Biscotti alle prugne fresche e cannella per L’orto del bimbo intollerante

Tra i frutti estivi, le prugne sono il frutto che amo di meno: le poche volte che le mangio, o mi capitano acerbe e immangiabili o acquose, troppo mature e insipide. Preferisco di gran lunga albicocche o pesche gialle, dalla polpa soda e dal sapore definito.  Ma c’è una varietà di prugne davvero speciale, chiamata prugne “Bella di Lovanio”. Laplum-361164_640 buccia dalle sfumature violacee, la polpa che vira tra in giallo-ambrato e il verde chiaro, la consistenza bella soda e il sapore leggermente acidulo… ecco queste sono le prugne che piacciono a me. E quando voglio concedermi una pausa golosa, le apro a metà, tolgo il nocciolo, le cospargo di cannella e (pochissimo!) zucchero integrale e le metto in forno per qualche minuto, finchè lo zucchero non si scioglie un po’…credetemi, sono buonissime!

Per la raccolta L’orto del bimbo intollerante, questo mese ospitata da me, mi sono toccate proprio loro, le prugne. Non potevo non utilizzare questa varietà per la mia proposta. All’inizio avevo pensato a una torta, ma già Manu ha proposto la sua soffice golosità con i fichi, quindi, ci voleva qualcosa di croccante, magari dei biscotti alle prugne fresche, semplici e sani. Ho pensato di realizzarli non solo senza glutine, ma anche senza uova, per renderli più leggeri.

Biscotti alle prugne

Se vi state chiedendo come mai sono così scuri, non ho messo cacao, è “colpa” dello zucchero di cocco. Evidentemente è una confezione particolarmente brunita e questo rende tutte le mie ultime preparazioni un po’ colorate… 😉 Ho realizzato la crosta esterna dei biscotti alle prugne con farina di riso e di grano saraceno: è una frolla davvero veloce e semplicissima da realizzare. Inoltre, si riesce a maneggiare alla perfezione, senza difficoltà.

Per il ripieno dei biscotti alle prugne, ho arricchito la frutta con zucchero di cocco e cannella per dare un tocco speciale in più.

Quindi, questa è la mia proposta senza glutine a base di prugne per L’orto del bimbo intollerante di settembre:

L'orto del bimbo intollerante

 

Inoltre, poichè è venerdì, partecipo con questi biscotti alle prugne e cannella senza glutine al mio adorato 100% Gluten Free (fri)Day:

Gluten Free (fri)Day

 

Ora vi lascio alla ricetta dei biscotti alle prugne fresche e cannella senza glutine e veg, adatti a celiaci e intolleranti a uova, latte, lievito e soia, perchè Senza è buono!

Biscotti alle prugne fresche e cannella

Biscotti alle prugne

Cosa mi serve?

Per 7 biscottoni

Per la frolla:

  • 120 gr di farina di riso finissima
  • 100 gr di farina di grano saraceno integrale
  • un pizzico di bicarbonato
  • 100 ml di acqua naturale
  • 90 gr di zucchero di cocco integrale (o di canna)
  • 50 ml di olio di riso o di mais biologico
  • scorza di limone (bio) grattugiata

Per il ripieno*:

  • 6-7 prugne possibilmente biologiche(io ho usato le spaccarelle che sono più aciutte)
  • 4 cucchiai di zucchero di cocco ( o di canna integrale)
  • un pizzico di cannella
  • 30 ml di acqua naturale

Se siete celiaci, controllate che tutti gli ingredienti a rischio di contaminazione siano certificati senza glutine

*piccola variante suggerita da Paola: come ripieno, potete utilizzare anche della polpa dello scarto di centrifuga a base di mela, pera, carota e zenzero, ammorbidita con succo di limone e zucchero integrale di canna o di cocco

Come si fa?

Per la frolla: versare in un pentolino lo zucchero e l’olio, mescolare e accendere il fornello. Lasciar sciogliere completamente lo zucchero e far raffreddare.

Nel frattempo, preparare il ripieno: pulire e tagliare le prugne a tocchetti, metterle in padella con lo zucchero, la cannella e l’acqua e cuocere per qualche minuto, finchè il liquido non si sarà completamente assorbito. Lasciar raffreddare completamente. Io ne ho frullata la metà con un mixer a immersione.

Preparare la frolla dei biscotti alle prugne: setacciare le due farine in una ciotola ampia con un pizzico di bicarbonato e la scorza di limone, unire lo zucchero sciolto nell’olio (ormai freddo) e l’acqua poco alla volta (è possibile che sia necessaria meno acqua, molto dipende dall’umidità dell’ambiente e dalla marca di farine utilizzate) fino ad ottenere un impasto perfettamente lavorabile. Questa frolla non necessita di riposo, quindi procedere a stenderla (non troppo sottile) aiutandosi con due fogli di carta da forno. Formare i biscotti alle prugne: io ho usato un coppapasta. Ho ritagliato la base, farcito con le prugne spadellate (e un cucchiaino di prugne frullate) e coperto con altra frolla, sigillando bene i bordi con l’aiuto del coppapasta. Vi assicuro che in cottura non è uscito neppure un po’ di ripieno. Disporre delicatamente i biscotti alle prugne su una teglia rivestita di carta da forno e cuocerli a 180° (forno preriscaldato) per circa 15 minuti. Lasciarli raffreddare.

Biscotti alle prugneBiscotti alle prugneBiscotti alle prugne

creative wordpress theme

Commenti (12)

  • Adoro quelle prugne, quel tipo di prugne era anche il preferito di mia Nonna Maria, lei le chiamava le prugne Sinì.
    Io le uso per la confettura di cui l’uomo piccolo ha scoperto di essere molto ghiotto

    Rispondi
    • Allora abbiamo anche questo in comune, dolce Fabi!!! 🙂 Non ho mai provato a prepararci una confettura, ma credo sarebbe davvero ottima! Baci e grazie per essere passata! 🙂

      Rispondi
  • Lati ma sono bellissimi!! e davvero originali! me li segno e li giro anche a mia mamma che adora le prugne! BRAVA! bacioni e buon we

    Rispondi
    • Grazie cara!!! Sono biscotti semplicissimi da realizzare! Spero che piaceranno anche alla tua mamma! 🙂 baci, Leti

      Rispondi
  • Non so se è la stessa qualità delle prugne che trovo solo a Trapani, che sono buonissime!
    Questi biscotti sono goduriosi!

    Rispondi
    • Grazie cara! Io non sapevo si chiamassero prugne “Bella di Lovanio”…me l’ha detto il mio fruttivendolo! 😀 Baciotti, Leti

      Rispondi
  • Questi biscottini sono davvero fantastici!!!
    Tutti finiti in un baleno!! Anche da chi intollerante non è!!!!
    Io però non avevo le prugne. Ho usato all’interno una composta preparata con gli scarti della centrifuga (mela pera carota zenzero) ammorbiditi con un po’ di zucchero di canna e succo di limone!

    Rispondi
    • Ciao Paola!!! 🙂 grazie! Sono felice che questi biscotti siano piaciuti anche a chi non ha problemi di intolleranze! 🙂 ottima la tua versione, mi piace! La aggiungo alla ricetta come variante per il ripieno 😉 baci, Leti

      Rispondi
  • Buonissimi…. e davvero genuini, grazie per le tue ricette semplici ma con gusto e passione!!!

    Rispondi
    • Ciao Elena! Benvenuta! 🙂 Grazie a te per le tue parole…mi riempiono di felicità! Torna a trovarmi…sono in arrivo molte ricette deliziose 🙂 Un abbraccio, Leti

      Rispondi
  • Ciao! Complimenti per il blog e per questi biscotti..l’aspetto è fantastico, peccato che ieri abbia provato a farli e temo di aver fatto un pasticcio. Una volta lasciato raffreddare lo zucchero in realtà è diventato caramello pronto per fare la ceretta all’araba (!!!!). Quale può essere il motivo? L’ho lasciato troppo sul fuoco? Alla fine non ho potuto aggiungerlo all’impasto. Grazie molte

    Rispondi
    • Ciao Elena! Benvenuta! 🙂 Ti ringrazio per il tuo commento. Ho preparato mille volte questo impasto e mi è sempre riuscito alla perfezione, lo hanno sperimentato anche altre mie lettrici con un buon risultato, quindi non so quale potrebbe essere stato il motivo. Se hai rispettato le dosi di acqua, olio e zucchero integrale, non si sarebbe dovuto creare un caramello… prova a mescolare spesso il composto liquido e non farlo raffreddare completamente. Inoltre, l’acqua non deve bollire: si deve semplicemente sciogliere lo zucchero, quindi basta qualche istante sul fuoco. Fammi sapere! Leti

      Rispondi