Grazie Leti e sereno we <3<3<3

    Rispondi
    • Dolcissima amica mia, hai ragione anche tu sulle emozioni 😉 per quanto riguarda l’ammoniaca, anche io ero molto combattuta, ma alla fine il risultato mi ha dato ragione… e poi, ha funzionato anche con queste farine speciali 🙂 Un abbraccio e grazie!

      Rispondi
  • Le emozioni……nel bene ma anche nel male è meglio provarle, altrimenti sai che vita piatta!!!
    Anch’io non mi decido mai a provare l’ammoniaca nei biscotti……..guardando i tuoi fantastici biscotti non ho più dubbi!!!
    Baci

    Rispondi
    • Carissima, è vero, la vita sarebbe molto piatta senza “quei brividi” 😉 per l’ammoniaca, all’inizio anche io ero molto dubbiosa, quell’odore è terribile! Ma poi mi sono dovuta ricredere! Un abbraccio grandissimo, Leti

      Rispondi
  • Che buone Leti…ne voglio una!
    Complimenti per l’ennesimo dolcetto che mi ha fatto venir l’acquolina in bocca!
    Sei eccezionale 😚

    Rispondi
    • Dolcissima grazie <3 per te tutti i biscottini che vuoi! Un abbraccio immenso

      Rispondi
  • sono fantastici! ho annotato la ricetta e appena posso li preparo! brava cicci, bacini!

    Rispondi
    • Grazie Sonia <3 non vedo l'ora di sapere che ne pensi! Io lo ho già preparati 4 volte 😀 Un abbraccio!

      Rispondi
  • Adoro questo tipo di biscotto Leti. Mi ricordano i primi tempi qui in Italia, quando la mia prozia e la mia nonna mi coccolavano con questi biscottoni fatti con l’ammoniaca, che nel latte erano deliziosi…I tuoi, oltre ad essere squisiti, sono anche sani e mi piace tanto l’aggiunta del cacao! Bravissima, come sempre!
    Un abbraccio grande,
    Mary

    Rispondi
    • Grazie carissima <3 anche qui li adoriamo e l'aggiunta del cacao li rende davvero speciali. Un abbraccio, Leti

      Rispondi
  • Bellissima ricetta ma si potrebbe omettere l ‘ammoniaca io non la propio posso usare grazie

    Rispondi
    • Ciao Emanuela, benvenuta <3 purtroppo no, l'ammoniaca non può essere omessa, perchè, è grazie ad essa che i biscotti assumono una consistenza particolare e inzupposa. Sostituendola con cremor tartaro e bicarbonato, otterrai biscotti notevolmente diversi e non inzupposi. Un abbraccio, Leti

      Rispondi
  • Ciao Letizia,
    sono Federica di Pan&Pagni.
    La diagnosi è arrivata e Matteo è celiaco.
    Niente tristezza però, qui bisogna ingegnarsi!!!! Parto con la mia personale sperimentazione affidandomi a questa tua ricetta, per potergli offrire dei buoni biscotti a colazione. Ho linkato la tua pagina alla ricetta sul mio blog (sperando di aver fatto tutto per bene dato che sono neofita).

    A presto, Federica

    Rispondi
    • Coraggio Federica <3 sono certa che riuscirai a creare mille delizie per il tuo piccolini 😀 ci vuole tempo per abituarsi al cambiamento, ma sono certa che ce la farai, sei bravissima 😀 e ti ringrazio per la fiducia <3 ora vengo a curiosare...un abbraccio e se dovessi avere dubbi o domande, scrivimi quando vuoi <3

      Rispondi

Rispondi