Rendiamo “dolce” l’influenza, con un pane morbido

Di tempo ne è passato. Anche parecchio dall’ultima volta. A dirla tutta, neppure me la ricordo… ma alla fine, è caduta anche lei nel suo vortice, centrifugandola a dovere, strapazzandola per bene.

Febbre alta, dolori muscolari e persino mal di pancia.

L’influenza quest’anno è tremenda. Ed è riuscita a mietere la sua ennesima vittima. Eppure mia sorella è sempre stata abbastanza “resistente” a virus e malanni vari. Poi all’improvviso, qualche sera fa, l’ho ritrovata a letto, tutta ammucchiata. A malapena riusciva a parlare. Occhiaie profonde e debolezza. Dolori ovunque. Poi brividi. “Forse ho la febbre”, mi ha detto, con un filo di voce. 36,5…37…37,5. Poi, nella notte, è arrivata oltre 38. E per una che non si ammala mai, la febbre così alta è devastante. Mi sono dovuta improvvisare infermiera e accudirla (quasi) tutta la notte. Borsa del ghiaccio sulla fronte e antipiretico. Povera sorellina mia!

Per fortuna, ha sfebbrato in una notte e il giorno successivo stava già bene.

E ovviamente, ci voleva un dolce morbido, sano e pieno di frutta per aiutarla a rimettersi in piedi.

Immediatamente ho pensato a un banana bread vegan e senza glutine, un “pane” soffice. Ovviamente non è un vero e proprio pane, perchè non c’è lievito di birra, ma è soffice e alto come un pane in casetta e potete mangiarlo al naturale, oppure con un po’ di crema spalmabile home made, giusto per esagerare un po’ 😉

Banana bread vegan e senza glutine

Ho arricchito il banana bread vegan e senza glutine con delle fettine di pere, frutto di stagione che amo molto.

Tra gli ingredienti, troverete l’aceto, un ingrediente forse un po’ insolito nei dolci, ma ho imparato, grazie a Fabiana e alla sua torta, che dona alle preparazioni una consistenza magica…quindi non omettetelo 🙂

Oggi è venerdì e, ormai lo sapete, per me c’è un appuntamento al quale non mancare mai…quindi con il mio banana bread vegan e senza glutine partecipo al 100% Gluten Free (fri)Day:

Gluten Free (fri)Day

 

Ora vi lascio al banana bread vegan, senza glutine, senza lievito e senza zuccheri raffinati, adatto a celiaci, vegani e intolleranti…perchè Senza è buono!

Banana bread vegan e senza glutine

Banana bread vegan e senza glutine

Cosa mi serve?

  • 200 grammi di farina di riso
  • 170 grammi di farina di grano saraceno (se non vi piace il suo sapore, sostituitela con la stessa quantità di farina di sorgo)
  • 40 grammi di zucchero di cocco o di canna integrale, che è quello scuro, che dona ai dolci un colore brunito
  • 40 millilitri di olio di riso o di mais bio
  • mezza bustina di polvere lievitante già dosata e composta da cremor tartaro e bicarbonato
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere
  • 300 grammi di banana matura (peso da sbucciate, erano due banane grandi)
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 2 cucchiai di aceto di mele biologico
  • 270 millilitri di succo di mela

Per decorare:

  • 1 pera
  • un cucchiaino di cannella

*In caso di celiachia, tutti gli ingredienti devono essere certificati senza glutine

Come si fa?

Frullate le banane nel minipimer con il succo di limone, aggiungete l’olio a filo e continuate a montare con movimenti dall’alto verso il basso.

In una ciotola, mescolate le polveri setacciate: la farina di riso, quella di grano saraceno, la cannella e la polvere lievitante. Aggiungete lo zucchero e, al centro, unite il composto montato a base di olio e banana, poi l’aceto, il succo di mela un po’alla volta. Versate l’impasto in una teglia da plumcake foderato di carta da forno.

Decorate il banana bread vegan e senza glutine

Tagliate la pera a fettine sottili (ma non troppo) e inseritele nell’impasto, facendole leggermente affondare. Spolverate con la cannella.

La cottura del banana bread vegan e senza glutine

Accendete il forno a 180 gradi. Quando arriverà a temperatura, inserite il dolce nel forno e lasciatelo cuocere per 45-50 minuti. Dipende dal vostro forno. Verificate la cottura con uno stecchino. Lasciate raffreddare e servite.

Banana bread vegan e senza glutine

creative wordpress theme

Commenti (4)

  • Se un giorno l’influenza dovesse colpire anche me, ti vorrei come infermiera 🙂 Sei dolcissima e tua sorella è proprio fortunata ad averti vicina ^_^ (e non solo lei!)
    Questo dolcino è davvero ricostituente e mi intriga moltissimo l’uso dell’aceto..proverò!
    Felice we <3<3<3

    Rispondi
    • Dolcissima Consuelo <3 questa influenza è tremenda, per fortuna che dura poco 😉 grazie cara, per le tue parole e per i complimenti, un abbraccio grande grande

      Rispondi
  • vero, vero… bello vedere due sorelle così legate, se vuoi adottarmi come sorella maggiore o zia… accetto!!! 😀
    penso proprio che questa ricetta sarà la prossima che proverò, fa nulla vero se al posto delle pere metto le fettine di mela?
    ciao leti e grazie come sempre per le tue creazioni

    Rispondi
    • Aaha Elisa, che carina che sei <3 pensa che proprio ieri ho preparato di nuovo questo banana bread e, non avendo le pere, ho sostituito con le fettine di mela...buonissimo! E ti dirò di più: se aggiungi anche dei pezzetti di cioccolato fondente (o uvetta ammollata nel rum), sarà ancora più goloso! Se provi, fammi sapere se ti è piaciuto! Un abbraccio grande grande, Leti

      Rispondi