Uno strano meccanismo

A volte siamo eccessivamente esigenti con gli altri. Abbiamo aspettative precise e pensiamo che l’altro sia esattamente come noi.

Cerchiamo solidarietà, cerchiamo supporto nelle nostre battaglie personali. Lo facciamo con la convinzione di trovare nelle persone la stessa coerenza, la stessa forza, la stessa tenacia e lo spirito di giustizia che abbiamo noi. Altre volte speriamo che accanto a noi, gli altri possano, in qualche modo, per qualche strano sortilegio, cambiare, migliorare. E forse, anche in modo presuntuoso, ci illudiamo che possano somigliarci un po’.

È un meccanismo strano. A volte perverso.

Pensare che gli altri siano infallibili, al limite della perfezione. E quando non rispondono come vorremmo, ecco che scatta qualcosa. Ci ritroviamo a vedere le persone con occhi diversi. Quelli sono gli occhi della verità. E la verità è nuda e cruda. Non si scappa.

Ci accorgiamo dei difetti, dei limiti dell’essere umano. Ecco, siamo esseri umani. è proprio questo il punto. Non possiamo prescindere da questa realtà. E come tali, tutti commettiamo errori. E non vale la pena di prendersela per certe incomprensioni. Perchè le amicizie vanno e vengono.

Bisogna prenderla così. E non pensarci troppo. Le cose che contano sono altre.

Bisogna prenderla alla leggera. Proprio come i biscotti di oggi, sani e light:

Biscotti carote e mandorle

Sono i biscotti carote e mandorle. Per il loro gusto, mi sono ispirata alle famose merendine, le Camille, delle quali ho preparato molto tempo fa una mia versione senza glutine e vegan.

Anche questi biscotti sono gluten free e senza ingredienti di origine animale. Inoltre non contengono soia nè zucchero. Hanno un sapore molto delicato e sono perfetti per accompagnare un tè o un ottimo latte vegetale.

Per i biscotti carote e mandorle, non ho usato carote grattugiate, ma purea di carote, che mi ha aiutato per impastare e amalgamare per bene tutti gli ingredienti. La farina di cocco, infine, dona a questi biscottini un sapore speciale e un po’ esotico.

Oggi è venerdì, quindi con i biscotti carote e mandorle partecipo al 100% Gluten Free (fri)Day:

Gluten-Free-friDay-3

E in più, partecipo anche al contest “Biscotti con farine alternative a quella di grano” del blog Coccole di dolcezza:

Ora vi lascio alla ricetta dei biscotti mandorla e carota senza glutine, vegan e senza zucchero, adatti a celiaci, vegani e intolleranti…perchè Senza è buono!

Biscotti carote e mandorle

Biscotti carote e mandorle

Cosa serve?

  • 140 grammi di farina di grano saraceno integrale biologica
  • 70 grammi di farina di riso
  • 50 grammi di farina di mandorle tostate (io ho tostato le mandorle senza pellicina e le ho tritate fino a renderle una farina sottile)
  • 30 grammi di farina di cocco
  • 20 grammi di amido di mais
  • 5 grammi di polvere lievitante già dosata e formata da cremor tartaro e bicarbonato
  • 80 grammi di sciroppo di riso (oppure agave o acero)
  • 40 grammi di succo di arancia biologica
  • scorza di arancia biologica tritata finemente
  • 60 grammi di olio di riso (o di mais o di semi biologico)
  • 170 grammi di carote cotte al vapore (circa 2)

Per decorare (facoltative):

  • mandorle a lamelle o a filetti

*In caso di celiachia, tutti gli ingredienti a rischio devono essere certificati senza glutine

Come si fa? 

Cuocete le carote

Raschiate la buccia esterna delle carote, sciacquatele e cuocetele al vapore, finchè non diventeranno belle morbide. Lasciatele raffreddare e frullatele nel mixer, fino a ridurle in purea (se non riuscite a frullarle, aggiungete qualche cucchiaio di olio, prelevandoli dai 60 grammi previsti).

Preparate i biscotti carote e mandorle

In una ciotola setacciate la farina di grano saraceno, l’amido di mais, la farina di riso e la polvere lievitante. Unite la farina di cocco, quella di mandorle e la scorza di arancia. Mescolate e unite la purea di carote ormai fredda, il dolcificante scelto, l’olio e il succo di arancia poco alla volta. Iniziate a impastare, fino ad ottenere un composto morbido e un po’ appiccicoso.  Se l’impasto è troppo morbido, lasciatelo riposare in frigo per mezz’ora.

Cottura dei biscotti carote e mandorle

Accendete il forno e regolatelo a una temperatura di 180 gradi.

Confezionate i biscotti carote e mandorle e disponeteli su una teglia coperta con carta da forno. Schiacciateli leggermente con le dita e decorateli con le mandorle.

Infornate i biscotti carote e mandorle per 8-10 minuti. Controllate la cottura.

Estraete la teglia dal forno e lasciate raffreddare. Servite con un ottimo tè o con latte vegetale.

Biscotti carote e mandorle

creative wordpress theme

Commenti (6)

  • Ciao! Non vedo l’ora di provarli! In casa ho lo sciroppo di malto può andar bene lo stesso?

    Rispondi
    • Ciao Donata 🙂 benvenuta! Lo sciroppo di malto non è gluten free. Se non sei celiaca, o intollerante, credo proprio che possa andare bene ugualmente! Fammi sapere, un abbraccio, Leti

      Rispondi
  • Sai sempre essere originale nelle tue ricette e questa incontra perfettamente i miei gusti..non sai che darei x averne un paio a tenermi compagnia…
    x il resto capisco perfettamente le tue parole, ormai anch’io sto imparando a cavarmela da me, riporre la fiducia nelle persone sbagliate è deletereo ed ho ancora ferite aperte che bruciano 🙁
    Ti abbraccio Leti e ti auguro un sereno we <3<3<3

    Rispondi
    • Grazie Consuelo! E io te li offrirei con piacere, se solo fossimo più vicine <3
      Per l'altro discorso, purtroppo, può capitare: gli altri ci deludono, soprattutto se riponiamo in loro grandi aspettative... sta a noi imparare la lezione e andare avanti a testa alta. Ti abbraccio forte forte anche io <3 Leti

      Rispondi
  • mentre sbocconcello uno di questi magnifici biscotti sorrido… ci ho messo anni a capire che le aspettative vanno abbassate, che se noi agiamo in un certo modo non dobbiamo aspettarci che anche gli altri lo facciano, la delusione è assicurata! Per anni mi sono detta: ma io non farei mai così, non direi mai così, non penserei mai così…. perché le persone con me lo fanno? tutt’ora mi succede, ma oggi sono più scafata… ci resto sempre male ma me lo aspetto. Del resto se ci pensiamo bene che piacere ci sarebbe se tutti agissimo allo stesso modo? come potremmo imparare, confrontarci? tanto si trova sempre prima o poi un’anima affine, che sia amore o amicizia c’è sempre qualcuno con cui ci troviamo bene e in sintonia, basta solo aspettare… come dici tu la gente va e viene… invecchiare è scocciante ma l’esperienza che si accumula non ha prezzo! bacioni mia cara! Buona festa

    Rispondi
    • E’ vero, Sonia, se fossimo tutti uguali, non ci sarebbe alcun gusto a confrontarci. E poi, prima o poi si incontra un’anima davvero affine alla propria…io non mi arrendo! Un abbraccio carissima <3 Buona festa anche a te!

      Rispondi